Jump to content
GTA-Series.com Forums
Sign in to follow this  
wlance96

Diamonds Wars

Recommended Posts

Domani mattina non ci sarò, quindi posterò ora la parte.

PARTE 11- UN NUOVO SCONTRO

Niko si ricordò subito di quel posto. Era il luogo dove tempo fa aveva liberato Roman dalle grinfie degli uomini di Dimitri. Ora c’erano alcune gang a scontrarsi fuori e altre dentro. Jacob e Packie erano dentro. Niko allora pensò di attaccare dalla balconata in alto, entrando dalla torre fuori.

Oltrepassò il cancello di legno e andò verso la torre. Uccise 7 gangster lì vicino e salì le scale all’interno della torre. Poi arrivò alla balconata, e col SAW sparò delle raffiche uccidendone altri 11 che erano allo scoperto, uno però riuscì a ferirlo. Ad un certo punto, arrivò Luis col Buzzard e massacrò tutti i gangster che erano fuori dall’ edificio. Poi atterrò su un tetto non raggiungibile a piedi e si appostò col cecchino e il paracadute.

Arrivò anche Johnny, che corse da Niko con Terry e Clay. Niko, Johnny, Terry, Clay, Dwayne e Packie fecero una strage, ripulendo tutto l’interno. Purtroppo, quei gangster non erano affatto gli ultimi della città. Arrivò una seconda ondata con un numero di gangster pari a quello della prima ondata. In più arrivarono 2 Stinger della LCPD. Luis cecchinò tutti i poliziotti che uscirono dalle 2 auto, e alcuni dei gangster che stavano entrando.

Ma facciamo un salto indietro di una decina di minuti e andiamo nel comando delle forze dell’ordine.

Poliziotto: Capo! Nello stabilimento abbandonato della Xero carburanti, c’è una nuova guerra tra gang. Ci sono già stati diversi morti. Pare che ci siano tutti i criminali rimasti a LC, tra cui alcuni pericolosi ricercati.

Capo: manda delle squadre a fare piazza pulita.

Poliziotto: delle squadre normali non ce la faranno mai capo. Dobbiamo mandare la NOOSE.

Capo: ok, chiederò al generale Kent di recarsi sul posto con 3 squadre della NOOSE.

Poliziotto: non so se il generale Kent ce la farà. Meglio chiamare il generale John Kenneth Miller.

Capo: giocheremo pesante dunque. Ok, dì a Miller di recarsi sul posto con le 3 squadre migliori.

Torniamo al punto in cui Luis aveva cecchinato dei gangster. 5 minuti dopo, mentre nello stabilimento e nei punti coperti del cortile infuriava battaglia, Luis vide arrivare tre Enforcer NOOSE e addirittura un carrarmato. Da ogni enforcer uscirono 4 NOOSE armati di SAW e giubbotto antiproiettile. Si sparpagliarono e si misero dietro copertura. Poi dal carrarmato uscì un altro NOOSE con fucile di precisione e il generale John Kenneth Miller, armato da capo a piedi e con un intera tuta antiproiettile.

L: siamo fo***ti ! Meglio fare comunque qualcosa! Dovrei avere ancora delle cartucce esplosive. Sono le ultime rimaste al fucile di precisione, ma sono belle pesanti !

Luis sparò a 4 NOOSE dietro copertura col suo cecchino, e fece saltare le coperture. Poi i 4 NOOSE spararono con i SAW, ma Luis usò anche le ultime cartucce normali del cecchino e li fece fuori mirando alla testa. Aveva ancora molte armi, ma scendere e affrontarli era pericoloso. Allora si apprestò a salire sul Buzzard, ma un razzo lo colpì in pieno e lo distrusse. Luis fece giusto in tempo a lanciarsi giù col paracadute. Con delle manovre molto complicate, evitò le raffiche dei SAW e atterrò dentro lo stabilimento.

Avvertì Niko dell’ arrivo delle squadre, e aiutò velocemente lui , Johnny e gli altri a far fuori tutti i gangster presenti nello stabilimento. Ma erano talmente tanti che sprecò tutte le munizioni del suo SAW e buona parte delle bombe adesive che aveva. Gli rimaneva solo una calibro 9, un P90 e 5 bombe. Niko, Luis e Johnny uscirono, e si trovarono di fronte i 9 NOOSE rimasti e il generale. Luis e Johnny si ripararono e con le loro ultime munizioni uccisero 8 NOOSE. Poi fuggirono dentro per cercare altre armi cadute ai gangster morti. Niko rimase fuori. Il NOOSE col cecchino sparò, Niko si scansò per un pelo e lanciò una granata. Il NOOSE si allontanò velocemente schivando l’esplosione. Niko allora sparò varie raffiche di mitra. Alcuni proiettili colpirono l’agente uccidendolo. Rimaneva solo Kenneth, ma nessuno riusciva a capire dove fosse, ma era in zona pronto a tendere un agguato.

Luis e Johnny tornarono da Niko carichi di armi raccolte in giro, e lo aiutarono a far fuori quei pochi gangster rimasti fuori. Poi cercarono Miller. Ad un certo punto, partì una raffica di vulcan, che Niko e gli altri evitarono giusto in tempo riparandosi nella torre.

N: c***o c’è mancato un pelo. Ma dov’era?

J: sul tetto. Ma come c***o ha fatto a salirci sopra. Senza elicotteri è impossibile.

L: infatti aveva un rampino. L’ho visto quando è sceso dal carrarmato.

N: mmm, ha laciato un carrarmato la fuori eh?

J: che vuoi fare?

N: facile, mi farò scudo con questo grande pezzo di lamiera che c’è qui e prenderò i comandi del carrarmato. Cercherò di orientare il cannone verso la postazione col vulcan e distruggerò quel dannato mitra del c***o. Poi attaccherò il generale senza carrarmato. Perché non riuscirei mai a colpirlo. E’ troppo agile.

Niko attuò il suo piano e riuscì a prendere il controllo del carrarmato. Andò un po’ indietro, orientò velocemente il cannone e sparò. La cannonata sbriciolò il vulcan. Niko provò comunque a colpire Miller, ma lui evitò le cannonate.

N: come dicevo, meglio vedersela da soli.

Niko uscì dal carrarmato e gridò a Miller.

N: VIGLIACCO! SE SEI DAVVERO AGILISSIMO E SUPER – ARMATO, ABBI ALMENO IL CORAGGIO DI VENIRE A UCCIDERMI DA VICINO.

Miller allora, tornò a terra usando il rampino.

M: sergente Nikolai Bellic. Ti ricordi di me?

N: sì. Il colonnello dell’esercito americano John Kenneth Miller. Che dispiacere rivederti.

M: durante la guerra sei riuscito a sfuggirmi, ma non ce la farai di nuovo. Contaci, ti ucciderò.

Share this post


Link to post
Share on other sites

PARTE 12 – LO SCONTRO CON MILLER E KENNY

M: eri ancora un ragazzino, ma mi davi un sacco di problemi. Io ero appena stato ri - arruolato nell’esercito dopo 14 anni di latitanza nel tentativo di far fuori un certo Fomet.

N: so che a 21 anni era già colonnello Kenneth. Una bella carriera, ma poi si è dato alla macchia. Non siamo molto diversi. Io avevo 15 anni e lei 36. Era facile fare il bullo eh?

M: adesso hai chiuso Niko Bellic. Questo è con gli omaggi dei miei amici che hai ucciso. Miller prese un AK e sparò a Niko che evitò tutti i proiettili gettandosi dietro un auto. Poi prese anche lui un mitra. Arrivarono Johnny e Luis che attaccarono Miller, ma Miller schivò molti proiettili, mentre quelli che andarono a segno non gli fecero niente, perché lui era corazzato.

J: se becco quello che ha inventato queste corazze ...

L: meglio chiamare Armando, Henrique e Yusuf.

J: io vado dentro a recuperare Terry, Clay, Packie, Jacob e Dwayne.

Pochi minuti dopo arrivarono tutti.

John Kenneth era da solo contro 11 persone.

N: adesso che fai Kenneth? Anche se sei pieno d’armi, gli altri ne hanno più di te. E non solo. Tu sei uno noi 11. Gli puntarono tutti i mitra e gli esplosivi addosso.

N: hai 2 possibilità. Getti le armi e vai a fare in culo lontano da qui, oppure muori.

M: solo un uomo senza palle fuggirebbe. Premete pure i grilletti, io non mi tiro mai indietro.

A quelle frasi, tutti spararono e Miller fu ucciso.

N: addio comandante. Riposa in pace.

Stavano tutti per andarsene, quando arrivò una Limousine nera con 4 uomini armati di AK – 47.

U: questo è da parte dei russi che tu e Lopez avete ucciso, Niko Bellic.

A quelle parole, i 4 uomini furono freddati.

N: la cosa sta diventando troppo facile.

J: sta zitto e non portare sfiga.

Johnny parlò troppo tardi. Arrivarono altre 10 auto nere cariche di uomini. Ora erano 11 contro 50. I nostri eroi spararono varie raffiche e dopo mezz’ora uccisero tutti, ma avevano esaurito quasi tutte le munizioni. Ad un certo punto arrivò un uomo di mezz’età, né alto, né basso, di statura media, con una giacca di pelle marrone e un aria poco rassicurante. Ma soprattutto, anch’ egli, come Miller, era armato di vulcan e aveva fatto saltare il carrarmato con degli esplosivi.

N: e lei chi è?

K: sono Kenneth Petrovic, detto Kenny. Sono il boss della mafia russa. Voi avete ucciso l’altro boss, Bulgarin, e anche mio figlio.

N: Lenny Petrovic ... fui costretto da coso lì, Mikahil Faustin.

K: poi tu stesso hai ucciso pure lui, mi ricordo. Voi 2 avete ucciso tutti i miei uomini, della mafia russa di LC sono rimasto solo io, gli uomini di prima erano delle famiglie di Mosca. Adesso rimedierò alle vostre stragi. Kenny prese il vulcan e come prima cosa distrusse l’annihilator con ci era venuto Yusuf.

Y: meno male che ho lasciato il mio buzzard a casa.

L: avevi un altro Buzzard? Meno male. Il mio è andato distrutto a causa di Miller.

Dal vulcan di Petrovic partì una raffica, che non uccise nessuno, ma ferì tutti. Si ripararono tutti dietro dei muri.

K: fuggire non vi serivrà.

L: m***a, siamo senza munizioni. E’ la fine. Addio amici.

????: senza Petrovic, eleggeranno me boss delle mafie europeo – americane. Cioè Cosa Nostra e Mafia russa. Che contano ancora un bel migliaio di uomini sparsi per il mondo. Sarò il boss dei Boss, creerò un nuovo impero, molto più vasto di quello che avevo prima. Richiederà tempo, ma avrò rispetto, miliardi e soprattutto la mia vendetta. Bene, eliminiamo Kenneth.

Il personaggio misterioso prese anche lui un Minigun e centrò in pieno Kenny Petrovic uccidendolo. Poi scappò. Niko e gli altri si fecero mille domande senza risposta sull’ origine e il motivo di quella raffica di mitra che aveva ucciso Petrovic. Poi però, decisero di non pensarci più e andarono tutti alle loro case per preparare il piano anti- triade.

Share this post


Link to post
Share on other sites

XD! john Kenneth Miller, Kenny petrovic, Wu kenny Lee (comparsa della prossima parte)

Tutti kenny insomma.

Cmq stasera un'altra parte.

Edited by wlance96

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh, andiamo avanti.

PARTE 13 – I PROBLEMI DELLE TRIADI

In un ristorante cinese a Cerveza Heights , 2 cinesi discutevano.

H: padre, non sono riuscito a piazzare i diamanti. Il tempo è quasi scaduto, tutte le gang alle quali potevo vendere i diamanti sono state sterminate, e credo che tra poco toccherà a noi.

P: allora, Huang, fai come ti ho detto. Lascia perdere la vendita di questi diamanti e vattene da Liberty. Il primo aereo per San Fierro è oggi pomeriggio alle 15. In casa tua, ti abbiamo lasciato il biglietto, le chiavi dell’appartamento e l’occorrente per il viaggio. Arrivederci. In caso mi capita qualcosa, addio! Ora vai !

Huang andò nel suo appartamento nel cuore del quartiere di Cerveza, prese ciò che gli aveva lasciato il padre e prese un taxi diretto all’ aeroporto. Alle 15, l’aereo partì, destinazione S. Fierro .

Il padre di Huang e lo zio Wu Kenny Lee, andarono al Dragon Heart Plaza, per vedere come liberarsi dei diamanti. Arrivati al Dragon Heart Plaza, trovarono Hsin Jaoming con il figlio Chan e il loro amico Zhou Ming .

H: a che dobbiamo questa bella riunione?

WKL: dobbiamo liberarci di questi.

H: ma siete pazzi? Avete capito che questi, se ben piazzati valgono 3 milioni di $ ?

Padre di Huang: ci sono stati troppi spargimenti di sangue, intere gang sterminate. E’ il momento di finirla. Anche perché i prossimi ad essere uccisi saremo noi. Sanno sicuramente che abbiamo noi i diamanti. Sono disposti a gettarli pure a mare per farla finire.

H: hai ragione. Ma buttarli a mare è uno spreco.

WKL: allora che si fa, capo?

H: ora vediamo.

Nel frattempo, nell’ ufficio del Maisonette.

T: i miei contatti mi hanno detto che i pezzi grossi della triade si stanno riunendo al Dragon Heart Plaza. Magari è il momento buono per impossessarsi dei diamanti e liberarsi di quei musi gialli. Correte lì, prima che se ne vadano. Riprendetevi i diamanti.

Niko, Johnny e Luis andarono tutti e 3 armati di minigun comprati da Tony, sfondarono il portone ed entrarono. Ammazzarono tutte le guardie che incontrarono finchè non arrivarono nella sala dove c’erano i boss. I 3 puntarono i mitra.

N: abbiamo ucciso già 7 delle vostre guardie. Faremo lo stesso con voi se non ci date subito i diamanti.

Hsin: ve li regaliamo. Basta con morti e uccisioni. Non ne possiamo più. Stavamo giusto discutendo su come liberarci di questi diamanti della discordia. Tenete. Ve li diamo volentieri, ma andatevene da qui.

Niko e gli altri presero i diamanti e uscirono dal palazzo. All’improvviso, mentre stavano uscendo dal portone, esplose una granata lacrimogena. Un tizio alto, con la maschera antigas e una vecchia camicia hawaiana , stordì i 3 e rubò i diamanti. Dopodichè disse:

???: addio babbei. Tra poco sarò il signore di Liberty City, grazie ai vostri diamanti.

Niko e gli altri si coprirono il volto con i vestiti per non respirare molto di quel gas. 2 minuti dopo, la nuvola si esaurì. Niko si rivolse agli altri.

N: c***o, quello str***o ci ha rubato i diamanti.

J: e ora come lo troviamo ?

L: ho visto che è un tipo di circa 60 anni. Aveva una vecchia camicia hawaiana dell’ 85.

N: ma ora dove lo troviamo questo?

L: ora che ha i diamanti, non andrà di certo in qualche baracca, ma in posti per ricchi.

N: ma le ville di Alderney e Broker sono tutte abitate.

J: chi ha parlato di ville. Può anche essere in un appartamento a Star Junction o in un Hotel.

L: un campo ristretto. Altro non dovremo fare che cercare a Star Junction e Triangle. Hotel e grattacieli con appartamenti di lusso si trovano solo lì.

N: ok. Chiamiamo Packie e Tony. Vediamo se riescono a farsi consegnare gli elenchi degli ospiti degli hotel.

L:ma non sappiamo il suo nome.

N: sappiamo la sua età. In più, io lavoro anche come vigilantes ogni tanto. Una volta che avremo gli elenchi, cerchiamo i nomi di tutti i 60enni. Poi inserirò i nomi nei database della polizia, e vedremo dalle foto come si chiama colui che cerchiamo. Infine, ri controlliamo l’elenco, per vedere in quale Hotel alloggia colui che ha il nome segnalato dal database.

J: tu sei un genio !

N: modestamente. Ora muoviamoci.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sì, è ambientata dopo la fine della trilogia di GTA IV e 1 anno prima di CW.

PS: riguardo ai diamanti, so che valogno 2 milioni nel gioco, ma secondo la FF, per vari motivi, ci sono alcune gang potenti pronte a pagare quasi 3 milioni.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sì, è ambientata dopo la fine della trilogia di GTA IV e 1 anno prima di CW.

PS: riguardo ai diamanti, so che valogno 2 milioni nel gioco, ma secondo la FF, per vari motivi, ci sono alcune gang potenti pronte a pagare quasi 3 milioni.

Mettiamola così.Il fatto che in passato sia stata nelle mani di tanta gente (Gay Tony ad esempio) ne aumenta il valore.15/10.

Share this post


Link to post
Share on other sites

E adesso inizia la resa dei conti.

PARTE 14- TOMMY ” RE” VERCETTI

3 giorni dopo Niko riuscì a portare a termine il piano e scoprì che l’obiettivo era Tommy Vercetti , che alloggiava in una suite in cima al Majestic Hotel. Niko comunicò la scoperta agli altri.

N: ... ... ... e questo è tutto Luis.

L: ok Niko. Vediamoci a casa di Johnny domani per attuare un piano.

Il giorno dopo, di mattina, tutti e 3 erano raccolti nel salotto della casa semi – diroccata di Johnny.

L: Johnny, dovresti riverniciare le pareti, spolverare tutto, far riparare un po’ l’esterno e le scale che portano alla soffitta. E poi dovresti sostituire alcuni mobili. Sta casa è una baracca. Non hai neanche una TV e invece che sul letto dormi o sul divano o su un vecchio materasso.

J: lo so. E’ per questo che voglio almeno una parte dei diamanti. Comunque. Mi avete detto che il bersaglio è Tommy Vercetti. State attenti. E’ pericolosissimo. La lista dei suoi crimini è più grande del colosseo. Era il signore incontrastato di Vice City, potentissimo. Ma 6 anni e mezzo fa, ha dichiarato la guerra a un killer della vecchia Liberty City. Questo killer già era potente quasi quanto Tommy, poi si è alleato a un gangster bravissimo con le armi, un nero di San Andreas e l’hanno ucciso. Ma se è qui, vuol dire che lui era ancora vivo, e non era morto davvero.

N: ma tu come c***o sai tutte queste cose ?

J: nel mio enorme tempo libero, leggo molti giornali.

L: cmq, ora, dobbiamo far appostare Terry, Clay, Armando ed Henrique come cecchini fuori dal Majestic , nel caso Tommy cerchi di scappare. Poi, io, tu e Johnny entreremo nella suite direttamente dal soffitto. Basterà paracadutarci dall’alto. Poi, ognuno di noi deve avere ogni arma possibile con se e anche un secondo paracadute, per fuggire dal Majestic velocemente e con sicurezza. Sicuramente arriverà la polizia.

N: allora andiamo.

3 ore dopo, i cecchini erano già posizionati intorno all’ Hotel Majestic , mentre Niko, Johnny e Luis erano sul Maverick di Brucie armati e pronti a paracadutarsi. Appena l’elicottero raggiunse posto e quota giusti , i 3 si paracadutarono e atterrarono sul tetto del Majestic.Arrivarono 4 guardie sul solaio, ma furono cecchinate da Armando. I 3 entrarono e si divisero. Johnny uccise 2 mafiosi che si trovavano in camera da letto. Luis ne uccise altrettanti in cucina, mentre Niko uccise i 3 mafiosi nel salotto. Poi scesero le scale, dove c’era un'altra guardia. Niko uccise la guardia e andò nel corridoio del piano inferiore seguito da Luis e Johnny. Nel corridoio, trovarono Tommy. Tommy entrò in ascensore e fuggì.

N: se aspettiamo che Tommy arriva a terra e l’ascensore risale, siamo fregati. Torniamo sul tetto e lanciamoci giù.

In un minuto i 3 arrivarono di corsa sul tetto e si paracadutarono. Dopo 30 secondi atterrarono e videro Tommy entrare in un auto. Niko rubò una macchina, fece salire gli altri e seguì Tommy. Tommy si fermò in uno stabilimento abbandonato della Sprunk, ad Alderney ed entrò.

N: c***o. Questo posto è pieno di tranelli e coperture, ed è difficile orientarsi. Ma io ci sono già stato, conosco bene il posto. Dopo un bell’ inseguimento, i 3 arrivarono sul tetto, dove trovarono Tommy con 2 minigun un mano, e una UZI e degli esplosivi nei foderi della cintura.

T: a differenza di quel che credete, non stavo scappando. Io non scappo mai. Volevo attirarvi qui solo per fare meno danni e passare più inosservati.

N: dove hai messo i diamanti ?

T: sono all’ Hotel ben nascosti. Il tempo di uccidervi e tornerò a prenderli. Potrò finalmente ricostruire il mio impero. Sono stato appena nominato Padrino delle mafie euro-americane. In questi anni ho fatto velocemente carriera, e voi avete contribuito eliminando o facendo fuggire i miei pochi superiori rimasti. Appena venduti i diamanti, potrò ricostruire il mio impero da capo e diventare il Boss dei Boss. Poi finalmente, mi vendicherò di quel bastardo che mi ha tolto tutto. Ora se volete scusarmi, dovrei uccidervi.

Partirono delle raffiche che ferirono tutti e 3. Ma per fortuna si gettarono dietro copertura. I 3 presero le loro armi fidate. Niko l’ AK – 47, Johnny il fucile a pompa d’assalto e Luis il SAW. Partirono altre raffiche che ferirono Tommy. Tommy rispose con altre raffiche di Vulcan, ferendo alle mani Niko e Johnny, che le avevano tirate fuori per sparare. Alcuni passanti udirono il rumore delle raffiche di mitra provenire dal tetto. Chiamarono allora la polizia. 5 minuti dopo si sentirono le sirene e Luis, sporgendosi vide 5 auto della polizia nel cortile sotto l’edificio.

L: m***a. Meno male che dovevamo passare inosservati.

Tommy salì su una scala, e vide 4 poliziotti sotto il buco che c’era sul tetto. Tommy sparò alla trave che cadde in testa a 2 poliziotti e bloccò il terzo cadendogli sulla gamba. Il quarto fu freddato. Tutto questo in pochi secondi. In cui Niko riuscì a colpire il braccio di Tommy con un intera raffica.

T: di nuovo. Non è possibile !

Tommy lasciò uno dei minigun. Con l’altro però riuscì a centrare a sua volta il braccio di Niko.

Luis centrò Tommy in pieno petto con una raffica del SAW. Purtroppo Tommy aveva il giubbotto anti- proiettile e Luis aveva finito le munizioni del SAW. Luis allora, prese la UZI e continuò a sparare. Dopo 10 minuti di battaglia furiosa, Tommy finì le munizioni dell’ altro vulcan e prese la UZI, sparò, ma non riuscì a colpire nessuno. Erano riparati bene. Dopo 2 minuti fu ferito alle gambe dai proiettili di Niko, Johnny e Luis. Tommy allora lanciò degli esplosivi che distrussero le coperture. Poi ne lanciò un altro, ma Niko e gli altri evitarono l’ esplosione andando sul tetto inferiore. Poi risalirono e Johnny lanciò un candelotto. L’esplosione salzò indietro Tommy. I 3 si avvicinarono. Tommy si avvicinò e sparò un ultima raffica con la UZI. Finì le munizioni. Era disarmato.

Johnny si avvicinò e disse: sai, uno di noi, da solo, non sarebbe riuscito a batterti. Ma è anche vero, che tu non hai più 38 anni, ne hai 60, e quindi non puoi permetterti più di affrontare 3 uomini assieme. Addio Re Vercetti.

Johnny sparò con le ultime 3 munizioni del suo fucile a pompa, centrandolo in piena fronte. Tommy cadde nel vuoto e si sfracellò a terra.

N: complimenti Johhny.

J: grazie, ma se non eravamo tutti e 3 assieme, sarei, anzi saremmo tutti morti. Ora andiamo a prenderci i diamanti al Majestic. Appena li ritroveremo, nemici come prima.

L: ok.

SCELTA MORALE: Chi volete che prenda i diamanti nel prossimo capitolo?

Votate nel sondaggio che ho aperto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×