Jump to content
GTA-Series.com Forums
Shadd

Lad Anar

Recommended Posts

Lad Anar, grande città situata molto ad ovest di Luxoria, lungo la costa, è una città stato su cui il regno ha da tempo rinunciato a mettere le mani. Il luogo presenta un numero enorme di guardie armate, la cui divisa blu scura bordata di filo d'oro rende l'idea della quantità di denaro disponibile a chi governa la città; coppie di guardie sono disposte quasi ad ogni angolo, a portata d'occhio l'una dall'altra, e regolarmente ai lati delle vie vi sono guardiole coi tetti a terrazza, su cui vigilano degli arcieri, la cui divisa è di colore turchino, forse perché siano più visibili dai propri compagni e da chi influenzano in quanto deterrenti.

Gli edifici sono costruiti in pietra, a secco o fissata con della calce, mentre i tetti sono in legno e coperti di pagliericcio. Non ci sono grandi folle in giro ma la città è molto popolosa e piccoli gruppi di persone, spesso e volentieri anche singoli individui, passeggiano schiavi delle loro occupazioni. Tutti gli edifici sembrano abitazioni, e fuori dal quartiere del porto o dal mercato non vi è nessuna attività commerciale eccezion fatta per osterie e locande: prova del fatto che l'urbanistica del posto è gestita ferreamente dal governo.

Lungo una strada vicina al cancello principale, che da ad est, vi è una locanda molto frequentata, che presenta un'insegna di legno appesa sopra la larga porta; essa reca un curato dipinto raffigurante un pesce morente su una botte, e la dicitura Locanda Pesce in barile. I nomi di questo genere di attività sembrano piuttosto monotoni, lungo il porto ad esempio, un'osteria reca il nome di Pesce fuor d'acqua, luogo da cui fuoriescono vociate e canzoni poco signorili a frotte, con frequenza poco maggiore degli ubriachi buttati fuori a calci ad ogni ora del giorno.

In uno dei quartieri più silenziosi della cittadina si erge, con largo distacco dagli edifici circostanti, una enorme chiesa gotica notoriamente controllata dal culto di Nemesis, il quale qui non è proibito e sembra anzi dominante su quello di Draco, che ha sede in una bianca cappella non lontana dal mercato. Vicino al centro della città, alla fine della stessa via che da sul portone est e vicina a quasi ogni luogo rilevante della città, vi è una grande piazza che funge da crocevia per le tre strade principali che tagliano ad angolo retto tra gli edifici fino alle alte mura di cinta, ed al centro di essa vi è un anfiteatro in cui molta gente s'incontra, quando non vi sono celebrazioni o annunci in corso.

---

[Vicino alla cattedrale di Nemesis]

Dall'esterno, l'enormità dell'edificio si palesa agli occhi in quella che sembra un'enorme cattedrale sulla cui pietra sono scolpite lettere incomprensibili. I due escono dal recinto del posto verso il resto della città, ma è facile immaginare che ci si trovi ancora sopra il sotterraneo controllato dai nemesiani. L'architettura della città non è, a differenza di Luxoria, in prevalenza di legno e calce: qui le case sono in pietra, i tetti probabilmente di legno, coperti di paglia per difenderli dalle intemperie. Lungo la via, Eoden nota che molti rivolgono cenni di saluto a Namiiz, cenni che lui ignora con un espressione tranquilla mentre conduce il nordico lungo le larghe vie del posto.

- Allora, da dove cominciamo? In città c'è di tutto. Hai bisogno di qualcosa in particolare? -

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

OFF: Intorno nel senso dalle parti di. La città non è un quadrato/cerchio/quelcheè ben preciso quindi non ha un centro ben preciso. Correggo con qualcosa di meno equivocabile vah.

Comunque sì, l'anfiteatro rappresenta gran parte della piazza ed è quindi al centro della città.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

- Bene allora. Ci sono botteghe, un anfiteatro in cui a tempo perso allestiscono duelli, c'è il mercato, il porto con la sua disgustosa puzza di pesce e anche un tempietto di Draco, se ogni tanto ti venisse voglia di ridere di gusto. -

< Afferma ciò apertamente, senza neanche curarsi di chi ha intorno, continuando a camminare con noncuranza. >

- C'è un lavoretto che la signora vorrebbe che svolgessi, ma fino al suo ordine puoi fare quello che vuoi... compreso procedere da solo, se non volessi la mia compagnia; la via per il tempio la ritroveresti comunque. -

< Camminando, sono intanto spuntati in una grande piazza in mezzo ad un viavai di gente. Al centro di essa, il promesso anfiteatro, visto di spalle, perciò è impossibile determinare se vi sia qualche evento in corso o anche solo gente seduta sugli spalti di pietra liscia. >

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

OFF: Si, lo so, per frequenza sono inqualificabile. Evito di spergiurare robe che poi non mantengo, quindi.

< Osserva la città senza soffermarsi più di tanto su nessuno dei particolari indicatigli da Namiiz, finché non giunge in quella che suppone essere la piazza centrale di Lad Anar. In essa si gode della vista dell'anfiteatro della città. >

- Vi è in corso un qualche evento per caso? -

< Domanda indicando la costruzione. >

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

- No, ma i quartieri della città sono governati da magistrati che si riuniscono qui periodicamente. Ogni tanto poi si esibisce qualche compagnia di attori. Talvolta i loro melodrammi sono alquanto intrattenenti, devo dire. Ah già, periodicamente si svolgono anche combattimenti, spesso tra bestie catturate o sotto effetto di incantesimi, ma anche tra uomini ed orchi, alle volte. -

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

- Capisco... -

< Mormora di rimando alla breve spiegazione di Namiiz, a cui sembra mostrarsi in realtà ben poco interessato, quasi che la sua fosse solamente una domanda di circostanza, proferita per passare il tempo. >

- Dato che la chiamata della signora tarda ad arrivare, sai indicarmi dove poter fare qualche acquisto? E' da tempo che sono un po' a corto di equipaggiamento, sebbene non mi manchino le finanze personali... -

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

- Ma certamente, seguimi. -

< Lo conduce quindi attraverso larghe strade che permettono al forestiero di notare l'ordine urbanistico della città, come se fosse stata progettata accuratamente prima dell'esplosione demografica che porta un crocevia, o in questo caso un porto, a evolversi da villaggio a città. Durante il cammino, i due incrociano un uomo vestito di bianco (grigio in realtà: la veste non sembra nuovissima), intento a leggere un rotolo mentre passeggia in rotta di collisione col duo di nemesiani; quasi non fa in tempo ad accorgersi di loro, ma è facile notare per Eoden che lo sguardo che si volge dal testo alla strada passa da un quasi disinteressato sbirciare per evitare ostacoli ad un guizzo di sorpresa e probabilmente paura alla vista di Namiiz, sufficiente a farlo letteralmente balzare di alto per evitarlo. Dal canto suo, Namiiz ignora totalmente la scena, con un vago e brumoso sorriso in volto, come se fosse in pace con sé stesso.

La presenza di una bancarella di spezie parecchio fornita segnala finalmente il raggiungimento del mercato, dove a differenza del resto della città vi è una vera e propria folla, anche se meno caotica del mercato Luxoriano, data l'ampiezza maggiore della via. Il percorso è leggermente in discesa, è quindi facile vedere che il viale del mercato si estende a lungo per poi svoltare verso sud, con probabilmente altri negozi ancora dopo la curva. >

- Allora, di cos'è che hai bisogno esattamente? Conosco fabbri, armorari e qualsiasi altro genere di artigiano che potrebbe servirti. -

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

- Armoraro sia allora. Seguimi. -

< Risponde continuando a scendere per la lunga via. Man mano che il due prosegue, si sentono sempre più echeggiare sul frastuono generato dalla folla, tintinnii e stridii metallici provenienti da oltre la curva, direzione che Namiiz imbuca. Nel precedente viale le merci esposte erano soprattutto cibarie: ortaggi, cereali, carni e latticini, mentre adesso a prevalere sono i fabbri, i sarti e i falegnami: un'altra testimonianza dell'organizzazione ferrea che regna nella città. Seguendo Namiiz, Eoden passa davanti ad un fabbro che pare esporre solo chiodi e strumenti da lavoro, e un altro che invece espone diverse armature metalliche dall'aspetto solido e lucente, ma il nemesiano le ignora del tutto passando oltre. Subito dopo la bancarella di un tessitore alle prese con un insistente cliente dalla voce stridula e penetrante, vi è un altro armoraro a cui Namiiz finalmente si rivolge, con il suo evidentemente abituale tono vagamente mellifluo. >

- Salve, amico Tanrìm, ti presento Eoden, un mio collega frescamente arrivato. Voglio che tu lo tratti come tratteresti me; nello specifico, fa come se ti chiedessi degli schinieri di qualità. -

< Tanrìm, muscoloso, come si addice ad un fabbro, è alto e correda dei capelli corti brizzolati ad un pizzetto di barba lungo e curato; nonostante i capelli, dimostra d'essere comunque giovane, e i suoi muscoli risaltano fuori dalla tunica dalle maniche strappate, sotto i riflessi del sole. >

- Salve a voi. Ditemi quindi, Eoden, ho molti schinieri di varie forme costruiti da me personalmente. Cuoio o metallo? -

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

OFF: Ho visto adesso nella scheda una cosa: puoi equipaggiare sia la maglia ad anelli che la tunica, non è necessario che ne indossi solo una alla volta (dato che uno è un vestito e l'altro un'armatura fatta per essere complementare.

- Schinieri di cuoio, ma certamente. -

< Risponde con cortesia; si ferma un attimo a riflettere, ricordando forse i modelli in possesso e la loro locazione. Con un cenno di congedo si ritira all'interno della bottega, nell'edificio subito dietro la bancarella. Torna una manciata di secondi dopo con in braccio tre diversi schinieri che pone ordinatamente in fila sul piano in legno. >

- Questi sono i miei migliori modelli. -

Schinieri borchiati [Armatura media] [DIF +4]

Schinieri di cuoio [Armatura leggera] [DIF +1, DIM +2]

Schinieri in cuoio decorati [Armatura leggera] [DIF +2, DIM+3]

- Per voi, amici miei, sono solo 60, 54 e 78 drachi. -

< Propone, indicando ad uno ad uno i modelli man mano che ne enumera i prezzi. Poi alza la testa guardando prima Namiiz, poi Eoden, aspettando la sua risposta all'offerta. >

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

OFF: Ok, modificato.

< Si lascia sfuggire un breve sorrisetto di compiacimento quando sente il prezzo irrisorio propostogli. E' indubbiamente soddisfatto di vedersi nuovamente concessi privilegi di un certo livello, dopo molto tempo. >

- Prendo questi. -

< Dice dopo una breve contemplazione durata pochi istanti, indicando gli schinieri decorati. Pone mano al sacchetto delle monete e ne trae fuori i 78 drachi, ponendoli sul tavolo. >

Modificato da Hitman_

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o effettua il login per commentare

Devi essere un utente registrato per poter lasciare un commento

Registrati

Registra un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Login

Hai già un account? Effettua il login qui.

Effettua il Login

  • Visitatori Recenti   0 utenti

    Nessun utente registrato sta visualizzando questa pagina

×