Jump to content
GTA-Series.com Forums
Sign in to follow this  
Mr. Vercetti

The Revenge of Victor (TRoV)

Recommended Posts

Fantastica *_* ma Chez Tommy non sarebbe ''Da Tommy'' se lo si vuole tradurre dal francese all'italiano???Non so se Vercetti estate lo dice nel gioco perchè l'avevo quasi finito solo che ho dovuto interrompere per problemi al PC :(

Comunque continua al più presto che la cosa si fa avvincente! :)

Grazie mille, in GTA VC ho visto che nei video Inglesi si chiama "Tommy Estate" mentre mi ricordo che nella versione Italiana si chiama "Chez Tommy", ora non ricordo bene.

Ecco cosa ho trovato su Series: http://www.gta-series.com/it/vicecity/proprieta.html

Chez Tommy o Vercetti Estate

Locazione: Starfish Island

Costo: Nessuno, si acquisisce dopo la missione "Eliminazione"

Altro: Un garage (da due posti). Due eliporti (Tetto-Maverick, Piscine sul retro-Sea Sparrow).

La villa più grande di tutta Vice City. Non per nulla dimora di Mr. Coca e successivamente del Re Vercetti una volta ultimate le missioni per il "Circolo di protezione". Questa villa, nettamente ispirata alla villa di Scarface, è situata sul lato sud di Starfish Island. Si erge su tre piani con terrazza calpestabile. All'interno della villa possiamo trovare un bar, un ufficio e uno stanzino con vari bonus. Sul retro e ai lati sono presenti un semplice labirinto di verde e varie piscine più o meno grandi con la presenza di una banchina per attraccare o salire a bordo di navi e barche.

Quindi si può chiamare in tutti e due i modi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

CAPITOLO 15: VIC E PHIL IN AZIONE

Mentre gli uomini di Vercetti stavano spogliando i cadaveri, Lenny controllava sotto gli occhi vigilanti di Tommy i messaggi dei cellulari. Nessun messaggio pericolo fino ad ora, ma non era tempo da perdere questo: il cellulare di Lenny squillò. Questi prese lentamente il telefonino e vide la chiamata, era Sonny Forelli in persona. Tommy fece cenno di rispondere e Lenny ubbidì.

LENNY: Pronto, boss!

SONNY. m***a, Lenny! Ero preoccupato per te! Hai sentito degli altri?

LENNY: Chi?

SONNY: A quanto pare abbiamo scoperto che ci stavano tradendo, però ho mandato i miei uomini ad ucciderli. Non so di preciso chi erano, tu non ne sai nulla?

LENNY: Vorrei dire nulla, ma non posso: volendo aiutare i miei amici ho rincorso pure io quei bastardi traditori e ho visto i miei compagni morire tutti. Me ne sono andato e mi sono riparato in un posto sicuro, lo so potrebbe sembrare una vigliaccheria ma preferivo non morire e avvertirle di tutto ciò.

SONNY: La faccenda è molto importante, per questo ti ho chiamato in persona. Vieni immediatamente qui, dobbiamo parlare. Non sappiamo nulla, quindi tu ci aiuterai.

LENNY: OK boss, ora mi metto subito alla guida.

Finita la chiamata telefonica, Lenny riferì tutto a Tommy che decise si sfruttare questa situazione: non sapendo nulla, Sonny poteva essere facilmente ingannato, Lenny gli avrebbe fatto credere che Tommy non sapeva nulla per la morte delle spie, così Sonny avrebbe teso una trappola all'italo-americano senza sapere, però, che Tommy era a conoscenza di tutto. Lenny partì subito, prese una Blista Compact e si diresse verso il rifugio del capo dei Forelli. Intanto Victor decise di iniziare a colpire gli affari dei Cholo e Phil Cassidy lo avrebbe aiutato -specialmente nel commercio illegale delle armi. Il nostro eroe sautò Tommy e, uscito dalla villa, rubò una bella Banshee per partire verso il suo rifugio. Durante il tragitto dell'auto:

VIC: Pronto, chi è?

LANCE: Sono io, fratello. Come ti vanno le cose?

VIC: Diciamo bene e spero che filino lisce per un bel po' di tempo. Come mai mi stai chiamando?

LANCE: A me vanno benissimo! Mamma mia, le pollastrelle di Vice City non ti deludono mai! Ma, visto che a te dà fastidio un discorso del genere, ti ho chiamato per chiederti una cosa. Cosa è successo da Tommy?

VIC: Te lo spiegherò stasera, ok? Vediamoci alle 20:00 davanti a casa tua.

LANCE: Va bene, però non far ritardi!

VIC: Se ci sono imprevisti ti telefonerò subito.

Vic chiuse la telefonata e chiamò Phil Cassidy.

VIC: Phil, come vanno le cose?

PHIL: O Vic! Grazie mille per avermi salvato! Alla grande, anche se mi manca il mio braccio, però so ancora sparare! Mi manca anche la broda, che fine ha fatto? Sono sobrio da chissà quanto tempo, povero me!

VIC: Spari ancora? Bene, allora mi servirebbe il tuo aiuto. Dobbiamo essere una spina nel fianco per quei Cholo, quindi partiamo e distruggiamo i loro affari; ci stai?

PHIL: Certo che ci sto! Incontriamoci al porto, mi farò dare un passaggio da un Taxi. c***o, non posso nemmeno guidare!

VIC: OK, ora sfogherai pure la tua rabbia su quei bastardi, ancora un po'..

PHIL: OK, ciao!

Raggiunto il porto, i due partirono per attaccare gli acerrimi nemici; ce l'avrebbero fatta? Phil spiegò a Vic che, da quello che aveva sentito, c'era un palazzo dove erano contenute tutte le armi dei Cholo, compresi esplosivi. Bastava attaccare a sorpresa e uccidere tutti, visto che la gang nemica era occupata a respingere gli attacchi dell'esercito. La situazione non era molto buona, dato che il numero dei soldati non bastava, la CRASH riforniva sempre i propri alleati e rubava carroarmati o elicotteri militari tramite degli infiltrati, erano pienissimi di armi molto potenti che avrebbero potuto uccidere una decina di soldati in poco tempo -per esempio il famigerato Minigun Vulcan o l'M60- e mancava poco che una rivolta colpisse tutta Vice City sprofondando nel caos più profondo. Passati da Baker, diedi bikers si diressero come rinforzi insieme ad altri dieci membri della Triade. Avvicinatisi all'edificio (l'esercito li aveva fatti passare, visto che il nostro eroe era un “collaboratore” del Capo) Victor fece partire la sua auto che si schiantò contro l'edificio, in questo modo le dieci guardie che si trovavano davanti l'entrata principale morirono in pochi secondi per l'esplosione. La situazione era questa: Vic con M60, Phil con SMG e i bikers con fucili a cannze mozze si trovavano davanti ai cinquanta Cholo che erano venuti a uccidere i rompiscatole, mentre gli uomini della Triade si trovavano su dei tetti pronti a far fuoco con dei fucili di precisione. Vic e Phil con le proprie armi uccisero una grande parte dei nemici presenti allo scontro, mentre i biker pian piano si avvicinavano al deposito uccidendo tutti quelli che si trovavano davanti alla loro vista e piazzando delle bombe nel deposito mentre i cecchini li proteggevano dall'alto. La guerra che c'era fra Cholo e l'esercito impediva a molti uomini di questa gang di proteggere il territorio intorno al deposito e non si potevano sentire i rumori della sparatoria, ma non c'era tempo da perdere perché un biker è stato avvisato da un compagno che dei bastardi si stavano avvicinando all'area. Piazzate per bene le bombe, il palazzo saltò in aria facendo un rumore che venne sentito in tutta Vice City, incutendo timore fra tutti i cittadini.

PHIL: Così tante belle armi, sprecate.. che ingiustizia.

VIC: Phil non abbiamo né un'auto né il tempo per portare queste “dolcezze” a casa, è meglio scappare!

Dei biker vennero subito in soccorso dei nostri amici, i quali salirono a bordo delle moto e partirono via.

VIC: Senti, ci conviene stare dietro, così se ci inseguono coprirò io i nostri amici.

BIKER #1: OK, pensi solo tu a sparare o ti do una mano io?

VIC: Pensa a guidare, almeno eviteremo incidenti. Eh?! Eccoli!

Delle Sabre Cholo stavano inseguendo Victor che cominciò a sparare contro gli autisti, alcune auto uscirono fuori strada o bloccarono il cammino alle altre, mentre altre ancora sbandavano facilmente per le ruote bucate da proiettili. Posso dire, e questo è vero, che Victor era diventato molto abile con le armi da fuoco, tutte queste esperienze sono servite molto a tenerlo allenato e lo divertivano anche, come due anni fa; già.. ne era già passato di tempo da quando doveva stare dietro a Lance, risolvere i migliaia di problemi e farsi una reputazione a Vice City, era davvero stressante la vita, ma un po' gli mancava ed ora ce l'ha (anche se l'unico inconveniente è che c'è il rischio di perdere la vita con pochissimo). Alcune Voodoo vennero ad aiutare i propri alleati e alcuni biker e membri della triade cadevano morti dalla loro Angel, mentre Victor cercava di uccidere più nemici possibili, anche se non era facile visto che il ciclista percorreva a zig zag per evitare proiettili.

VIC: Ma perché non mi fai mirare bene?!

BIKER #1: E' troppo rischioso, piuttosto distraili e scappiamocene via, ne arrivano sempre di nuovi e non ce la fare mai!

VIC: OK, ho ancora delle bombe, mi serviranno per fare un po' di casino e bloccare la strada.

BIKER #1: Lanciane due, non si sa mai..

VIC: OK, faccio subito!

Vic prese due granate e le lanciò contro le auto. Un'esplosione uccise una decina di Cholo e distrusse cinque-sei veicoli che bloccarono involontariamente gli altri. Finalmente tutti poterono tornare alle proprie case e riposarsi, mentre i Cholo ricevettero un duro colpo: è un segno della loro prossima fine? O solo un colpo di fortuna?

FINE PRIMA PARTE

Share this post


Link to post
Share on other sites

1000/10 bellissimo capitolo pieno di azione :D e poi alla fine ti viene troppa voglia di continuare per sapere come va a finire...

Sto scrivendo la seconda parte, ma non è piena d'azione; ogni tanto ci vuole qualche pausa ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quel giorno passò in fretta, dopo l'inizio della vera guerra contro i Cholo-Haitiani, ora Victor si stava preparando per andare da Lance. Doveva dirgli tutto quello che era successo, dell'inganno svelato dei Forelli e di una guerra estenuante e dall'esito ancora sconosciuto. Dopo essersi fatto una breve doccia e riposato il pomeriggio, Vic scese dalla casa -quella che aveva usato come prima dimora nel 1984- e salì a bordo dell'auto parcheggiata nel garage, una Blista Compact che ha rubato e che si è conservato, visto che ormai chi usciva a Vice Port era qualche criminale o temerario: anche lì si aveva paura della “guerra” o di qualche malintenzionato. Erano le 19:30 e Vic si poteva prendere tutta la calma, in questo modo rispettava i semafori, dava la precedenza agli altri autisti e si ascoltava tranquillamente Flash FM; attraversato il ponte raggiunse in fretta a casa di Lance.

VIC: ( suona il campanello ) Lance, sono io, Victor.

LANCE: ( parla da dietro la porta ) Aspetta! Ora esco..

VIC: OK.. aspetto tutto il tempo che vuoi. Non dirmi che fai così anche con le ragazze.. si annoierebbero subito.

LANCE: Guarda che le ragazze sono MOLTO contente di stare con me! Sudano sette camice per stare al passo con me! Non hai visto che bella Infernus e Maverik? Già da quello si capisce che sono il migliore!

VIC: OK, però hai finito? Non voglio stare qui ad aspettare per ore ed ore.

LANCE: ( esce scocciato da casa ) Eccomi!

VIC: Scusa, eri tu quello che voleva parlare con me.

LANCE: Sbaglio o hai detto tu alle 20:00? Comunque basta, andiamo al Malibù.

VIC: Ottimo, guidi tu?

LANCE: Sì, è meglio non sfasciarla la mia auto.

I due salirono in auto ed iniziarono a parlare di ciò che era successo.

LANCE: Dunque fratello, stanno così le cose?

VIC: Sì, i Forelli cercano di farci fuori con qualche tranello, ma noi staremo al loro gioco per poi colpirli all'improvviso.

LANCE: E' strano che tutti quanto vengono a Vice City appoggiando una gang da quattro soldi come quella dei Cholo.

VIC: Lo so, però i commerci di droga e i business vari, evidentemente, attirano moltissimo. Secondo me, una volta vinta la guerra, i Cholo soccomberanno sotto o la CRASH o i Forelli o chissà chi altro.. ma non sopravviveranno a lungo.

LANCE: Peggio per loro, potevano non cercare di vendicarsi e collaborare con noi. Piuttosto, sei venuto con una Blista Compact?

VIC: Sì, l'ho comprata, anzi me l'hanno regalata, al Sunshine Autos. Nessuno si preoccupa più di avere un'auto a causa di questa crisi.

LANCE: M-mi sto trattenendo..

VIC: Eh? Che vuoi dire?

LANCE: Fratello! Ma non avevi liberato la Climeneus? Perché non abiti lì? Ci sta una bella Comet che ti aspetta! Ti ho comprato, questa volta a spese mie, il Big Willie che ti aveva fregato quel bastardo! Ormai non devi più nascondere che sei ancora vivo, fatti valere! Dimostra a tutti, specialmente alle ragazze, la tua ricchezza! Hai una Comet, c***o!

VIC: Allora l'hanno ripulita, era piena di cadaveri. E poi non mi piace molto il lusso, meglio spendere i soldi per le armi e per i nostri uomini.

LANCE: Forse hai ragione, ma con il nostro racket di protezione stiamo ricevendo cinque mila dollari al giorno! Quelli vanno bene per la gang, ma i soldi che guadagni dall'impero?

VIC: Ne guadagno abbastanza, ho l'intera Vice Beach.

LANCE: Ottimo! L'unica cosa che dobbiamo fare è espanderci. Tommy ci sta aiutando con la droga e altri piccoli affari, ma per il contrabbando e l'estorsione devi pensarci tu.

VIC: E tu?

LANCE: Io aiuto Tommy, in fondo i soldi sono di tutti e tre, no?

Fra una parola e l'altra, Vic aveva raggiunto il Malibù e, dopo aver parcheggiato l'automobile, vi entrò gratis, essendo il proprietario. I due fratelli si sedettero al bancone e Lance ordinò da bere per lui e il fratello che stava osservando le persone che stavano ballando: sembravano tutti divertirsi, ognuno muoveva il proprio corpo a ritmo, mentre altri entravano in pista e cercavano di impressionare qualche ragazza; Vic ci era venuto poche volte e mai aveva ballato, aveva troppo da fare e l'unica cosa che poteva fare era bere e partire per fare qualche lavoretto. La barista avvicinandosi, appoggiava al bancone i drink, Lance cominciava a bere e, dopo 5 minuti, interruppe Victor per parlare.

LANCE: hai visto qualcuna che ti piace?

VIC: No, stavo solo pensando.. senti, in questi giorni dovremmo inviare dei soldi a Pete, è da mesi che non lo faccio. Quello scambio mi avrebbe aiutato economicamente, ma credo che adesso sto abbastanza bene e potremmo inviargliene un po', no?

LANCE: Sì, hai ragione. Peccato che non sta qui con noi, sarebbe bello vedere la banda Vance al completo qui a Vice City. I Cholo, la CRASH e i Forelli non ci farebbero nemmeno il solletico.

VIC: ( sorseggia lentamente il suo drink ) No, non sarebbe affatto bello. Rischierebbe troppo qui e poi avrebbe troppi problemi di salute per aiutarci concretamente. Se sta a casa almeno fa compagnia a zia Enid e questa è la cosa migliore.

LANCE: ( rivolto alla barista ) Dammene un altro, baby! A proposito, devi ringraziarmi fratello!

VIC: Per cosa? Vediamo cosa hai combinato..

LANCE: Ah ah ah! Non è affatto bella, ma rido perché sono felice e tu sarai fiero di me, te lo giuro!

VIC: Sentiamo, sentiamo..

LANCE: Oggi mi hanno contattato dei tizi, sembravano a posto, e mi hanno detto che potevamo ottenere un bel po' di soldi facilmente, come rubare una caramella ad un bambino. Allora vado da loro, si trovano a Downtown, e incontro delle persone vestite con delle giacche e dei pantaloni neri e fra le mani avevano un AK-47, eleganti e ben armati. Ho parlato con loro e ho stretto un affare, l'unica cosa che dobbiamo fare è guidare un furgone pieno di droga da Vice Port fino a Downtown, nel punto che mi hanno indicato. Un giochetto da ragazzi e senza troppi problemi, no? Domani avremo due mila euro a testa! Allora, sono o non sono il migliore?

VIC: ( sputando il drink che stava bevendo ) CON CHI HAI PARLATO? MA QUELLI SONO I FORELLI!

FINE SECONDA PARTE

In questi giorni non potrò scrivere, quindi la FF verrà interrotta per circa una settimana.

Share this post


Link to post
Share on other sites

LANCE: Oggi mi hanno contattato dei tizi, sembravano a posto, e mi hanno detto che potevamo ottenere un bel po' di soldi facilmente, come rubare una caramella ad un bambino. Allora vado da loro, si trovano a Downtown, e incontro delle persone vestite con delle giacche e dei pantaloni neri e fra le mani avevano un AK-47, eleganti e ben armati. Ho parlato con loro e ho stretto un affare, l'unica cosa che dobbiamo fare è guidare un furgone pieno di droga da Vice Port fino a Downtown, nel punto che mi hanno indicato. Un giochetto da ragazzi e senza troppi problemi, no? Domani avremo due mila euro a testa! Allora, sono o non sono il migliore?

But we're in America!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×