Jump to content
GTA-Series.com Forums
Sign in to follow this  
NJL

La storia di Tony:TCS

Recommended Posts

Capitolo VI:La commissione

Tony fu svegliato da un altra botta in testa.La prima cosa che vide fu Fernandez che lo sovrastava fissandolo con odio,poi si accorse che era dentro una specie di cella legato a un tavolo e vide che fra il legno poco sotto tra le sue gambe spuntava una lama sporca di sangue.

F:Qui è dov'è torturiamo i prigionieri.Basta che faccio girare questa leva e la lama si muove verso di te.Il capo ha detto che ti vuole vivo ma ciò non mi vietà di maltrattarti un pò.In fondo se quello che dicono hai fatto è vero potrai aiutare il Cartello anche da eunuco.

Tony cominciò a sudare.La situazione non era per niente buona.Con un ghignò il Colombiano poggiò la mano sulla leva.

Un urlo lacerò la stanza.

Fernandez cadde a terra premendo la mano che stava per adoperare sulla ferita alla spalla.

C:Brutto s*****o!Allora non mi sono spiegata:Ti avevo detto di non fargli niente.Un uomo senza p***e non mi serve a un c***o.Sai quanto tempo gli si sarebbe voluto per guarire e a me serve subito.

Fernandez sembrò non ascoltarla,troppo occupato a cercare di togliersi il proiettile dalla carne.

Catilina allora gli puntò addosso la pistola ancora fumante con cui gli aveva sparato da dietro.

C:Forse non sono stata abbastanza chiara o magari sei tu che sei un pò duro d'orecchi.

Allora Fernandez si affrettò a rispondere-

F:No capo....Ho capito!Mi dispiace...Non succederà più :cry: .

Catilina ritrasse l'arma con un mezzo ghigno sul muso e si avvicinò a Tony calpestando,forse volontariamente,il braccio all'uomo a terra.

Tony vide la donna osservarlo un momento poi lei si avvicnò al suo recchio e sussurò delle parole.

C:Sai,ho avuto modo di conoscere tua madre durante il rapimento.Gran donna!Ce n'è voluto per trascinarla via dalla sua bettola e due dei miei uomini lo sano bene visto che non sono più qui per raccontarlo.Spero che tu abbia preso da lei.

Poi si rigirò e ordinò a Fernandez appena alzato.

C:Togligli le catene.

Con un mezzo mugugno (che per sua fortuna Catilina non sentì)obbedì all'ordine.

Tony fu scortato nell'ufficio di catilina dove appena netrato c'era anche un altro uomo bruno e dall'espressione assonnata.Vide Tony e lo indicò rivolgendo la faccia a Catilina.

M:E' lui chi sarebbe?

C:Tony Cipriani.Non so se quella tua testaccia vuota ha mai sentito parlare di lui.

M:Non parlarmi in questo modo donna.Comunque sono venuto a sapere della faccenda dello scambio.Perchè c***o non mi hai avvertito che era stato anticipato?!

C:Mi dispiace sua signoria,ma pensavo che lei avrebbe preferito lasciare tutto il lavoro pesante a me come al solito,anzichè cercare di aiutarmi a migliorare le cose.

M:Brutta T***a.Ti ricordo che se non fosse per me a quest'ora staresti ancora a svaligiare banche con la tua squadretta da quattro soldi!

C:E io ti ricordo che se non fosse stato per me Freeway ti avrebbe mandato sottoterra da un pezzo.Ah,a proposito,ieri ne ha combinata un altra.Una dozzina dei nostri sono caduti in un imboscata e fra di loro c'era il fratello di Courtney.La nostra fusione con gli Yardies è a rischio e tu invece dfare qualcosa preferisce restare qui ad ingrassare il tuo grosso c**o.

I due erano così presi dalla loro sfuriata che se Tony avesse voluto e fosse stato armato avrebbe potuto ucciderli senza problemi.Sapevò però che fuori dallo studio c'erano delle guardie che sarebbero entrate al minimo rumore.

M:Mi sono stancato di parlare con te.Me ne vado!

C:Oh,ma certo!Vai pure e lascia me a dirigere tutto come al solito.Divertiti pure nei tuoi soliti bar.Spero che ti ubriachi a più non posso e che tu finisca sotto un treno con la tua macchina.

Miguel uscì sbattendo la porta.

Catilina si sedè sulla sedia della scrivania esaperata poi fissò Cipriani come se fosse la prima volta che lo vedesse.

C:E tu che c***o ci fai qua?!Vattene!

Tony rimase interdetto non sapendo se ubbidire o meno,ma Catilina lo bloccò con un cenno della mano.

C:No,fermo.Resta qui.Che f*****a giornata...Siediti.Che c***o stai aspettando?!SIEDITI!

Tony obbedì.Quella donna era pazza,meglio non contraddirla.

Rimasero in silenzio per un pò.L'unico rumore era il respiro pesante della donna,poi sembrò calmarsi e si accese un sigaro.Cominciò a parlare dopo il primo tiro.

C:Fino a un paio di settimane fa facevo parte di una banda.Ripulivamo le banche non so se ne hai mai sentito parlare.Purtroppo c'era qualche attrito fra me e gli altri.Io volevo puntare in alto,entrare nel crimine organizzato,diventare la padrone di Liberty,ma quei f*****i conigli avevano paura,fra di loro c'era anche il mio ex-ragazzo,quel c******e.Così feci di testa mia e girando per i sobborghi conobbi Miguel.Mi piaceva il ragazzo.Non era certo il rammolito di ora.Era diventato il capo del Cartello insieme al suo compagno Bob Freeway,ma erano emersi dei problemi e adesso erano in lotta per il potere.

Il sorriso di Catilina si allargò,compiaciuta nel ricordare ciò che era stato.

C:L'idea fu mia.Dissi a Miguel di mandare un messaggio a Bob e di dirgli di incontrarsi nel boschetto hai limiti della città per la resa dei conti.Poi facemmo una soffiata alla polizia dicendo che sapevamo dove si trovava uno dei maggiori criminali della nazione.Purtroppo qualcosa andò storto e Freeway riuscì a scappare,ma era troppo tardi.Io e Miguel avevamo preso il controllo della gang.Ora era il mio turno di gettare il passato alle spalle.Durante l'ultimo colpo della mia banda furono uccisi con l'aiuto di Miguel.Quegli idioti non sospettavano niente.Solo il mio ragazzo riuscì a sopravvivere e mi ha creato un pò di problemi.

T:Chi?

C:Chi cosa?

T:Chi devo eliminare.Freeway o il tuo fidanzato?

Catilina lo guardò compiaciuta

C:Vedo che sei uno che capisce le cose al volo.Mi fa piacere.Il problema più grosso comunque è Bob.Le mie fonti mi dicono che si trova insieme a tutti i suoi seguaci nella zona nord-est di Shoreseid Vale.Stavo pensando di mandare un assalto lì ma tu dovresti bastare e avanzare se sei all'altezza della tua fama.

T:E se rifiutassi?

C:Allora sarò molto indecisa se farti torturare da Fernandez o lasciarti in qualche territoria della Yakuza o della Triade,anche loro sanno come trattare i propri nemici.O potrei fare tutte e due le cose insieme :stralol: .

Tony sospirò.Dunque è a questo che si doveva abbassare.Lavorare con chi un tempo aveva combattuto con tutto se stesso.Cercò di pensare che ciò potesse essergli utile per raggiungere la sua vendetta ed ammazzare quel muto.

T:§Accidenti.Non mi ricordo nemmeno più come si chiama.Mi sembra che il suo nome fosse..fosse :ahsisi:§

C:Santo Cielo!Dì qualcosa.Mi ricordi Claude.

Sorprese Tony aprì bocca quasi involontariamente mentre quel ricordo gli usciva.

T:Claude Speed.

C:Lo conosci?

T:Lo conosco?!E' a causa sua se sono qui.Ha ucciso Salvatore Leone e distrutto la Mafia.Non mi dirai che sai dov'è?

Catilina lo osservò divertita.

C:Magari fosse così.E' il mio ex.

Tony rimase basito.

T:§Ma certo!Ora ricordo.Quel tipo era appena evaso per una tentata rapina ed era venuto a rivolgersi a me per guadagnare qualcosa.Allora,anche se indirettamente,è colpa di questa donna se ho perso tutto quello che avevo :shock: .§

C:Beh,il gatto ti ha mangiato la lingua?Cosa scegli:resti o muori?

Tony la guardò.

T:§Questa donna ha un legame con Speed.Lo vuole morto e se faccio bene il mio lavoro è possibile che mi affidi a me il compito di eliminarlo.E' l'unica pista che posso seguire al momento.§Resto.ma ad una condizione.Voglio essere io a far fuori Speed quando sarà il momento.

C:Mi spiace hombre,ma non sei nella posizione di dettare condizioni.Fai quello che ti viene chiesto e se rimarrai vivo si vedrà.Adesso và.Non vorrai fare tardi al tuo primo incarico?

Tony pensò di protestare per un attimo ma preferì non chiedere troppo alla sua stella che in quel periodo sembrava piuttosto cadente.

Uscendo si ritrovò davanti Fernandez con una fasciatura alla spalla.

F:Ehilà amico.Volevo scusarmi per prima e dirti che dato che sei nuovo per qualche consiglio puoi smepre contare su di me.

Tony capì subito che il sorriso dell'ispanico era finto e infatti quando si allontanarono dagli altri Fernandez gli sibilò.

F:Ascoltami bene s*****o.Spera che Catilina non cambi mai idea su di te,perchè appena la sua protezione nei tuoi confronti verrà meno ti farò ingoiare un litro di benzina e ti daro fuoco.

T:Posso sapere perchè ce l'hai tanto con me?

F:Ti interessa sapere perchè morrai,eh?Pablo.Ti dice niente questo nome.Era uno dei tizi che hai ammazzato a Portland ed era mio fratello.

T:Commovente.Peccato che non l'abbia ammazzato io.

F:Ah no?E chi è stato?

T:Mia madre.

F:FACCIAMOGLI GLI SPIRITOSI DUNQUE!VEDREMO SE AVRAI ANCORA VOLGIA DI SCHERZARE QUANDO :realmad: ..

Si interruppe perchè giunse un altra persona.

U:Sei Tony Cipriani?Il capo mi ha detto di darti questo e di dirti se ti trovavo ancora qui che devi muovere le c*****e se on vuoi ti vengano tagliate.

Consegnò un pacchetto al destinatario.

T:Scusa Nandez ma devo andare.Avremo modo di continuare la nostra amichevole conversazione in altre occasioni.

_____________________________________________

T:Bene,ecco la casa dove alloggia con i suoi seguaci.Sono troppi.Catilina aveva ragione a darmi queste.

Tirò fuori dalla tasca delle granate.Cercò di avvicinarsi il più possibile poi le lanciò nella finestra una dietro l'altra.Quelli che erano dentro non ebbero nemmeno il tempo di urlare.

Tony fu scagliato lontano dall'esplosione sebbene avesse cercato di essere il più lontano possibile.

Quando rialzò la testa vide la casa ridotta ad una catapecchia sul punto di crollare.

T:§Non credo sia il caso di controllare se qualcuno è ancora vivo..Ehi ma cosa..§

Vide un tizio spuntare fuori dal promontorio insieme ad un paio di uomini.Tony riconobe il volto di Freeway in uno di loro.

T:§Maledizione quel b******o non era nella casa.Ed ora sta correndo verso la macchina.§

Uno degli uomini provò a sparare a Tony dalla lunga distanza.Aveva un fucile di precisione,ma per fortuna di Cipriani il primo colpo andò a vuoto.

T:Non serve a niente avere una buona arma se non la si sa usare!Ora ti mostro.

Tirò fuori la sua fidata Beretta prese la mira in un secondo e sparò.L'uomo cadde a terra.

Il vero obiettivo di Tony però era a pochi passi dall'auto.

T:E' giunta la tua ora Freeway.

Preme il grilletto ma la pistola era scarica.Era stata usata per respingere giapponesi,uccidere Colombiani e sistemare Diablo e non era mai stata ricaricata.

Tony la gettò via e provò a correre verso la sua macchina,ma Freeway era già nella sua con il seguace rimasto.Con sorpresa di Tony però anzichè correre via lungo la costa l'auto si dirigeva verso di lui.

T:§Quel figlio di p*****a vuole investirmi.Devo scansa..

Un piano gli venne in mente.Era rischioso ma poteva anche funzionare.

Tony cominciò a correre verdo l'auto.I due si avvicinavano sempre di più.Dal finestrino Freeway urlò.

F:Vieni pure idiota.Inserisciti tu stesso fra le braccia della morte.

Ma a pochi metri di distanza Tony saltò più in lungo che potè e ricadde senza un graffio sulla carrozzeria dell'auto.

F:Togliti di mezzo cretino.Non riusciamo a vedere niente.Potremmo...

Il suo presentimento si avverrò.L'auto cadde in un breve strapiombo e ricadde miracolosamente sulle ruote continuando a correre.Erano di nuovo a Liberty City e Tony era ancora sull'auto attaccato al cofano con tutte le sue forze.

Il guidatore allora cacciò fuori una mitragliatrice fuori dal finestrino e cercò di colpirlo.Tony fulmineo la scacciò via con un calcio poi afferrò il braccio dell'uomo e aprì la portiera gettandolo fuori.

Il tizio finì sotto un camion.

Tony invece entrò in auto cominciando un corpo a corpo con Freeway.

F:Preparati a morire.Sicario del c***o.Miguel f*****à anche te.Non avresti dovuto prestargli ascolto.

T:In realtà non è stato Miguel a commissionarmi il tuo omicidio.

F:Non me ne f***e un c***o.Chiunque sia stato a scelto la persona sbagliata.Addio.

Gli puntò addosso una pistola ma Tony provò a strappargliela e nella colluttazione gli sparò ad una gamba.

F:Ah...tu...

Allora Tony vide che la macchina senza guida stava andando a sbattere contro un negozio chiuso.

T:§Questa scena l'ho già vista ma adesso so cosa fare -.-' §

Stese Freeway con un pugno e schiacciò il suo corpo contro il parabrezza,poi si allaciò la cintura e chiuse gli occhi.

Senti il rumore di uno scontro,di vetri spaccati e per un attimo ebbe paura di fare la fine delle altre volte,ma la cintura lo protesse.Aperti gli occhi si ritrovò davanti i finestrini dell'auto spaccati e alcuni davanti erano sporchi di sangue.

Scese dall'auto e si trovò davanti la scena che aveva immaginato.

Robert Freeway che cercava di strisciare via,la faccia imbrattata di rosso e dolorante.

T:§Devo sbrigarmi a completare l'opera prima che arrivino gli sbirri.§

Si avvicinò al mezzo morto ma lui raccogliendo tutte le sue energie rimaste provò a parlare.

F:No...posso...farti....ricco..aiuto..

Tony capì il succo del "discorso"

T:Mi spiace ma non mi...

Bob provò a saltargli addosso agitando il braccio con un coltello.Fu facilmente bloccato.

T:Troppo lento.Guarda e impara.

Senza dargli il tempo di parlare rivolse il coltello verso di lui e lo affondò nel petto.

Freeway cadde stringendo ancora l'oggetto che gli aveva tolto la vita.

Tony lo osservò per un pò mentre componeva il numero di Catilina.

T:Pronto.Sono Cipriani.Non preoccuparti più per Freeway.Il codardo ha fatto la fine che meritava.

C:^Sei sicuro che sia morto?Bob è un mago nel fingersi defunto.Ha fatto credere alla polizia di averlo sistemato.Per questo non lo cercavano più.^

T:Allora devo fargli i miei complimenti.E' propio un grande attore.Chissà quantò gli sarà costata la sua casa ora ridotta in cenere e la vernice usata per dipingersi e finto coltello di 6 cm che gli ha infilzato il cuore.Per fortuna che è di gomma.Gli stringerei la mano se non avessi paura di sporcarmela.

C:^Mi hai convinto hombre.Un grosso problema in meno da risolvere.^

T:E spero che ti ricordi che voglio provvedere anche al secondo.

C:^Per quello si vedrà.Se oggi va male ci sono delle possibilità che sarai tu ad occuparti della faccenda.^

T:Cosa?!Non mi vorrai dire che...

C:^Un imboscata in grande stile.Immaginatelo:drogati kamikaze che bloccano Claude in un magazzino°.Vediamo se il mio tesorino se la caverà stavolta.^

Tony chiuse il telefono senza ribattere.Sapeva che con il carattere che aveva quella donna,quello che gli voleva dire poteva compromettere il suo nuovo lavoro nella banda.

Stava per lasciare il quartiere quando senti delle urla provenire da un angolo.

Svoltò e si trovò di fronte ad una scena molto frequente nella città,ma a cui lui non aveva mai assistito.

Commento:Scusate l'attesa ma ho avuto molto da fare in questi giorni(usicre,andare al mare,ecc.).Cosa avrà visto Tony?Lo scopriremo nel prossimo cap. che se tutto va bene sarà completato domani.

°Dalla missione "Venga il tuo regno".

Edited by NJL

Share this post


Link to post
Share on other sites

Capitolo VI:La commissione

Tony fu svegliato da un altra botta in testa.La prima cosa che vide fu Fernandez che lo sovrastava fissandolo con odio,poi si accorse che era dentro una specie di cella legato a un tavolo e vide che fra il legno poco sotto tra le sue gambe spuntava una lama sporca di sangue.

F:Qui è dov'è torturiamo i prigionieri.Basta che faccio girare questa leva e la lama si muove verso di te.Il capo ha detto che ti vuole vivo ma ciò non mi vietà di maltrattarti un pò.In fondo se quello che dicono hai fatto è vero potrai aiutare il Cartello anche da eunuco.

Tony cominciò a sudare.La situazione non era per niente buona.Con un ghignò il Colombiano poggiò la mano sulla leva.

Un urlo lacerò la stanza.

Fernandez cadde a terra premendo la mano che stava per adoperare sulla ferita alla spalla.

C:Brutto s*****o!Allora non mi sono spiegata:Ti avevo detto di non fargli niente.Un uomo senza p***e non mi serve a un c***o.Sai quanto tempo gli si sarebbe voluto per guarire e a me serve subito.

Fernandez sembrò non ascoltarla,troppo occupato a cercare di togliersi il proiettile dalla carne.

Catilina allora gli puntò addosso la pistola ancora fumante con cui gli aveva sparato da dietro.

C:Forse non sono stata abbastanza chiara o magari sei tu che sei un pò duro d'orecchi.

Allora Fernandez si affrettò a rispondere-

F:No capo....Ho capito!Mi dispiace...Non succederà più :cry: .

Catilina ritrasse l'arma con un mezzo ghigno sul muso e si avvicinò a Tony calpestando,forse volontariamente,il braccio all'uomo a terra.

Tony vide la donna osservarlo un momento poi lei si avvicnò al suo recchio e sussurò delle parole.

C:Sai,ho avuto modo di conoscere tua madre durante il rapimento.Gran donna!Ce n'è voluto per trascinarla via dalla sua bettola e due dei miei uomini lo sano bene visto che non sono più qui per raccontarlo.Spero che tu abbia preso da lei.

Poi si rigirò e ordinò a Fernandez appena alzato.

C:Togligli le catene.

Con un mezzo mugugno (che per sua fortuna Catilina non sentì)obbedì all'ordine.

Tony fu scortato nell'ufficio di catilina dove appena netrato c'era anche un altro uomo bruno e dall'espressione assonnata.Vide Tony e lo indicò rivolgendo la faccia a Catilina.

M:E' lui chi sarebbe?

C:Tony Cipriani.Non so se quella tua testaccia vuota ha mai sentito parlare di lui.

M:Non parlarmi in questo modo donna.Comunque sono venuto a sapere della faccenda dello scambio.Perchè c***o non mi hai avvertito che era stato anticipato?!

C:Mi dispiace sua signoria,ma pensavo che lei avrebbe preferito lasciare tutto il lavoro pesante a me come al solito,anzichè cercare di aiutarmi a migliorare le cose.

M:Brutta T***a.Ti ricordo che se non fosse per me a quest'ora staresti ancora a svaligiare banche con la tua squadretta da quattro soldi!

C:E io ti ricordo che se non fosse stato per me Freeway ti avrebbe mandato sottoterra da un pezzo.Ah,a proposito,ieri ne ha combinata un altra.Una dozzina dei nostri sono caduti in un imboscata e fra di loro c'era il fratello di Courtney.La nostra fusione con gli Yardies è a rischio e tu invece dfare qualcosa preferisce restare qui ad ingrassare il tuo grosso c**o.

I due erano così presi dalla loro sfuriata che se Tony avesse voluto e fosse stato armato avrebbe potuto ucciderli senza problemi.Sapevò però che fuori dallo studio c'erano delle guardie che sarebbero entrate al minimo rumore.

M:Mi sono stancato di parlare con te.Me ne vado!

C:Oh,ma certo!Vai pure e lascia me a dirigere tutto come al solito.Divertiti pure nei tuoi soliti bar.Spero che ti ubriachi a più non posso e che tu finisca sotto un treno con la tua macchina.

Miguel uscì sbattendo la porta.

Catilina si sedè sulla sedia della scrivania esaperata poi fissò Cipriani come se fosse la prima volta che lo vedesse.

C:E tu che c***o ci fai qua?!Vattene!

Tony rimase interdetto non sapendo se ubbidire o meno,ma Catilina lo bloccò con un cenno della mano.

C:No,fermo.Resta qui.Che f*****a giornata...Siediti.Che c***o stai aspettando?!SIEDITI!

Tony obbedì.Quella donna era pazza,meglio non contraddirla.

Rimasero in silenzio per un pò.L'unico rumore era il respiro pesante della donna,poi sembrò calmarsi e si accese un sigaro.Cominciò a parlare dopo il primo tiro.

C:Fino a un paio di settimane fa facevo parte di una banda.Ripulivamo le banche non so se ne hai mai sentito parlare.Purtroppo c'era qualche attrito fra me e gli altri.Io volevo puntare in alto,entrare nel crimine organizzato,diventare la padrone di Liberty,ma quei f*****i conigli avevano paura,fra di loro c'era anche il mio ex-ragazzo,quel c******e.Così feci di testa mia e girando per i sobborghi conobbi Miguel.Mi piaceva il ragazzo.Non era certo il rammolito di ora.Era diventato il capo del Cartello insieme al suo compagno Bob Freeway,ma erano emersi dei problemi e adesso erano in lotta per il potere.

Il sorriso di Catilina si allargò,compiaciuta nel ricordare ciò che era stato.

C:L'idea fu mia.Dissi a Miguel di mandare un messaggio a Bob e di dirgli di incontrarsi nel boschetto hai limiti della città per la resa dei conti.Poi facemmo una soffiata alla polizia dicendo che sapevamo dove si trovava uno dei maggiori criminali della nazione.Purtroppo qualcosa andò storto e Freeway riuscì a scappare,ma era troppo tardi.Io e Miguel avevamo preso il controllo della gang.Ora era il mio turno di gettare il passato alle spalle.Durante l'ultimo colpo della mia banda furono uccisi con l'aiuto di Miguel.Quegli idioti non sospettavano niente.Solo il mio ragazzo riuscì a sopravvivere e mi ha creato un pò di problemi.

T:Chi?

C:Chi cosa?

T:Chi devo eliminare.Freeway o il tuo fidanzato?

Catilina lo guardò compiaciuta

C:Vedo che sei uno che capisce le cose al volo.Mi fa piacere.Il problema più grosso comunque è Bob.Le mie fonti mi dicono che si trova insieme a tutti i suoi seguaci nella zona nord-est di Shoreseid Vale.Stavo pensando di mandare un assalto lì ma tu dovresti bastare e avanzare se sei all'altezza della tua fama.

T:E se rifiutassi?

C:Allora sarò molto indecisa se farti torturare da Fernandez o lasciarti in qualche territoria della Yakuza o della Triade,anche loro sanno come trattare i propri nemici.O potrei fare tutte e due le cose insieme :stralol: .

Tony sospirò.Dunque è a questo che si doveva abbassare.Lavorare con chi un tempo aveva combattuto con tutto se stesso.Cercò di pensare che ciò potesse essergli utile per raggiungere la sua vendetta ed ammazzare quel muto.

T:§Accidenti.Non mi ricordo nemmeno più come si chiama.Mi sembra che il suo nome fosse..fosse :ahsisi:§

C:Santo Cielo!Dì qualcosa.Mi ricordi Claude.

Sorprese Tony aprì bocca quasi involontariamente mentre quel ricordo gli usciva.

T:Claude Speed.

C:Lo conosci?

T:Lo conosco?!E' a causa sua se sono qui.Ha ucciso Salvatore Leone e distrutto la Mafia.Non mi dirai che sai dov'è?

Catilina lo osservò divertita.

C:Magari fosse così.E' il mio ex.

Tony rimase basito.

T:§Ma certo!Ora ricordo.Quel tipo era appena evaso per una tentata rapina ed era venuto a rivolgersi a me per guadagnare qualcosa.Allora,anche se indirettamente,è colpa di questa donna se ho perso tutto quello che avevo :shock: .§

C:Beh,il gatto ti ha mangiato la lingua?Cosa scegli:resti o muori?

Tony la guardò.

T:§Questa donna ha un legame con Speed.Lo vuole morto e se faccio bene il mio lavoro è possibile che mi affidi a me il compito di eliminarlo.E' l'unica pista che posso seguire al momento.§Resto.ma ad una condizione.Voglio essere io a far fuori Speed quando sarà il momento.

C:Mi spiace hombre,ma non sei nella posizione di dettare condizioni.Fai quello che ti viene chiesto e se rimarrai vivo si vedrà.Adesso và.Non vorrai fare tardi al tuo primo incarico?

Tony pensò di protestare per un attimo ma preferì non chiedere troppo alla sua stella che in quel periodo sembrava piuttosto cadente.

Uscendo si ritrovò davanti Fernandez con una fasciatura alla spalla.

F:Ehilà amico.Volevo scusarmi per prima e dirti che dato che sei nuovo per qualche consiglio puoi smepre contare su di me.

Tony capì subito che il sorriso dell'ispanico era finto e infatti quando si allontanarono dagli altri Fernandez gli sibilò.

F:Ascoltami bene s*****o.Spera che Catilina non cambi mai idea su di te,perchè appena la sua protezione nei tuoi confronti verrà meno ti farò ingoiare un litro di benzina e ti daro fuoco.

T:Posso sapere perchè ce l'hai tanto con me?

F:Ti interessa sapere perchè morrai,eh?Pablo.Ti dice niente questo nome.Era uno dei tizi che hai ammazzato a Portland ed era mio fratello.

T:Commovente.Peccato che non l'abbia ammazzato io.

F:Ah no?E chi è stato?

T:Mia madre.

F:FACCIAMOGLI GLI SPIRITOSI DUNQUE!VEDREMO SE AVRAI ANCORA VOLGIA DI SCHERZARE QUANDO :realmad: ..

Si interruppe perchè giunse un altra persona.

U:Sei Tony Cipriani?Il capo mi ha detto di darti questo e di dirti se ti trovavo ancora qui che devi muovere le c*****e se on vuoi ti vengano tagliate.

Consegnò un pacchetto al destinatario.

T:Scusa Nandez ma devo andare.Avremo modo di continuare la nostra amichevole conversazione in altre occasioni.

_____________________________________________

T:Bene,ecco la casa dove alloggia con i suoi seguaci.Sono troppi.Catilina aveva ragione a darmi queste.

Tirò fuori dalla tasca delle granate.Cercò di avvicinarsi il più possibile poi le lanciò nella finestra una dietro l'altra.Quelli che erano dentro non ebbero nemmeno il tempo di urlare.

Tony fu scagliato lontano dall'esplosione sebbene avesse cercato di essere il più lontano possibile.

Quando rialzò la testa vide la casa ridotta ad una catapecchia sul punto di crollare.

T:§Non credo sia il caso di controllare se qualcuno è ancora vivo..Ehi ma cosa..§

Vide un tizio spuntare fuori dal promontorio insieme ad un paio di uomini.Tony riconobe il volto di Freeway in uno di loro.

T:§Maledizione quel b******o non era nella casa.Ed ora sta correndo verso la macchina.§

Uno degli uomini provò a sparare a Tony dalla lunga distanza.Aveva un fucile di precisione,ma per fortuna di Cipriani il primo colpo andò a vuoto.

T:Non serve a niente avere una buona arma se non la si sa usare!Ora ti mostro.

Tirò fuori la sua fidata Beretta prese la mira in un secondo e sparò.L'uomo cadde a terra.

Il vero obiettivo di Tony però era a pochi passi dall'auto.

T:E' giunta la tua ora Freeway.

Preme il grilletto ma la pistola era scarica.Era stata usata per respingere giapponesi,uccidere Colombiani e sistemare Diablo e non era mai stata ricaricata.

Tony la gettò via e provò a correre verso la sua macchina,ma Freeway era già nella sua con il seguace rimasto.Con sorpresa di Tony però anzichè correre via lungo la costa l'auto si dirigeva verso di lui.

T:§Quel figlio di p*****a vuole investirmi.Devo scansa..

Un piano gli venne in mente.Era rischioso ma poteva anche funzionare.

Tony cominciò a correre verdo l'auto.I due si avvicinavano sempre di più.Dal finestrino Freeway urlò.

F:Vieni pure idiota.Inserisciti tu stesso fra le braccia della morte.

Ma a pochi metri di distanza Tony saltò più in lungo che potè e ricadde senza un graffio sulla carrozzeria dell'auto.

F:Togliti di mezzo cretino.Non riusciamo a vedere niente.Potremmo...

Il suo presentimento si avverrò.L'auto cadde in un breve strapiombo e ricadde miracolosamente sulle ruote continuando a correre.Erano di nuovo a Liberty City e Tony era ancora sull'auto attaccato al cofano con tutte le sue forze.

Il guidatore allora cacciò fuori una mitragliatrice fuori dal finestrino e cercò di colpirlo.Tony fulmineo la scacciò via con un calcio poi afferrò il braccio dell'uomo e aprì la portiera gettandolo fuori.

Il tizio finì sotto un camion.

Tony invece entrò in auto cominciando un corpo a corpo con Freeway.

F:Preparati a morire.Sicario del c***o.Miguel f*****à anche te.Non avresti dovuto prestargli ascolto.

T:In realtà non è stato Miguel a commissionarmi il tuo omicidio.

F:Non me ne f***e un c***o.Chiunque sia stato a scelto la persona sbagliata.Addio.

Gli puntò addosso una pistola ma Tony provò a strappargliela e nella colluttazione gli sparò ad una gamba.

F:Ah...tu...

Allora Tony vide che la macchina senza guida stava andando a sbattere contro un negozio chiuso.

T:§Questa scena l'ho già vista ma adesso so cosa fare -.-' §

Stese Freeway con un pugno e schiacciò il suo corpo contro il parabrezza,poi si allaciò la cintura e chiuse gli occhi.

Senti il rumore di uno scontro,di vetri spaccati e per un attimo ebbe paura di fare la fine delle altre volte,ma la cintura lo protesse.Aperti gli occhi si ritrovò davanti i finestrini dell'auto spaccati e alcuni davanti erano sporchi di sangue.

Scese dall'auto e si trovò davanti la scena che aveva immaginato.

Robert Freeway che cercava di strisciare via,la faccia imbrattata di rosso e dolorante.

T:§Devo sbrigarmi a completare l'opera prima che arrivino gli sbirri.§

Si avvicinò al mezzo morto ma lui raccogliendo tutte le sue energie rimaste provò a parlare.

F:No...posso...farti....ricco..aiuto..

Tony capì il succo del "discorso"

T:Mi spiace ma non mi...

Bob provò a saltargli addosso agitando il braccio con un coltello.Fu facilmente bloccato.

T:Troppo lento.Guarda e impara.

Senza dargli il tempo di parlare rivolse il coltello verso di lui e lo affondò nel petto.

Freeway cadde stringendo ancora l'oggetto che gli aveva tolto la vita.

Tony lo osservò per un pò mentre componeva il numero di Catilina.

T:Pronto.Sono Cipriani.Non preoccuparti più per Freeway.Il codardo ha fatto la fine che meritava.

C:^Sei sicuro che sia morto?Bob è un mago nel fingersi defunto.Ha fatto credere alla polizia di averlo sistemato.Per questo non lo cercavano più.^

T:Allora devo fargli i miei complimenti.E' propio un grande attore.Chissà quantò gli sarà costata la sua casa ora ridotta in cenere e la vernice usata per dipingersi e finto coltello di 6 cm che gli ha infilzato il cuore.Per fortuna che è di gomma.Gli stringerei la mano se non avessi paura di sporcarmela.

C:^Mi hai convinto hombre.Un grosso problema in meno da risolvere.^

T:E spero che ti ricordi che voglio provvedere anche al secondo.

C:^Per quello si vedrà.Se oggi va male ci sono delle possibilità che sarai tu ad occuparti della faccenda.^

T:Cosa?!Non mi vorrai dire che...

C:^Un imboscata in grande stile.Immaginatelo:drogati kamikaze che bloccano Claude in un magazzino°.Vediamo se il mio tesorino se la caverà stavolta.^

Tony chiuse il telefono senza ribattere.Sapeva che con il carattere che aveva quella donna,quello che gli voleva dire poteva compromettere il suo nuovo lavoro nella banda.

Stava per lasciare il quartiere quando senti delle urla provenire da un angolo.

Svoltò e si trovò di fronte ad una scena molto frequente nella città,ma a cui lui non aveva mai assistito.

Commento:Scusate l'attesa ma ho avuto molto da fare in questi giorni(usicre,andare al mare,ecc.).Cosa avrà visto Tony?Lo scopriremo nel prossimo cap. che se tutto va bene sarà completato domani.

°Dalla missione "Venga il tuo regno".

Ottima.. grazie mille! Questa sì che è azione, finalmente :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Capitolo VII L'appuntamento

Una donna mora sui 20 anni si dibatteva circondata da tre uomini che portavano le insegne dei Diablo sui vestiti.Uno la teneva ferma da dietro e gli altri provavano ad avvicinarsi ma la donna scalciava.

D:Lasciatemi.Per favore lasciatemi.

D6:Non avere fretta baby,vogliamo solo divertirci un pò con te.

D7:Già se ti calmi sono sicuro che ti piacerà.

D8:Ahi...la p*****a mi ha morso.Ryan,Ald.Bloccatela prima che mi sfugga c***o.

Tony rimase fermo a guardare poi non resistette.

T:Ehi idioti.

Gli altri si accorsero di lui.Lo osservarono un attimo e rimasero sopresi.

A:Quello è Tony Cipriani.Guarda un pò che botta di c**o.Proprio un gran giorno oggi.Con i soldi della sua taglia potremo andare nei miglior hotel e pagarci le migliori b*******e.Altre che questa puledrina.

Tony avrebbe volentieri riempito di piombo quell'idiota ma in quel momento si ricordo che era disarmato.

T:Sicuramente non lo saprete,ma ora lavoro per il Cartello Colombiano e se non sbaglio ora vi torvate nel suo territorio.Se volete un consiglio è meglio se ve l'ha svigliate altrimenti sarò costretto ad usare la forza.

R:Certo,certo e secondo te noi crediamo a queste s******e.Ora ti faccio vedere io.Sia chiaro ragazzi,la parte maggiore del bottino va a me perchè l'ho sistemato io.

Fece un passo verso il suo avversario.

A:Eh no amico.Non ci sto.Sarò io a...

Sbigottito vide Tony atterrare con un pugno fulmineo Ryan e prendere nello stesso istante la sua pistola dalla cintura.La punto adosso ai due Diablo in piedi che alzarono subito le mani.

T:Tu prendi lentamente il tuo ferro e buttatelo a te.Tu lascia andare la ragazza poi fa lo stesso.

Il Diablo terrorizato spinse non con molta grazia la donna via.La donna inciampò e cadde.Aloora Tony vide con sorpresa che era orientale.Forse cinese.

Per un attimo Tony fu accolto dalla prospettiva di fare fuori quegli spacconi,ma vide il volto sconvolto della donna e intuì che non era abituata a quel tipo di scene e che vedere tre uomini morti le avrebbe potuto causare un trauma.

T:Ascoltate,mi fate pena quindi ho deciso di lasciarvi in vita.Vi do dieci secondi per scomparire dalla mia vista.Se sarete ancora qui i miei scrupoli faranno la vostra stessa fine:scompariranno.Cominciamo a contare:1...

Dopo due secondi i criminali erano già fuori dal vicolo,dopo sette Tony udì il rumore di un motore che si accendeva e al decimo vide una macchina sfrecciare via lontano.

Tony si avvicinò con cautela alla ragazza che era in un angolo rannichiata a singhiozzare.

T:Tutto bene?

La ragazza si ritrasse intimidita.

T:Tranquilla.Sono un tuo amico.Quei tipi ti hanno...fatto del male?

Lei fece debolmente segno di no con la testa.

T:Ascolta...So che non hai passato un bel momento ma qui fuori non è sicuro credo sia meglio tornare a casa non credi?

La ragazzo lo fissò un attimo come nonsi fidasse ancora di lui.Nonostante la situazione Tony pensò che aveva un bel viso.Si fissarono un paio di secondi poi lei fece l'atto di alzarsi.A quanto pare però lo shock doveva essere stato più forte del previsto e stava per accasciarsi di nuovo a terra ma Tony la sorresse.

D:G...grazie.

Per una delle rare volte della sua vita Antonio Cipriani fu preso alla sprovvista.

T:D..di niente.§Diamine che sto facendo?!Dovrei portare questa ragazza al sicuro e invece stiamo insieme a balbettare come degli idioti.Che mi prende?! :Oo:§

Si accorse che teneva ancora la mano sulla ragazza.La ritrasse.

T:Ehm...dove abiti?

D:Chinatown.

T:§Domanda idiota.In pieno territorio Triade per di più.§Hai una macchina?

D:No.Mi spiace.

T:E di cosa?Non è colpa tua.Vuol dire che ti accompagnerò a piedi.§Perchè l'idea mi rallegra?§

La cinese allora fece l'atto di avviarsi verso l'uscita a destra ma Tony la tratenne.

T:No.Aspetta.Credo sia meglio uscire da quest'altra parte.Si fa prima.

In realtà Tony non voleva che uscendo l'orientale assistesse alla scena di una macchina distrutta e di un uomo accoltellato.

Mentre passeggiavo Tony ebbe modo di parlare con la donna che aveva salvato.Si chiamava Chai Yuu.A pochi mesi dalla nascita era stata abbandonata dalla famiglia che voleva un maschio.Passò il resto della sua vita in un orfanotrofio finchè non raggiunse l'età adulta.Sebbene ha le sue origini asiatiche è nata in America e si era traferita da poco a Liberty City per un offerta di lavoro.

C:Vivo da sola.Mi ero fatta delle amiche nella precedente città ma l'azienda per cui lavoravo è fallita.Mi sono dovuta trasferire.

T:Mi dispiace.

C:E di cosa.Non è colpa tua.

Chay abbozzò un sorrisetto.Tony ridacchiò.

Il maioso rimase molto sorpreso quando giunse nel quartiere della casa.Non era la Chinatown che conosceva lui.Quella con strade strette e che odoravano di oppio uscente dai negozi.Era un quartiere più esteso e dall'aria tranquilla con case pittoresche fra i quali al centro spiccava quella della signorina Yuu.

T:Bel posto e bella casa.

C:Grazie.Di tutto.

Tony si voltò e vide con imbarazzo che Chai era rossa.

C:Io adesso dovrei salire.

T:Oh be..ciao.

Chai si avviò verso casa,ma i suoi passi sembravano incerti.

T:Che ne dici se un giorno di questi non ci vediamo?Ti sei trasferiti qui da poco e io conosco la città abbastanza bene.potrei fartela visitare.

Chai si girò con l'espressione di chi no aspettava altro.

C:Si..hai ragione.Ecco il mio numero.Domani è domenica e ho la giornata libera.Puoi venirmi a prendere alle 6:00 p.m.?

T:Certamente.A domani.

___________________________

Il giorno dopo tony si preparo per l'uscita.Si mise il vestito più elegante che gli era rimasto e si stava pettinando quando il telefono squillò.

T:Pronto?

P:^Tony!Allora sei vivo.^

:Phil scusa se non ti ho chiamato prima mi ero completamente dimenticato di te.

P:^E io sarei smemorato.Vabbè.Come andato lo scambio.Charlie e Tom non mi rispondono.Non mi dirai che mi avere f*****o.^

T:Charlie e Tom sono morti.Quei b******i dei Colombiani/Yardies ti hanno ingannato.Io sono sopravvisuto per miracolo e ora sono costretto a lavorare per loro.

P:^E la roba?Non mi dirai che se la sono presa.Se è così vado dritto al loro quartier generale del c***o e me la riprendo.

T:Lascia perdere Phil.Non so a cosa gli serve ma è meglio se stai lontano da loro.La prossima volta scegliti clienti migliori.

P:^Uff.Non fa niente.Ascolta ho un altro incarico per te.Arsenale per un gruppo di Nine.Mi sono riappacificato con loro quindi non hai nulla da temere.L'unica cosa è che sono a corto di collaboratori.Te la dovra vedere da solo.^

T:Orario?

P:^5.00 p.m.^

T:§Maledizione§Phil mi assicuri che stavolta andrà tutto bene?

P:^Non preoccuparti.Ho detto ai tizi che avevano a che fare con un ex-berretto verde.^

_______________________________

Il sole brillava più alto che mai su Portland,erchè sapeva che di li a poco sarebbe caduto.

N1:Guarda un pò.Il nostro caro soldato in pensione ci teneva a questo incontro.E' venuto con tanto di frac.

Tony aprì la valigia senza tante cerimonie.

T:Spassoso.Ecco la mercanzia.Sgancia i 50.000 e la finiamo subito.

N2:Vai di fretta amico?Non vorrei ci vorrsti truffare.

Il terzo Nine ridacchiava fissando Tony.

N1:Giusto.E poi sei sicuro che siano di buona qualità.A me sembrano un pò scadenti.Forse è l caso di abbassare il prez...

T:AH NO!

Tony puntò senza esitazione la mitragliatrice presa da Phil sulla fronte del primo Nine.

T:GUAI A CHI ALZA UN DITO!Sentimi bello.Con questa roba puoi ammazzare in un paio di colpi un uomo e con una decina far saltare un camion come quello ditro di te.Le prendi o preferisci prima una dimostrazione pratica?

N1:No,no amico.Calma.Prendo tutto.Ecco i soldi.

Sotto lo sguardo di Tony l'uomo cacciò un mazzo di baconote dal taschino.Mentre Tony le prendeva con la mnao libera il secondo Nine estrasse la sua Magnum ma Tony che se lo aspettava gli sparò subito in faccia poi premette nuovamente l'arma sulla fronte del capo del gruppo.

T:Ok,allora se la mettiamo così...

N1:NO,NO,ASPETTA.Buttate a terra le armi.Che aspettate?!Buttate a terra quelle f*****e pistole.

I due rimasti obbedirono.

N1:Vedi?La faccenda è risolta.Tu hai i soldi e io la merce.Potremmo anche ritirarci.

T:Hai ragione "potremmo".Peccato che alla spesa si aggiunge anche la pallottola che ho sprecato.

N1:Oh certo hai ragione.Quanto sarà?All'incirca 50 cent...

T:500.000.Esatto mi pare il prezzo giusto.

N1:Cosa?!Ma io non ho tutte qui soldi.

Tony mise la mano nel taschino dell'uomo e prese il portafoglio.Ne trasse fuori dei bei gruppi di banconote arrotolate.

T:Hai ragione amico.Questi saranno circa 100.000..o 150.000.Ti abbuono il resto.E' stato un piacere fare affari con te.

Senza smettere di puntare la mitragliatrice ora ad uno ora all'altro Nine Tony salì in macchina e partì.

Dopo due minuti chiamò Phil.

P:^Toy.Sono felice di sentirti.Com'è andato l'incontro?^

T:Come si prevedeva che andasse Phil.

P:^Fantastico.Te l'avevo detto di non preoccuparti.Tutto è filato liscio come l'olio.^

T:Già,solo che adesso non posso venire a portarti tutto perchè ho un secondo appuntamento.Ti spiace se ti consegno i 50.000 domani?

P:^No problem amico.E domani io ti darò i 5.000 pattuiti.Scusa se non sono molti ma la faccenda del Cartello è stato un fulmine a ciel sereno.^

T:Me li farò bastare.Ci si risente Phil.

P:^Ci si rivede Tony.^

Tony si presentò puntuale all'appuntamento con Chai.Cenarono in un ristorante di lusso,poi la portò un pò in giro per Stantoun Island e per concludere andarono al parco dove passeggiarono un pò.Tony fu prudente e infatti andò solo nei luoghi comandati da Catilina dove si sentiva al sicuro per lui e Chai.

Al ritorno erano entrambi un pò stanchi ma felici.

C:E' stata una serata magnifica.Nessuno mi aveva mai trattato in modoo così dolce come te Tony.

T:Ci sono uomini migliori di me solo che tu non hai avuto la fortuna di incontrarli.

C:Per me invece il migliore sei tu.

Detto questo scoccò un bacio sulla guancia del mafioso.I due si guardarono imbarazzati poi si salutarono.

E così ritornato a casa per la prima volta dopo tanto tempo Tony sognò sogni tranquilli.

Commento:Lo so,lo so.Sono un sacrilego.In una storia (ispirata poi a GTA,Grand Theft Auto,accidenti!)dove ci sono morti,sparatorie,torture,esplosioni e chi più ne ha più ne metta,ci ho aggiunto anche l'amore.Il fatto è che volevo regalare un pò di gioia a Tonye e ho un pò troppo calcato la mano.Cercherò di rendere il prossio cap. più emozionante e meno melenso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Capitolo VII L'appuntamento

Una donna mora sui 20 anni si dibatteva circondata da tre uomini che portavano le insegne dei Diablo sui vestiti.Uno la teneva ferma da dietro e gli altri provavano ad avvicinarsi ma la donna scalciava.

D:Lasciatemi.Per favore lasciatemi.

D6:Non avere fretta baby,vogliamo solo divertirci un pò con te.

D7:Già se ti calmi sono sicuro che ti piacerà.

D8:Ahi...la p*****a mi ha morso.Ryan,Ald.Bloccatela prima che mi sfugga c***o.

Tony rimase fermo a guardare poi non resistette.

T:Ehi idioti.

Gli altri si accorsero di lui.Lo osservarono un attimo e rimasero sopresi.

A:Quello è Tony Cipriani.Guarda un pò che botta di c**o.Proprio un gran giorno oggi.Con i soldi della sua taglia potremo andare nei miglior hotel e pagarci le migliori b*******e.Altre che questa puledrina.

Tony avrebbe volentieri riempito di piombo quell'idiota ma in quel momento si ricordo che era disarmato.

T:Sicuramente non lo saprete,ma ora lavoro per il Cartello Colombiano e se non sbaglio ora vi torvate nel suo territorio.Se volete un consiglio è meglio se ve l'ha svigliate altrimenti sarò costretto ad usare la forza.

R:Certo,certo e secondo te noi crediamo a queste s******e.Ora ti faccio vedere io.Sia chiaro ragazzi,la parte maggiore del bottino va a me perchè l'ho sistemato io.

Fece un passo verso il suo avversario.

A:Eh no amico.Non ci sto.Sarò io a...

Sbigottito vide Tony atterrare con un pugno fulmineo Ryan e prendere nello stesso istante la sua pistola dalla cintura.La punto adosso ai due Diablo in piedi che alzarono subito le mani.

T:Tu prendi lentamente il tuo ferro e buttatelo a te.Tu lascia andare la ragazza poi fa lo stesso.

Il Diablo terrorizato spinse non con molta grazia la donna via.La donna inciampò e cadde.Aloora Tony vide con sorpresa che era orientale.Forse cinese.

Per un attimo Tony fu accolto dalla prospettiva di fare fuori quegli spacconi,ma vide il volto sconvolto della donna e intuì che non era abituata a quel tipo di scene e che vedere tre uomini morti le avrebbe potuto causare un trauma.

T:Ascoltate,mi fate pena quindi ho deciso di lasciarvi in vita.Vi do dieci secondi per scomparire dalla mia vista.Se sarete ancora qui i miei scrupoli faranno la vostra stessa fine:scompariranno.Cominciamo a contare:1...

Dopo due secondi i criminali erano già fuori dal vicolo,dopo sette Tony udì il rumore di un motore che si accendeva e al decimo vide una macchina sfrecciare via lontano.

Tony si avvicinò con cautela alla ragazza che era in un angolo rannichiata a singhiozzare.

T:Tutto bene?

La ragazza si ritrasse intimidita.

T:Tranquilla.Sono un tuo amico.Quei tipi ti hanno...fatto del male?

Lei fece debolmente segno di no con la testa.

T:Ascolta...So che non hai passato un bel momento ma qui fuori non è sicuro credo sia meglio tornare a casa non credi?

La ragazzo lo fissò un attimo come nonsi fidasse ancora di lui.Nonostante la situazione Tony pensò che aveva un bel viso.Si fissarono un paio di secondi poi lei fece l'atto di alzarsi.A quanto pare però lo shock doveva essere stato più forte del previsto e stava per accasciarsi di nuovo a terra ma Tony la sorresse.

D:G...grazie.

Per una delle rare volte della sua vita Antonio Cipriani fu preso alla sprovvista.

T:D..di niente.§Diamine che sto facendo?!Dovrei portare questa ragazza al sicuro e invece stiamo insieme a balbettare come degli idioti.Che mi prende?! :Oo:§

Si accorse che teneva ancora la mano sulla ragazza.La ritrasse.

T:Ehm...dove abiti?

D:Chinatown.

T:§Domanda idiota.In pieno territorio Triade per di più.§Hai una macchina?

D:No.Mi spiace.

T:E di cosa?Non è colpa tua.Vuol dire che ti accompagnerò a piedi.§Perchè l'idea mi rallegra?§

La cinese allora fece l'atto di avviarsi verso l'uscita a destra ma Tony la tratenne.

T:No.Aspetta.Credo sia meglio uscire da quest'altra parte.Si fa prima.

In realtà Tony non voleva che uscendo l'orientale assistesse alla scena di una macchina distrutta e di un uomo accoltellato.

Mentre passeggiavo Tony ebbe modo di parlare con la donna che aveva salvato.Si chiamava Chai Yuu.A pochi mesi dalla nascita era stata abbandonata dalla famiglia che voleva un maschio.Passò il resto della sua vita in un orfanotrofio finchè non raggiunse l'età adulta.Sebbene ha le sue origini asiatiche è nata in America e si era traferita da poco a Liberty City per un offerta di lavoro.

C:Vivo da sola.Mi ero fatta delle amiche nella precedente città ma l'azienda per cui lavoravo è fallita.Mi sono dovuta trasferire.

T:Mi dispiace.

C:E di cosa.Non è colpa tua.

Chay abbozzò un sorrisetto.Tony ridacchiò.

Il maioso rimase molto sorpreso quando giunse nel quartiere della casa.Non era la Chinatown che conosceva lui.Quella con strade strette e che odoravano di oppio uscente dai negozi.Era un quartiere più esteso e dall'aria tranquilla con case pittoresche fra i quali al centro spiccava quella della signorina Yuu.

T:Bel posto e bella casa.

C:Grazie.Di tutto.

Tony si voltò e vide con imbarazzo che Chai era rossa.

C:Io adesso dovrei salire.

T:Oh be..ciao.

Chai si avviò verso casa,ma i suoi passi sembravano incerti.

T:Che ne dici se un giorno di questi non ci vediamo?Ti sei trasferiti qui da poco e io conosco la città abbastanza bene.potrei fartela visitare.

Chai si girò con l'espressione di chi no aspettava altro.

C:Si..hai ragione.Ecco il mio numero.Domani è domenica e ho la giornata libera.Puoi venirmi a prendere alle 6:00 p.m.?

T:Certamente.A domani.

___________________________

Il giorno dopo tony si preparo per l'uscita.Si mise il vestito più elegante che gli era rimasto e si stava pettinando quando il telefono squillò.

T:Pronto?

P:^Tony!Allora sei vivo.^

:Phil scusa se non ti ho chiamato prima mi ero completamente dimenticato di te.

P:^E io sarei smemorato.Vabbè.Come andato lo scambio.Charlie e Tom non mi rispondono.Non mi dirai che mi avere f*****o.^

T:Charlie e Tom sono morti.Quei b******i dei Colombiani/Yardies ti hanno ingannato.Io sono sopravvisuto per miracolo e ora sono costretto a lavorare per loro.

P:^E la roba?Non mi dirai che se la sono presa.Se è così vado dritto al loro quartier generale del c***o e me la riprendo.

T:Lascia perdere Phil.Non so a cosa gli serve ma è meglio se stai lontano da loro.La prossima volta scegliti clienti migliori.

P:^Uff.Non fa niente.Ascolta ho un altro incarico per te.Arsenale per un gruppo di Nine.Mi sono riappacificato con loro quindi non hai nulla da temere.L'unica cosa è che sono a corto di collaboratori.Te la dovra vedere da solo.^

T:Orario?

P:^5.00 p.m.^

T:§Maledizione§Phil mi assicuri che stavolta andrà tutto bene?

P:^Non preoccuparti.Ho detto ai tizi che avevano a che fare con un ex-berretto verde.^

_______________________________

Il sole brillava più alto che mai su Portland,erchè sapeva che di li a poco sarebbe caduto.

N1:Guarda un pò.Il nostro caro soldato in pensione ci teneva a questo incontro.E' venuto con tanto di frac.

Tony aprì la valigia senza tante cerimonie.

T:Spassoso.Ecco la mercanzia.Sgancia i 50.000 e la finiamo subito.

N2:Vai di fretta amico?Non vorrei ci vorrsti truffare.

Il terzo Nine ridacchiava fissando Tony.

N1:Giusto.E poi sei sicuro che siano di buona qualità.A me sembrano un pò scadenti.Forse è l caso di abbassare il prez...

T:AH NO!

Tony puntò senza esitazione la mitragliatrice presa da Phil sulla fronte del primo Nine.

T:GUAI A CHI ALZA UN DITO!Sentimi bello.Con questa roba puoi ammazzare in un paio di colpi un uomo e con una decina far saltare un camion come quello ditro di te.Le prendi o preferisci prima una dimostrazione pratica?

N1:No,no amico.Calma.Prendo tutto.Ecco i soldi.

Sotto lo sguardo di Tony l'uomo cacciò un mazzo di baconote dal taschino.Mentre Tony le prendeva con la mnao libera il secondo Nine estrasse la sua Magnum ma Tony che se lo aspettava gli sparò subito in faccia poi premette nuovamente l'arma sulla fronte del capo del gruppo.

T:Ok,allora se la mettiamo così...

N1:NO,NO,ASPETTA.Buttate a terra le armi.Che aspettate?!Buttate a terra quelle f*****e pistole.

I due rimasti obbedirono.

N1:Vedi?La faccenda è risolta.Tu hai i soldi e io la merce.Potremmo anche ritirarci.

T:Hai ragione "potremmo".Peccato che alla spesa si aggiunge anche la pallottola che ho sprecato.

N1:Oh certo hai ragione.Quanto sarà?All'incirca 50 cent...

T:500.000.Esatto mi pare il prezzo giusto.

N1:Cosa?!Ma io non ho tutte qui soldi.

Tony mise la mano nel taschino dell'uomo e prese il portafoglio.Ne trasse fuori dei bei gruppi di banconote arrotolate.

T:Hai ragione amico.Questi saranno circa 100.000..o 150.000.Ti abbuono il resto.E' stato un piacere fare affari con te.

Senza smettere di puntare la mitragliatrice ora ad uno ora all'altro Nine Tony salì in macchina e partì.

Dopo due minuti chiamò Phil.

P:^Toy.Sono felice di sentirti.Com'è andato l'incontro?^

T:Come si prevedeva che andasse Phil.

P:^Fantastico.Te l'avevo detto di non preoccuparti.Tutto è filato liscio come l'olio.^

T:Già,solo che adesso non posso venire a portarti tutto perchè ho un secondo appuntamento.Ti spiace se ti consegno i 50.000 domani?

P:^No problem amico.E domani io ti darò i 5.000 pattuiti.Scusa se non sono molti ma la faccenda del Cartello è stato un fulmine a ciel sereno.^

T:Me li farò bastare.Ci si risente Phil.

P:^Ci si rivede Tony.^

Tony si presentò puntuale all'appuntamento con Chai.Cenarono in un ristorante di lusso,poi la portò un pò in giro per Stantoun Island e per concludere andarono al parco dove passeggiarono un pò.Tony fu prudente e infatti andò solo nei luoghi comandati da Catilina dove si sentiva al sicuro per lui e Chai.

Al ritorno erano entrambi un pò stanchi ma felici.

C:E' stata una serata magnifica.Nessuno mi aveva mai trattato in modoo così dolce come te Tony.

T:Ci sono uomini migliori di me solo che tu non hai avuto la fortuna di incontrarli.

C:Per me invece il migliore sei tu.

Detto questo scoccò un bacio sulla guancia del mafioso.I due si guardarono imbarazzati poi si salutarono.

E così ritornato a casa per la prima volta dopo tanto tempo Tony sognò sogni tranquilli.

Commento:Lo so,lo so.Sono un sacrilego.In una storia (ispirata poi a GTA,Grand Theft Auto,accidenti!)dove ci sono morti,sparatorie,torture,esplosioni e chi più ne ha più ne metta,ci ho aggiunto anche l'amore.Il fatto è che volevo regalare un pò di gioia a Tonye e ho un pò troppo calcato la mano.Cercherò di rendere il prossio cap. più emozionante e meno melenso.

Bello.. un pizzico di amore non ci sta male, scusa in SA ci sono gli appuntamenti e in molti capitoli ci sono le fidanzate del protagonista. Comunque finalmente un incontro è filato liscio.. bravissimo!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Confermo la teoria di Mr Vercetti ci sta eccome !!! ma si Tony è un uomo non se pò sempre sparare.... :D:D:D

e poi permettimi...PERCHè HO LA STESSA IDEA DELL MISTER FINALMENTE UNO SCAMBIO FATTO BENE !!!!!!!

aspetto il prox

Grazie mille :lol: Il Mister sarà il mio secondo nome :stralol:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Confermo la teoria di Mr Vercetti ci sta eccome !!! ma si Tony è un uomo non se pò sempre sparare.... :D:D:D

e poi permettimi...PERCHè HO LA STESSA IDEA DELL MISTER FINALMENTE UNO SCAMBIO FATTO BENE !!!!!!!

aspetto il prox

Ringrazio quelli che seguono la mia storia per i complimenti.

Rispondendo all'affermazione purtroppo in tutti i GTA di scambi e/o chiarimenti finiti bene ce ne sono veramente pochi.Il più noto è probabilmente quello fra Tommy e i fratelli Vance,ma c'è anche quello di Tony con Vincenzo.

Riguardo la questione della donna,volevo crearne una debole ma gentile e non una pazza e furiosa come Catilina o drogata e ninfomane come Maria o altre donne della serie (quella che si avvicina più alla mia descrizione è Kate che ha la casa che è un covo per i fratelli ladri),così ho suato lo stereotipo della donna orientale che nei film d'azione incarna quasi sempre il ruolo :D .

Comunque c'è un errore nel testo.L'arma che Tony punto all'uomo è una mitraglietta non mitragliatrice.

Edited by NJL

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ringrazio quelli che seguono la mia storia per i complimenti.

Rispondendo all'affermazione purtroppo in tutti i GTA di scambi e/o chiarimenti finiti bene ce ne sono veramente pochi.Il più noto è probabilmente quello fra Tommy e i fratelli Vance,ma c'è anche quello di Tony con Vincenzo.

Riguardo la questione della donna,volevo crearne una debole ma gentile e non una pazza e furiosa come Catilina o drogata e ninfomane come Maria o altre donne della serie (quella che si avvicina più alla mia descrizione è Kate che ha la casa che è un covo per i fratelli ladri),così ho suato lo stereotipo della donna orientale che nei film d'azione incarna quasi sempre il ruolo :D .

Comunque c'è un errore nel testo.L'arma che Tony punto all'uomo è una mitraglietta non mitragliatrice.

Un'altra che aveva i problemi di droga era Louise di Vic, però la nostra cara ragazza orientale non la fare morire! Sennò ti ammazzo! :xd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Capitolo VIII:Le missioni

C:^Tony perchè c***o ci hai messo così tanto a rispondere?!^

T:Scusa Catalina,ma mi ero appena alzato e...

C:^Chi c***o ti ha dato il permesso di chiamarmi per nome?Io sono il Capo.CAPO!C-A-P-O!Chiaro?Ora vieni subito qui f*****o orso che non sei altro.L'imboscata a Claude è andata male.20 contro 1 ed è andata male!S*****o fortunato.Ti aspetto al porto a nord di Stantoun Island.^

Tony fece presto a rivestirsi dato che la sonnolenza gli era passata un pò per il sollievo che Claude non fosse morto e un pò per le ingiurie di Catalina.

_____________________________________

T:Eccomi capo.Ho fatto più in fretta che ho potuto.

Catalina stava fumando tranquillamente un sigaro e lo guardò di sfuggita.

C:Bene,sei qui.

T:Certo che sono qui.Di che voleva parlarmi?

La donna cominciò a fissarlo.

C:Ascolta Tony.La guerra fra gang si sta intensificando.Ieri un gruppo dei miei è morto in una sparatoria contro i Redjack e stamattina per pareggiare i conti gli abbiamo fatto saltare il covo.

Gli occhi di lei si ridussero a due fessure.

C:La questione è che dobbiamo correre se vogliamo rimanere primi e per questo bisogna superare molti ostacoli.E' difficile farlo però se hai addosso dei pesi inutili che non ti servono a niente se non che a rallentarti.L'unica cosa da fare quindi è gettare via quei pesi e proseguire senza fermarsi mai.Il più velocemente possibile.

Allora Catalina si tolse il sigaro da bocca ed urlò a squarciagola.

C:FORZA IDIOTI.FATELO FUORI.E' QUI ACCANTO A ME.NON RISPARMIATE SULLE MUNIZIONI!

Tony estrasse subito la pistola dal taschino e si voltò a sinistra e a destra ma non vide nessuno.In compenso davanti a lui Catalina si teneva la pancia per le risate.

C:Ahahahah.Cretino ci sei cascato.Non preoccuparti.Avrei davvero fatto una cosa del genere se non avessi fatto fuori Freeway,ma dato che ci sei riuscito sei a posto.

T:Non mi dirai che mi hai portato qui solo per farmi questo scherzo?

C:Certo.Figuriamoci se con tutto quello che ho da fare ho tempo per questo.In realtà è proprio questo il punto.Sono così impegnata a correre che non ho il tempo per gettare via le palle al piede e ho bisogno che qualcuno lo faccia per me.

T:Ok.Chi devo buttare via?

Catalina gli porse una foto dove era raffigurato un afro-americano rasta:

http://gta.neoseeker.com/w/i/gta/a/a6/King_Courtney.gif

T:Scusa capo.Non vorrei contraddirti ma Bob Marley è già morto 20 anni fa :nono: .

C:Questo è King Courtney.Il Leader degli Yardies.Negli ultimi tempi ha cominciato a campare troppe pretese per la nostra fusione e non mi è stato utile a niente.L'attacco a Claude l'avevo organizzato con lui.

T:Ma se è il capo degli Yardies ammazzarlo non peggiorerebbe le cose :unsure: ?

C:No,perchè 1)Farò credere che sono stati i Nine .2)Sono venuta a sapere che ha intenzione lui stesso di annullare tutto a causa di alcune false prove che gli sono giunte.Sospetto che ci sia la Yakuza dietro°.3)Una volta che sarà morto sarà più facile convincere le sue pecorelle smarrite a finire di unirsi al Cartello.

Catalina gli diede tutte le informazioni e gli disse dove si trovava Courtney.Tony allora si diresse prima al negozio di Phil dove gli diede il denaro della scorsa notte e prese un fucile di precisione.

Fatto questo si diresse a Wichita Gardens dove Courtney doveva discutere con i Nine su possibili accordi.Salì sul tetto di un palazzo e aspettò l'arrivo degli uomini.Dagli angoli spuntarono delle auto da cui scesero degli uomini vestiti di azzurro (i Nine) e altri di verde (gli Yardies) il cui gruppo era guidato da Courtney.Tony puntò il mirino contro di lui e,dopo aver aspettato un paio di secondi,sparò.

Il colpo fu così forte che molto sangue di Courtney schizzò sulla faccia del Nine con cui stava parlando e che Tony riconobbe essere quello dello scambio.

Poi tutto andò come Catalina aveva previsto.Vedendo il loro capo cadere gli Yardies pensarono a un tradimento dei Nine e gli spararono,questi ultimi dovettero rispondere al fuoco.Tony assistè per un pò allo spettacolo finchè pochi Nine non ebbero la meglio e se la filarono.Dopodichè Tony scese e abbandonò anche lui il campo di battaglia.

_____________________________________

P:Tony.Fortuna che sei qui!Ho giusto un problema.

T:Speravo proprio in un lavoretto.Che devo fare?

P:Guarda qui.

Phil aprì la cassa del suo negozio e ne spuntarono fuori migliaglia di dollari.Euforico cominciò a gettarne alcuni in aria e imporvvisando un balletto davanti il muso di Tony.

P:Sarannò più di 2.000.000.Ancora un pò e potrò andarmene in pensione caro mio.Niente più corse,niente più guai,solo una villa extra-lusso con panorama sulla spiaggia e tre belle pupe da cambiare ogni giorno.

T:E questo secondo te sarebbe un problema?

P:No.Il problema è che a pochi isolati da qui uno s*****o che crede di potermi preoccupare a fatto un nuovo negozio di armi.Lo sai come l'ha chiamato? "The Ammunation of the Nation".A volte mi chiedo come la gente possa essere così imbecille.Il propietario,Joe Shuster,mi ha anche minacciato ma ora gli e la farò vedere grazie a te.

Diede a Tony una mazzetta di 10.000 dollari,ma mentre stava per uscire phil lo richiamò e gli lanciò un lanciarazzi.

P:Oggi offre la casa.Radilo al suolo Tony.

Tony si diresse verso il vicolo del negozio e vide un enorme negozio sfavillante.Le vetrine lucide dove erano esposte dei nuovissimi modelli.

T:Altro che Ammunation.Questo sembra un Hotel. :Oo:

Cominciò a urlare.

T:Joe Shuster sei lì dentro?

Un uomo nè giovane nè vecchio spuntò fuori.

J:Ehi se vuoi prendere qualcosa devi entrare.Ho i migliori ferri per i migliori uomini.

T:Non sono qui per prendere ma per dare.Questo è da parte di Phil Cassidy.

Puntò il lanciarazzi contro l'uomo ma quando premette il grilleto non uscì niente.Ci riprovò altre due volte inutilmente.

T:§Phil,brutta testa di c***o.Faremo alla vecchia maniera.§

Tirò fuori l'AK47 che aveva comprato in precedenza.Purtroppo però Joe si era già rintanato nel negozio e a coprirlo erano comparsi due guardie del corpo.

J:Fate fuori quell'idiota!

I due uomini estraerono i loro fucili,ma Tony si rintanò dietro una macchina e li fece fuori in una decina di secondi.Entrò nel negozio ma si trovò davanti molti gorilla che lo separavano da Shuster.

Tony continuava a mandarne all'altra mondo ma ne continuavano a spuntare.

J:Il primo che lo farà fuori avrà una ricompensa.Che aspettate?E' solo uno forza!

Velocemente Tony prese una granata esposta e la buttò in mezzo al gruppo riparandosi.

L'esplosione uccise tutte le guardie che protessero Shuster fino all'ultimo facendogli involontariamente da scudo coi propri corpi.

L'armaiolo ora era rannichiato in un angolo mentre Tony si avvicinava a lui.

J:A-aspetta.Ce-cerchiamo di parlarne.Io non ti ho mai fatto niente.

T:Io invece lo farò adesso.

Due spari.Joe Shuster cadde riverso per non rialzarsi mai più.

Uscito Tony chiamò Phil.

T:Joe Shuster non può più minacciarti.

P:^Sapevo di poter contare su di te."The Ammunation of The Nation".Che c***o di nome.

Borbottando Phil riagganciò.

_______________________________

Tony imprecò quando il telefono cominciò a squillare.Era sotto la doccia e ancora bagnato rispose.

C:^Tony.Nuovo incarico.Ti ricordi di Ned Burner?^

T:Intendi quel giornalista che scriveva pezzi sulla mala?

C:^Si,proprio lui.Era uno che ficcava sempre il naso dove non doveva e quando l'hai ucciso-lo so che sei stato tu-tutti criminali hanno tirato un sospiro di sollievo.A quanto pare però il fratellino minore Teddy sta seguendo la sua strada.^

T:Proprio una famiglia di rompip***e.

C:^Esatto.E indovina su chi sarà il suo primo pezzo?Su noi!Ha quanto pare era presente allo scambio del nostro primo incontro.Ha scattato delle foto.Se le bande con cui ho degli accordi scoprono che avevo raggirato il tuo amico Cassidy potrebbero avere paura che faccia lo stesso con loro.^

T:§E non avrebbero torto§Dove si trova?

C:^A raccogliere informazioni nel bar "The drunk bottle"° a Shoreseid Vale.Fa in modo che non ne esca più se non in barella e con un fazzoletto nero sulla faccia.Prima però fatti dire se ha degli appunti su di noi nel suo studio.^

Tony si diresse a "The drunk bottle" che era nei quartieri bassi della terza isola.Appena entrato riconobbe Burner dalla descrizione di Catalina.Simile al fratello fisicamente era seduto da solo a un tavolo a rimuginare.Quando si avvicinò Tony gli sentì dire.

T:Ci deve essere un legame molto stretto fra il Cartello e gli Yardies.La misteriosa donna che sembra comandare entrambi potrebbe aver ucciso King Courtney per consolidare il proprio potere.Eppure la morte del rasta sembra essere stata causata dai Nine.Qualcosa non quadra...

In quel momento si accorse di Tony.Lui gli porse velcoemnte la mano.

T:Piacere di conoscerla signor Burner.Io sono un suo grande ammiratore.Posso sedermi?

Teddy lo guardò un attimo sospettoso poi sorridendo gli strinse la mano.

T:Prego si accomodi.Non immaginavo di avere dei fan.

Tony si sedette.

T:Io l'ammiro molto signor Burner.Il lavoro che fa comporta dei rischi.Eppure lei incurante di tutto continua.Spero che avrà presto modo di mostrare al mondo di cosa è capace.

Teddy Burner non era avvezzo ai complimenti ed essendo anche un pò presuntuoso cominciò a pavoneggiarsi.

T:Che ci vuole fare.Ci sono uomini che possono scegliere di seguire il proprio destino e altri che invece vogliono cambiarlo.Io modestamente mi sto già dando da fare.Guardi qui.

Estrasse dal taschino le foto dello scambio d'armi.Rappresentavano tutta la scena.Dall'arrivo di Tony,Charlie e Tom fino agli spari e alla cattura.Tony le osservò fingendosi affascinato.

T:Incredibile.Lo è ancora di più il fatto che questo sia il suo primo articolo e me lo stia mostrando.Anche se molto probabilmente terrà delle copie e degli appunti.

T:No,purtroppo non ho ancora avuto tempo per questo.Quelli che ha in mano sono esemplari unici ma molto interessanti.Vede quest'uomo?

Il dito di Teddy indicava Tony rappresentato nella foto in cui veniva trascinato via dagli sgherri di Catalina.

T:Non è morto.Per qualche strano motivo l'hanno rapito.Forse hanno intenzione di servirsi di lui dato che è una mezza leggenda nella malavita.Si tratta di...

Solo in quel momento Teddy si accorse che il viso della person nella foto era lo stesso di quella che gli stava davanti.Fissò prima l'uno poi l'altro stupefatto.

T:...Tony Cipriani,esatto.Lei è un uomo inteliggente e coraggioso Teddy Burner.E' un peccato che la gente come lei utilizzi le proprie facoltà nei campi sbagliati,perchè alla fine se ne paga sempre le conseguenze.Addio!

Tony gli puntò contro la pistola ma Teddy gli si scagliò addosso rovesciando il tavolo.Il reporter si mise in piedi agilmente dirigendosi verso l'uscita.

Cipriani si alzò in più tempo e lo stava per seguire ma il propietario del bar gli si parò davanti.

P:Fermo lì!Che cosa...

Tony non aveva tempo da perdere e lo uccise cn un colpo solo.Varcata la soglia vide Teddy salire sulla moto e partire.Cipriani prese la macchina e in poco tempo gli fu alle costole con Teddy che gli urlava.

T:Schifoso pezzo di m***a.E' per colpa di quelli come te se questa città va in malora.E' per colpa di quelli come te se mio fratello è morto.Lui voleva solo che questo fosse un posto migliore per tutti e io continuerò la sua opera.

T:A tuo fratello Ned non interessava niente della città.L'unica cosa che voleva era diventare famoso anche inventando delle c*****e.

T:Stai mentendo s*****o.Cosa ne sai tu?Ned....

Tony premette al massimo l'acceleratore e tamponò violentemente la moto.Burner volò in aria con un grido e si schiantò contro il muro.

Quando Tony si avvicinò stava provando a rialzarsi,ma fu risteso con un palottola.

Nelle condizioni in cui era non gli restava molto d avivere e il suo carnefice lo sapeva così gli parlò.

T:Ora ti racconterò la verità.Ho lavorato pe run tuo fratello per un pò di tempo.Si travestiva da prete e mi affidava degli incarichi dicendo che voleva che la criminalità cadesse.Alla fine però scoprì la verità.Era solo un ottuso giornalista che voleva far carriera e per questo mi assegnava casi del genere.Quindi Ned Burner è uno schifoso pezzo di m***a esattamente come me.Uno di quelli che rovinano la città e che tu tanto odi.

Teddy sanguinava copiosamente dalla testa e dal naso.

T:B...*...*..**..*..*o

Tony non capì se quell'insulto affannoso fosse diretto a lui o a Ned.

T:E ti dirò di più...

Si avvicinò all'orechcio del morente e sussurò.

T:Ho ucciso io tuo fratello.

Senza una parola Teddy Burner cadde a terra.La bocca spalancata dal quale usciva ancora sangue e gli occhi spenti rivolti al cielo scuro di Liberty City.

Tony risalì in macchina e chiamò Catalina.

C:^Tony,dimmi che non sentiremo più parlare di quel f*****o giornalista.^

T:Mi spiace capo non sarà così.

C:^TU!F*****o orso plantigrado col cervello di grasso!Come hai potuto permettere che quell'idiota ci scappase.Stavolta non si trattava di un boss criminale,c***o.^

T:Sono desolato capo.Le consiglio allora di non comprare il giornale di domani.Già immagino il titolo:"La maledizione dei Burner.Teddy raggiunge il fratello.".Tanto non ne parleranno per molto tempo dato che ho qui le sue uniche foto con me.Le conserverò come ricordo del nostro primo incontro.

Per un paio di secondi ci fu silenzio dall'altro lato del telefono,poi la voce squillante di Catalina.

C:^Bel lavoro hombre!Lo ammetto,mi hai truffata alla grande,ci sono proprio cascata.Allora alla prossima.^

T:Ehi aspetta e la faccenda di Speed?

C:^Di lui parleremo in seguito.Abbiamo cose più importanti a cui pensare.Ma come premio per essere riuscita ad imbrogliarmi ti prometto che quando sarà il momento ci sarai tu di fornte a lui.^

Tony non sapeva quanto valesse la parola di una hispanica impazzita ma era pur sempre meglio di niente.

T:Bene,alla prossima.

Attaccò,ma non ebbe il tempo di mettere il cellulare a posto che squillò nuovamente.

T:Pronto?

D:Tony!Meno male che hai risposto.Non ero nemmeno sicuro che questo fosse il tuo numero sebbene ci abbia messo giorni a cercarlo.

T:Cosa vuoi?

D:Ascolta.Non so quale sia la tua situazione,ma immagino che tu abbia un bisogno impellente di soldi.Se mi dai mano ne avrai un bel pò.

T:Non sei tanto lontano dalla verità.Di che si tratta?

D:Credo sia meglio discuterne a quattr'occhi.Raggiungimi alla mia villa.Ci vediamo lì.

T:Ok,ci vediamo lì Love.

Commento:Molto probabilmente questo è il capitolo più lungo della serie.E se vi dicessi che è solo 2/4 di quello che volevo postare?E pensare che avevo intenzione di concludere questa storia con 10 capitoli,ma mi sa che con tutte le idee che mi ronzano in testa arriviamo al 15 :ahsisi: .Vi anticipo però che nel prossimo capitolo ricompariranno Chai e un altro personaggio di cui in GTA III non sapevamo più niente (oltre a Love).

°Dalla missione "Stronca il patto".

°Significa "L'Ammunation della Nazione".Scusate la poca fantasia.

°Significa "La bottiglia ubriaca.Scusate ancora.

Edited by NJL

Share this post


Link to post
Share on other sites

Capitolo VIII:Le missioni

C:^Tony perchè c***o ci hai messo così tanto a rispondere?!^

T:Scusa Catalina,ma mi ero appena alzato e...

C:^Chi c***o ti ha dato il permesso di chiamarmi per nome?Io sono il Capo.CAPO!C-A-P-O!Chiaro?Ora vieni subito qui f*****o orso che non sei altro.L'imboscata a Claude è andata male.20 contro 1 ed è andata male!S*****o fortunato.Ti aspetto al porto a nord di Stantoun Island.^

Tony fece presto a rivestirsi dato che la sonnolenza gli era passata un pò per il sollievo che Claude non fosse morto e un pò per le ingiurie di Catalina.

_____________________________________

T:Eccomi capo.Ho fatto più in fretta che ho potuto.

Catalina stava fumando tranquillamente un sigaro e lo guardò di sfuggita.

C:Bene,sei qui.

T:Certo che sono qui.Di che voleva parlarmi?

La donna cominciò a fissarlo.

C:Ascolta Tony.La guerra fra gang si sta intensificando.Ieri un gruppo dei miei è morto in una sparatoria contro i Redjack e stamattina per pareggiare i conti gli abbiamo fatto saltare il covo.

Gli occhi di lei si ridussero a due fessure.

C:La questione è che dobbiamo correre se vogliamo rimanere primi e per questo bisogna superare molti ostacoli.E' difficile farlo però se hai addosso dei pesi inutili che non ti servono a niente se non che a rallentarti.L'unica cosa da fare quindi è gettare via quei pesi e proseguire senza fermarsi mai.Il più velocemente possibile.

Allora Catalina si tolse il sigaro da bocca ed urlò a squarciagola.

C:FORZA IDIOTI.FATELO FUORI.E' QUI ACCANTO A ME.NON RISPARMIATE SULLE MUNIZIONI!

Tony estrasse subito la pistola dal taschino e si voltò a sinistra e a destra ma non vide nessuno.In compenso davanti a lui Catalina si teneva la pancia per le risate.

C:Ahahahah.Cretino ci sei cascato.Non preoccuparti.Avrei davvero fatto una cosa del genere se non avessi fatto fuori Freeway,ma dato che ci sei riuscito sei a posto.

T:Non mi dirai che mi hai portato qui solo per farmi questo scherzo?

C:Certo.Figuriamoci se con tutto quello che ho da fare ho tempo per questo.In realtà è proprio questo il punto.Sono così impegnata a correre che non ho il tempo per gettare via le palle al piede e ho bisogno che qualcuno lo faccia per me.

T:Ok.Chi devo buttare via?

Catalina gli porse una foto dove era raffigurato un afro-americano rasta:

http://gta.neoseeker.com/w/i/gta/a/a6/King_Courtney.gif

T:Scusa capo.Non vorrei contraddirti ma Bob Marley è già morto 20 anni fa :nono: .

C:Questo è King Courtney.Il Leader degli Yardies.Negli ultimi tempi ha cominciato a campare troppe pretese per la nostra fusione e non mi è stato utile a niente.L'attacco a Claude l'avevo organizzato con lui.

T:Ma se è il capo degli Yardies ammazzarlo non peggiorerebbe le cose :unsure: ?

C:No,perchè 1)Farò credere che sono stati i Nine .2)Sono venuta a sapere che ha intenzione lui stesso di annullare tutto a causa di alcune false prove che gli sono giunte.Sospetto che ci sia la Yakuza dietro°.3)Una volta che sarà morto sarà più facile convincere le sue pecorelle smarrite a finire di unirsi al Cartello.

Catalina gli diede tutte le informazioni e gli disse dove si trovava Courtney.Tony allora si diresse prima al negozio di Phil dove gli diede il denaro della scorsa notte e prese un fucile di precisione.

Fatto questo si diresse a Wichita Gardens dove Courtney doveva discutere con i Nine su possibili accordi.Salì sul tetto di un palazzo e aspettò l'arrivo degli uomini.Dagli angoli spuntarono delle auto da cui scesero degli uomini vestiti di azzurro (i Nine) e altri di verde (gli Yardies) il cui gruppo era guidato da Courtney.Tony puntò il mirino contro di lui e,dopo aver aspettato un paio di secondi,sparò.

Il colpo fu così forte che molto sangue di Courtney schizzò sulla faccia del Nine con cui stava parlando e che Tony riconobbe essere quello dello scambio.

Poi tutto andò come Catalina aveva previsto.Vedendo il loro capo cadere gli Yardies pensarono a un tradimento dei Nine e gli spararono,questi ultimi dovettero rispondere al fuoco.Tony assistè per un pò allo spettacolo finchè pochi Nine non ebbero la meglio e se la filarono.Dopodichè Tony scese e abbandonò anche lui il campo di battaglia.

_____________________________________

P:Tony.Fortuna che sei qui!Ho giusto un problema.

T:Speravo proprio in un lavoretto.Che devo fare?

P:Guarda qui.

Phil aprì la cassa del suo negozio e ne spuntarono fuori migliaglia di dollari.Euforico cominciò a gettarne alcuni in aria e imporvvisando un balletto davanti il muso di Tony.

P:Sarannò più di 2.000.000.Ancora un pò e potrò andarmene in pensione caro mio.Niente più corse,niente più guai,solo una villa extra-lusso con panorama sulla spiaggia e tre belle pupe da cambiare ogni giorno.

T:E questo secondo te sarebbe un problema?

P:No.Il problema è che a pochi isolati da qui uno s*****o che crede di potermi preoccupare a fatto un nuovo negozio di armi.Lo sai come l'ha chiamato? "The Ammunation of the Nation".A volte mi chiedo come la gente possa essere così imbecille.Il propietario,Joe Shuster,mi ha anche minacciato ma ora gli e la farò vedere grazie a te.

Diede a Tony una mazzetta di 10.000 dollari,ma mentre stava per uscire phil lo richiamò e gli lanciò un lanciarazzi.

P:Oggi offre la casa.Radilo al suolo Tony.

Tony si diresse verso il vicolo del negozio e vide un enorme negozio sfavillante.Le vetrine lucide dove erano esposte dei nuovissimi modelli.

T:Altro che Ammunation.Questo sembra un Hotel. :Oo:

Cominciò a urlare.

T:Joe Shuster sei lì dentro?

Un uomo nè giovane nè vecchio spuntò fuori.

J:Ehi se vuoi prendere qualcosa devi entrare.Ho i migliori ferri per i migliori uomini.

T:Non sono qui per prendere ma per dare.Questo è da parte di Phil Cassidy.

Puntò il lanciarazzi contro l'uomo ma quando premette il grilleto non uscì niente.Ci riprovò altre due volte inutilmente.

T:§Phil,brutta testa di c***o.Faremo alla vecchia maniera.§

Tirò fuori l'AK47 che aveva comprato in precedenza.Purtroppo però Joe si era già rintanato nel negozio e a coprirlo erano comparsi due guardie del corpo.

J:Fate fuori quell'idiota!

I due uomini estraerono i loro fucili,ma Tony si rintanò dietro una macchina e li fece fuori in una decina di secondi.Entrò nel negozio ma si trovò davanti molti gorilla che lo separavano da Shuster.

Tony continuava a mandarne all'altra mondo ma ne continuavano a spuntare.

J:Il primo che lo farà fuori avrà una ricompensa.Che aspettate?E' solo uno forza!

Velocemente Tony prese una granata esposta e la buttò in mezzo al gruppo riparandosi.

L'esplosione uccise tutte le guardie che protessero Shuster fino all'ultimo facendogli involontariamente da scudo coi propri corpi.

L'armaiolo ora era rannichiato in un angolo mentre Tony si avvicinava a lui.

J:A-aspetta.Ce-cerchiamo di parlarne.Io non ti ho mai fatto niente.

T:Io invece lo farò adesso.

Due spari.Joe Shuster cadde riverso per non rialzarsi mai più.

Uscito Tony chiamò Phil.

T:Joe Shuster non può più minacciarti.

P:^Sapevo di poter contare su di te."The Ammunation of The Nation".Che c***o di nome.

Borbottando Phil riagganciò.

_______________________________

Tony imprecò quando il telefono cominciò a squillare.Era sotto la doccia e ancora bagnato rispose.

C:^Tony.Nuovo incarico.Ti ricordi di Ned Burner?^

T:Intendi quel giornalista che scriveva pezzi sulla mala?

C:^Si,proprio lui.Era uno che ficcava sempre il naso dove non doveva e quando l'hai ucciso-lo so che sei stato tu-tutti criminali hanno tirato un sospiro di sollievo.A quanto pare però il fratellino minore Teddy sta seguendo la sua strada.^

T:Proprio una famiglia di rompip***e.

C:^Esatto.E indovina su chi sarà il suo primo pezzo?Su noi!Ha quanto pare era presente allo scambio del nostro primo incontro.Ha scattato delle foto.Se le bande con cui ho degli accordi scoprono che avevo raggirato il tuo amico Cassidy potrebbero avere paura che faccia lo stesso con loro.^

T:§E non avrebbero torto§Dove si trova?

C:^A raccogliere informazioni nel bar "The drunk bottle"° a Shoreseid Vale.Fa in modo che non ne esca più se non in barella e con un fazzoletto nero sulla faccia.Prima però fatti dire se ha degli appunti su di noi nel suo studio.^

Tony si diresse a "The drunk bottle" che era nei quartieri bassi della terza isola.Appena entrato riconobbe Burner dalla descrizione di Catalina.Simile al fratello fisicamente era seduto da solo a un tavolo a rimuginare.Quando si avvicinò Tony gli sentì dire.

T:Ci deve essere un legame molto stretto fra il Cartello e gli Yardies.La misteriosa donna che sembra comandare entrambi potrebbe aver ucciso King Courtney per consolidare il proprio potere.Eppure la morte del rasta sembra essere stata causata dai Nine.Qualcosa non quadra...

In quel momento si accorse di Tony.Lui gli porse velcoemnte la mano.

T:Piacere di conoscerla signor Burner.Io sono un suo grande ammiratore.Posso sedermi?

Teddy lo guardò un attimo sospettoso poi sorridendo gli strinse la mano.

T:Prego si accomodi.Non immaginavo di avere dei fan.

Tony si sedette.

T:Io l'ammiro molto signor Burner.Il lavoro che fa comporta dei rischi.Eppure lei incurante di tutto continua.Spero che avrà presto modo di mostrare al mondo di cosa è capace.

Teddy Burner non era avvezzo ai complimenti ed essendo anche un pò presuntuoso cominciò a pavoneggiarsi.

T:Che ci vuole fare.Ci sono uomini che possono scegliere di seguire il proprio destino e altri che invece vogliono cambiarlo.Io modestamente mi sto già dando da fare.Guardi qui.

Estrasse dal taschino le foto dello scambio d'armi.Rappresentavano tutta la scena.Dall'arrivo di Tony,Charlie e Tom fino agli spari e alla cattura.Tony le osservò fingendosi affascinato.

T:Incredibile.Lo è ancora di più il fatto che questo sia il suo primo articolo e me lo stia mostrando.Anche se molto probabilmente terrà delle copie e degli appunti.

T:No,purtroppo non ho ancora avuto tempo per questo.Quelli che ha in mano sono esemplari unici ma molto interessanti.Vede quest'uomo?

Il dito di Teddy indicava Tony rappresentato nella foto in cui veniva trascinato via dagli sgherri di Catalina.

T:Non è morto.Per qualche strano motivo l'hanno rapito.Forse hanno intenzione di servirsi di lui dato che è una mezza leggenda nella malavita.Si tratta di...

Solo in quel momento Teddy si accorse che il viso della person nella foto era lo stesso di quella che gli stava davanti.Fissò prima l'uno poi l'altro stupefatto.

T:...Tony Cipriani,esatto.Lei è un uomo inteliggente e coraggioso Teddy Burner.E' un peccato che la gente come lei utilizzi le proprie facoltà nei campi sbagliati,perchè alla fine se ne paga sempre le conseguenze.Addio!

Tony gli puntò contro la pistola ma Teddy gli si scagliò addosso rovesciando il tavolo.Il reporter si mise in piedi agilmente dirigendosi verso l'uscita.

Cipriani si alzò in più tempo e lo stava per seguire ma il propietario del bar gli si parò davanti.

P:Fermo lì!Che cosa...

Tony non aveva tempo da perdere e lo uccise cn un colpo solo.Varcata la soglia vide Teddy salire sulla moto e partire.Cipriani prese la macchina e in poco tempo gli fu alle costole con Teddy che gli urlava.

T:Schifoso pezzo di m***a.E' per colpa di quelli come te se questa città va in malora.E' per colpa di quelli come te se mio fratello è morto.Lui voleva solo che questo fosse un posto migliore per tutti e io continuerò la sua opera.

T:A tuo fratello Ned non interessava niente della città.L'unica cosa che voleva era diventare famoso anche inventando delle c*****e.

T:Stai mentendo s*****o.Cosa ne sai tu?Ned....

Tony premette al massimo l'acceleratore e tamponò violentemente la moto.Burner volò in aria con un grido e si schiantò contro il muro.

Quando Tony si avvicinò stava provando a rialzarsi,ma fu risteso con un palottola.

Nelle condizioni in cui era non gli restava molto d avivere e il suo carnefice lo sapeva così gli parlò.

T:Ora ti racconterò la verità.Ho lavorato pe run tuo fratello per un pò di tempo.Si travestiva da prete e mi affidava degli incarichi dicendo che voleva che la criminalità cadesse.Alla fine però scoprì la verità.Era solo un ottuso giornalista che voleva far carriera e per questo mi assegnava casi del genere.Quindi Ned Burner è uno schifoso pezzo di m***a esattamente come me.Uno di quelli che rovinano la città e che tu tanto odi.

Teddy sanguinava copiosamente dalla testa e dal naso.

T:B...*...*..**..*..*o

Tony non capì se quell'insulto affannoso fosse diretto a lui o a Ned.

T:E ti dirò di più...

Si avvicinò all'orechcio del morente e sussurò.

T:Ho ucciso io tuo fratello.

Senza una parola Teddy Burner cadde a terra.La bocca spalancata dal quale usciva ancora sangue e gli occhi spenti rivolti al cielo scuro di Liberty City.

Tony risalì in macchina e chiamò Catalina.

C:^Tony,dimmi che non sentiremo più parlare di quel f*****o giornalista.^

T:Mi spiace capo non sarà così.

C:^TU!F*****o orso plantigrado col cervello di grasso!Come hai potuto permettere che quell'idiota ci scappase.Stavolta non si trattava di un boss criminale,c***o.^

T:Sono desolato capo.Le consiglio allora di non comprare il giornale di domani.Già immagino il titolo:"La maledizione dei Burner.Teddy raggiunge il fratello.".Tanto non ne parleranno per molto tempo dato che ho qui le sue uniche foto con me.Le conserverò come ricordo del nostro primo incontro.

Per un paio di secondi ci fu silenzio dall'altro lato del telefono,poi la voce squillante di Catalina.

C:^Bel lavoro hombre!Lo ammetto,mi hai truffata alla grande,ci sono proprio cascata.Allora alla prossima.^

T:Ehi aspetta e la faccenda di Speed?

C:^Di lui parleremo in seguito.Abbiamo cose più importanti a cui pensare.Ma come premio per essere riuscita ad imbrogliarmi ti prometto che quando sarà il momento ci sarai tu di fornte a lui.^

Tony non sapeva quanto valesse la parola di una hispanica impazzita ma era pur sempre meglio di niente.

T:Bene,alla prossima.

Attaccò,ma non ebbe il tempo di mettere il cellulare a posto che squillò nuovamente.

T:Pronto?

D:Tony!Meno male che hai risposto.Non ero nemmeno sicuro che questo fosse il tuo numero sebbene ci abbia messo giorni a cercarlo.

T:Cosa vuoi?

D:Ascolta.Non so quale sia la tua situazione,ma immagino che tu abbia un bisogno impellente di soldi.Se mi dai mano ne avrai un bel pò.

T:Non sei tanto lontano dalla verità.Di che si tratta?

D:Credo sia meglio discuterne a quattr'occhi.Raggiungimi alla mia villa.Ci vediamo lì.

T:Ok,ci vediamo lì Love.

Commento:Molto probabilmente questo è il capitolo più lungo della serie.E se vi dicessi che è solo 2/4 di quello che volevo postare?E pensare che avevo intenzione di concludere questa storia con 10 capitoli,ma mi sa che con tutte le idee che mi ronzano in testa arriviamo al 15 :ahsisi: .Vi anticipo però che nel prossimo capitolo ricompariranno Chai e un altro personaggio di cui in GTA III non sapevamo più niente (oltre a Love).

°Dalla missione "Stronca il patto".

°Significa "L'Ammunation della Nazione".Scusate la poca fantasia.

°Significa "La bottiglia ubriaca.Scusate ancora.

Bella storia, con un sacco di vittime.. comunque chissà cosa succedere nelle prossime puntate, e non mi dispiace se la storia si prolunga :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Capitolo VIII BIS:Le missioni

T:Chi non muore si rivede.

Era nel giardino della villa di Love.Quest'ultimo era appoggiato sul muretto che lo separava dallo stagno.

D:Parole sante amico.Leggi qui.

Donald porse a Tony un biglietto tirato fuori da un pacchetto.

Egregio Mr. Love,siamo spiacenti di comunicarle

che la sua azienda agricola nei settori dell'

America Latina ha fallito la prova d'igiene

sanitaria e le attività e la lavorazione dei

prodotti sono state momentaneamente

sospese.

Saluti distinti.

T:Così hai le mani anche in Sud America,eh Don?Quindi fra i tuoi tanti interessi c'è anche l'agricoltura.

D:Evita di fare l'idiota Tony.Sai bene che quello è un messaggio cifrato.Ok,lo ammetto.Non sono perfetto!Una parte dei miei profitti viene dalla mariuana e cocaina.A scanso di guai me le faccio spedire qui a Liberty a pacchetti per poi rivenderle,contento?Nell'ultimo espresso che mi è giunto però l'unica cosa bianca che c'era era questo foglietto.Sono nella m***a fino al collo.

T:Perchè mai?Hai anche altri settori che ti fanno guadagnare.

D:Tony possibile che non hai capito?E' stato l'FBI!Quei b******i cercano da tempo di incastrarmi e qualche f*****o uccellaccio deve aver cantato.

T:Spero tu non voglia che voli fino in Argentina,Perù o Colombia o dove c***o vuoi per sistemare la faccenda.

D:E' troppo tardi per questo.Ormai sono appostati là fuori,me lo sento.Aspettano che metta un piede fuori dal cancello per zack chiuderlo con le loro manette ed espormi come un trofeo al pubblico.Devi aiutarmi a scappare.So che la zona dell'aereoporto è in parte sotto l'influenza dei tuoi amici Colombiani.Se potessi...

T:Mi spiace Don,non sono nella situazione di chiedere piaceri a nessuno,soprattutto a loro.Comunque ti aiuterò a scappare.Si dia il caso però il mio non è un piacere.

Love gli diede il suo portafoglio.

T:Spero che dentro non ci siano solo carte di credito.°

D:C'è quanto basta per vivere di rendita per un mese.Il mio necessario è nelle valigie.Ho anche prenotato il biglietto.

T:Andiamo allora.

D:Vice City,sto arrivando!

Nella foga per prendere i bagagli Donald lasciò il suo messaggio nel pacco sul muretto.Verrà riletto più tardi da un altro tizio che però non ci capirà molto e senza dire una parola rifiuterà di pensarci troppo ;) .

I due salirono in macchina e come previsto da Love dopo pochi metri spuntarono tre macchine apparentemente normali con a bordo persone vestite in borghese.

D:Sono loro!Vogliono certamente metterci in trappola.Accellera.

Tony ubbidì e in pochi secondi la macchina raggiunse i 100 Km/h.All'uscità del vicolo però spuntarono altre due macchine a sbarrare la strada.

D:Ci hanno f*****i.Ci hanno f*****i c***o.Cosa possiamo fare?

Tony lo fissò.

T:Allacciati la cintura.

Tony aumentò al massimo la potenza e la macchina dopo aver raggiunto i 150 Km/h si scontrò con quelle che ostruivano la strada gettandole via ed uccidendo gli agenti che erano scesi.

D:Tony!Hai quasi distrutto la macchina.

T:O lei o noi.

Stavano per raggiungere il ponte per Shoresade Vale.A un certo punto però passarono vicino un auto della Yakuza che riconobbe il conducente e inziò ad inseguirlo.

T:§Fantastico.Non bastavano gli 007 -.-' §

Gli Yakuza si accostarono a Tony e cominciarono a sparare e a cercare di buttarlo fuori strada.Tony uccise il guidatore giapponese che fece fermare la macchina e cozzò contro una dell'FBI.Le persone di entrambe le macchine scesero e cominciarono a uccidersi a vicenda.

D:Bravo.Due in un colpo solo ed il ponte è...oh c***o,è chiuso!

Enormi blocchi di cemento sbarravano il passagio.

T:Ci toccherà deviare.

D:Non c'è tempo.Il mio treno parte fra 10 minuti.Finirò in prigione.Lo sapevo,lo sapevo.Non riesco a sopportare l'idea.Mi suiciderò durante il trasporto....

T:Smettila di frignare.Forse c'è ancora una speranza,ma se sei debole di cuore allora ci conviene arrenderci.

D:Nemmeno per idea.Tenterò il tutto per tutto anzichè dare una soddisfazione a quegli sbirri di primo livello.

T:Ecco il piano.Fra la zona a destra del blocco e la ringhierà del ponte c'è un pò di spazio ho intenzione di passare lì.

D:Cosa?!Sei pazzo.Quella linea d'aria sarà larga si è no 10 cm.Ci passa a malapena una persona figuriamoci un bolide.

T:Vero.Questo però vale per i colossi americani.Si dia il caso invece che questo gioiellino che sto guidando sia una sottilissima Ferrari.Hai detto di valer tentare l'impossibile.Ecco il momento.

D:Tony noooooooooooooooooooooooooooooooooooo.....

La macchina raggiunse i 200 Km/h e in quella situazione si sarebbe schiantata contro il lato del muro per poi sbalzare fuori dal ponte e precipitare.Tony sapeva che sarebbe potuto succedere così al momento della verità pensò.

T:§Ti amo Chai.§

Poi lo fece.Aveva notato quel tombino messo male e aveva pensato che poteva causare un incidente a un motociclista o un automobile in velocità,ma se usato nel giusto modo....

La ruota sinistra della Ferrari passò sul tombino alzandosi e allora Tony girò il manubrio a destra con tutte le sue forze.Il veloce spostamento verso la stessa direzione fece si che la Ferrai,essendo leggerissima,portasse in aria la ruota posteriore e anteriore sinistra in maniera da tenersi in equilibrio con le destre (http://www.flashki.it/foto/1174218658_16cars.JPG).

L'auto passò senza farsi un graffio.

Miracolosamente anche la prima auto dell'FBI che seguiva a ruota quella di Tony ebbe lo stesso effetto più o meno,perchè dato che era meno aerodinamica mentre passava rimase quasi incastrata e si accappottò riatterrando sulle ruote e continuando l'inseguimento.La seconda mancò proprio il tombino e si schiantò ed esplose.

D: :shock:.......Dove hai imparato a farlo?

T:Nei tre anni passati a riposarmi.Mi sono trovato un hobby.

Donald guardò lo specchietto.

D:Quei c**i r***i ci seguono ancora.

T:Dovremmo esserne orgogliosi.Abbiamo dei compaesani davvero tenaci.

D:Vedi di liberartene allora.Non mi piacciono gli eroi,specie se non lavorano per me.

T:Non c'è ne bisogno.La loro auto è ridotta peggio della nostra.

Tony distaccò senza difficoltà l'ultimo gruppo e arrivò all'aereoporto.

Fermarono l'auto a pochi passi dall'aereo per Vice.Tony si sbrigò a prendere tutto dal bagagliaio.

Mentre saliva le scalette verso il suo futuro si girò.

Cipriani e Love si scambiarono un breve sguardo che significava tutto e niente,ma che forse voleva dire "Grazie" e "Prego".

Vedendo l'aereo partire verso l'orizzonte Tony notò delle auto carbonizzate con dei corpi.

T:§Sembra che qui sia successo qualcos'altro prima. :mellow: §

In quel momento arrivò anche l'auto con gli agenti che scesero.

A:Lei è in arresto per intrlacio a pubblico ufficiale.Si prepari a rispondere delle sue azioni.

Tony tirò fuori l'Ak47.

T:Oh risponderò,certo che risponderò.

_______

Love era ottimista.Avrebbe ricominciato una nuova vita.In fondo aveva conosciuto Tommy e non aveva nulla da temere.

R:Guarda a volte il destino.Donal Love.

Donald si girò e vide il suo compango di posto.

D:Ray Machowski.In vacanza anche lei?

R:Che ci si pùò fare.Liberty City è una città troppo caotica....e ingrata.Ho avuto bisogno di aiuto per uscirne.°

D:Capisco.Dato che poi ci stiamo dirigendo tutti e due verso nuove opportunità potremo darci una mano.Che ne pensa?

Ray sorrise interessato.

R:Si può fare.

__________________________

C:^Ciao Tony.Ti andrebbe di uscire?^

T:Con piacere.Vuoi andare in qualche posto in particolare?

C:^Nella mia zona:Chinatown.^

Tony si irrigidì.

T:Chinatown.Io a dir la verità prefererirei portarti in zone che non hai ancora visitato.

C:^Lo so,ma da quel che ho capito neanche tu conosci bene il quartiere,quindi ci facciamo scambio di lezioni.^

Tony non seppe più dirgli di no.

T:Ok,passo a prenderti.

Decisero di andare al "Big Dragon"°.Il più vistoso ristorante cinese.Davanti al ristorante Tony disse a Chai.

T:Tu comincia a prenotare.Io parcheggii l'auto.

Il parking era dietro il ristorante così Cipriani svoltò.

T:Oh-Santo-Dio!

Davanti a lui si estendevano una trentina di quei manifesti da ricercato sui muri con la sua faccia.Alcuni erano appicicati perfino sulle auto.

T:Devo toglierli.Non posso permettere che qualcuno li veda.

Velocemente grattugiò via i manifesti e ando al tavolo.

C:Perchè ci hai messo così tanto?

T:Scusa e che non c'era posto.Per fortuna se n'è andata via un auto.

C:Che ti è successo alle mani?Sono tutte sporche.

T:Hai ragione.Devo aver toccato un muro o una macchina non eccesivamente pulita.Vado a lavarmi.

A parte questo incidente andò tutto a posto anche se durante il pasto Chai notò che Tony sembrava nervoso.

C:Tony.Qualcosa non va.Ti vedo nervoso.Se hai una preoccupazione puoi parlarne con me.

Tony doveva inventarsi una scusa buona.

T:No e che...mi piace stare con te :embarrass: .

Ora era Chai quella sorpresa.

C:Non mi aspettavo questo complimento.Ti ringrazio.

Uscirono dopo mangiato.

T:Vado a prendere l'auto?

C:A dir la verità preferirei stare un pò con te.

Così camminarono un pò uscendo dal vicolo.

T:Come ti stai trovando a Liberty?

C:Bene.Il lavoro è buono anche se non eccessivo e mi sto facendo anche un pò di amiche fra la mie colleghe,ma credo che la cosa migliore che mi sia capitata..sei tu.

Tony si fermò.

C:Che succede?

Tony la guardava intensamente negli occhi.

T:Chai...io..io penso....

Allora vide distrattamente dietro i capelli di Yuu.La sua faccia appesa al muro lo fissava neutra,la stessa espressione che aveva lui quando uccideva.

C:A cosa pensi?

L'asiatica era stata per un attimo rapita dal suo sguardo,ma adesso vedeva che l'attenzione di Tony era concentrata su un punto dietro di lei.Fece l'atto di voltarsi.

Tony non poteva permetterlo.

T:CHAI.NO!

Nè Chai nè Tony seppero mai cosa accade o come accadde.Le loro labbre si incontrarono.Punto.Non seppero nemmeno quanto tempo durò.Alla fine erano muti.Senza rendersene conto superarono il manifesto e ritornarono alla macchina.Giunti a casa si salutarono.

T:Ciao.

C:Ciao.

________________________________

T:Pronto?

B:^Tony Cipriani?^

T:Si chi parla?

B:^Indovina.Abbiamo svolto degli incarichi per Love.^

T:Senti amico.Non ho tempo per gli enigmi.

B:^Hai ragione.Chi mai potrebbe ricordarsi di me.In fondo che cosa ho fatto?Ho lavorato per Salvatore per 10 anni sono stato uno degli uomini migliori del quasi sindaco di Liberty Donald Love e cosa ci ho guadagnato?Assolutamente niente se non una moglie che mi tradisce.Sarebbe stato meglio se fossi morto su quella nave°.Sono 8-Ball.^

T:Ball?Ah,ora ricordo.Che ti è successo?

B:^Che mi è successo?Fino a pochi giorni fa guadagnavo un bel gruzzoletto aiutando Leone,Love e vendendo bombe,inoltre avevo incontrato la donna della mia vita e l'avevo sposata.Ora Leone è morto,Love è scappato e il mio negozio è diventato una specie di tiro a segno per una banda a cui avevo dato filo da torcere in passato.^

T:Mi spiace.

B:^Grazie per la pietà amico.Credo sia la prima che ho da un pò di anni a questa parte.Per favore sistema quegli idioti da parte mia.Fagli capire che se 8-Ball se ne va non lo fa in silenzio.Ciao.^

T:Fermo un attimo.Faccio presente che non mi hai detto se fanno parte di una gang,dove si trovano e quanto sarebbe il mio compenso.

B:^Scusa amico.Ho altro per la testa.Sono solo dei senzalavoro che nel loro molto tempo libero vengono a rompermi i c******i.Ho provato a fronteggiarli ma sono im maggioranza numerica.In questo momento staranno a Trenton o lì intorno.La ricompensa è di 500.000.^

T:Hai davvero tutti quei soldi?

B:^In effetti np,ma non preoccuparti.Sbriga il lavoro e ti darò tutto quello che mi resta.^

T:Ci conto.Vado.

Ci mise poco tempo a trovare i ragazzi.Parlavano ridacchiando fra di loro agitando le bottiglie semivuote in mano.

T:Ehi voi!

R:Che vuoi?

T:Siete quelli che quotidianamente rompono il c***o a 8-Ball?

R2:Si,e tu invece devi essere la p*****a che lo tradisce.Ahahahah...

La risata dei tre fu stroncata dai proiettili di Tony.

T:§Ha pensarci bene forse non era il caso.Non sembrava avessero armi e quel bombarolo potrebbe anche non pagarmi.Meglio per lui se non lo fa.§

Si diresse verso il negozio di 8-Ball.Quando giunse lui era davanti l'uscio della porta come ad aspettarlo.

T:Ho fatto ciò che dovevo.Ora caccia i soldi.

B:Bene amico.Aspettami lì che vado a prenderli.Per favore non muoverti.

Ball scomparve dentro la sua merceria.

Tony mise una mano sul suo Ak47.

T:§Se prova a fregarmi posso fermarlo.Sempre che non abbia un missile radiocomandato puntato su.....§

Un esplosione spezzò i suoi pensieri.Per fortuna non rimase coinvolto ma il negozio di Ball era in pezzi.

Tony rovistò fra le macerie e trovò dei pezzi carbonizzati del suo corpo.

T:§Incidente o suicidio..Bah!§

Si allontano dal posto timoroso che il rumore avesse attirato qualcuno.

T:Non sapevo nemmeno il suo vero nome.

_________________________________

C:Per una volta sei stato puntuale Tony "Bear"° Cipriani.Peccato che Fernandez sia arrivato prima di te.

Lo spagnolo era seduto su una sedia davanti la scrivania e fissava Tony con un sorrisetto maligno.

L'altro lo ignorò.

T:Grazie Capo.

C:E' anche educato il mio caro orsacchiotto pigrone.Bene tesorino.Ho una grande notizia.Finalmente la mammina ti darà il miele che ti aveva promesso.

A Tony ci vollero quattro secondi per capire la metafora.

Catalina rise.

C:Si amore.Oggi è il giorno in cui noi avremo la nostra vendetta.

Commento:Anche questa è fatta.Ho interpretato a modo mio uno dei personaggi meno caratterizzati di GTA:il granatiere :stralol: .Il capitolo è però soprattutto dedicato a Love dato che ho voluto spiegare per bene le cause della sua "Sparizione".Anche sul fronte Amore s raggiunge un passaggio importante.Faccio presente che le missioni non si sono svolte tutte nello stesso giorno.Partendo dal precedente sarà passata una settimana.

°Dalla missione "Ricercati".

°"Grande Drago" naturalmente.

°Dalla missione "Bombarda la Base:Atto Secondo."

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×