Jump to content
GTA-Series.com Forums
Joker

Taverna del Cavallo Bianco

Recommended Posts

Una semplice taverna al centro della citt costruita prevalentemente in legno e pietre, con grossi travi al soffitto. La luce non molta e cidun'area rilassante al luogo. Un cartello recita "E' permesso fumare erbapipa". Al bancone invece una dolce ragazza elfa, un po' imbranata.

Costo di una stanza (a notte): 5 D

Costo di una birra: 3 D

Sono disponibili anche altri cibi e bevande.

Modificato da Shadd

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

< Dopo una camminata lungo le vie della citt entra accompagnato dall'uomo, Shadd. La taverna poco illuminata da qualche lanterna. Nel locale si sente un forte odore di birra. Un cliente, un grosso orco a quanto pare, sta bevendo in un angolo. Non gli sono mai andati a genio gli orchi. Al bancone un'elfa li osserva entrare. >

< Si rivolge all'uomo, parlando quasi sottovoce >

- Ebbene eccoci qui. Cercherdi farmi dare una stanza dove poter riposare, e farqualche domanda all'elfa, ma restando molto discreto, senza parlare apertamente delle mie intenzioni. Nel frattempo potreste vedere cos'ha da dire quell'orco... -

< Fa un cenno verso l'orco che sta bevendo >

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

< Si guarda intorno appena entrato, poi, al sentire la proposta del demone, squadra l'orco al tavolo, con una smorfia a mettra disgusto e disprezzo. >

- Potrei invece occuparmi io dell'elfa? Sono certo che da quel genere di individuo non riuscirei a ricavare nulla di utile. -

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

< Si guarda intorno appena entrato, poi, al sentire la proposta del demone, squadra l'orco al tavolo, con una smorfia a mettra disgusto e disprezzo. >

- Potrei invece occuparmi io dell'elfa? Sono certo che da quel genere di individuo non riuscirei a ricavare nulla di utile. -

< Riflette sulla risposta dell'uomo >

- In effetti potreste avere ragione... Un orco sardi sicuro piben disposto nei confronti di un Demone... D'accordo, occupatevi voi dell'elfa, io vedo cosa riesco a scoprire dall'orco. -

< Detto questo, attrversando la stanza, si avvicina all'orco seduto al tavolo >

- Salve, mi domandavo se posso offrirvi io il prossimo boccale... a patto di poter farvi compagnia mentre bevete -

< L'orco lo disgusta non poco, ma cerca di non darlo a vedere >

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

< L'orco prende l'ultimo sorso dal suo boccale quando si volta verso il Demone. Nello stesso momento egli punotare che l'orco ha una cicatrice al posto dell'occhio destro. >

- Certo certo... Se offrite voi, fate pure... -

< Detto cil'orco rimane comunque sulle sue aspettando un altro boccale. >

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

< L'orco prende l'ultimo sorso dal suo boccale quando si volta verso il Demone. Nello stesso momento egli punotare che l'orco ha una cicatrice al posto dell'occhio destro. >

- Certo certo... Se offrite voi, fate pure... -

< Detto cil'orco rimane comunque sulle sue aspettando un altro boccale. >

< Alla vista della cicatrice, resta perplesso. Si rivolge all'elfa >

- Un boccale di birra per me, e uno per quest'orco prego. Pago tutto io.

< Detto ci guarda nuovamente l'orco, e si domanda il perchdi quella cicatrice. Anche se in realtnon gli interessa molto. Si rivolge all'orco >

- Mentre l'ostessa (*) ci porta da bere, posso sedermi al vostro tavolo? -

OFF

*: esiste la parola ostessa? :mellow:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

< Grugnisce, poi sposta la sedia accomodandogliela >

- Siediti pure -

< Detto ci l'ostessa prepara due boccali di birra per i due signori e li porta al tavolo, quindi ritorna dietro al bancone, imbarazzata >

OFF: Esiste esiste :mellow:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

< Osserva per qualche secondo la conversazione tra il demone e l'orco, poi si dirige al bancone, sedendosi su uno sgabello mentre l'elfa si accinge a trasportare goffamente due boccali di birra. Aspetta finchla donna non si posiziona nuovamente dietro il bancone, poi le rivolge un semplice saluto, attento a cogliere ogni indecisione nel volto e nella risposta dell'elfa. >

- Salve. -

< Da uno sguardo sopra la spalla alla sua nuova conoscenza, poi torna a guardare negli occhi l'elfa, esercitando lo sguardo pipenetrante di cui capace. >

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

- Non sono un "sire", comunque si, ho bisogno di qualcosa. -

< Indica una delle grosse botti alle spalle dell'elfa, e le dice: >

- Per cominciare un boccale di birra. -

< Attende l'elfa mentre riempie il boccale, e mentre ella sta ancora girandosi, abbassa la voce, nonostante non ci sia nessun altro oltre l'orco e il demone che possa udirlo, e chiede: >

- Ci sono posti..come dire..pidiscreti dell'accademia per imparare le arti magiche, in questa citt -

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

< Pensierosa >

- Mah... Ufficiali non credo... L'Accademia molto frequentata, come mai non vi attira? Comunque non so... In cittc'solo uno stregone qui vicino... Ma poco raccomandabile come persone, un uomo spregevole! Non entrate in quella casa! -

< Quasi preoccupata, si mette a lavare i bicchieri rivolto verso l'umano >

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

< Un sorriso e un'espressione furba si disegnano sul volto dell'umano. >

- Non preoccupatevi per me, non ce n'bisogno. Piuttosto, sareste cosgentile da indicarmi la strada per la casa di questo stregone? -

< Rivolge un'altra occhiata alle sue spalle per controllare a che punto sia il demone, poi beve dal boccale, svuotandolo per met >

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

< Grugnisce, poi sposta la sedia accomodandogliela >

- Siediti pure -

< Detto ci l'ostessa prepara due boccali di birra per i due signori e li porta al tavolo, quindi ritorna dietro al bancone, imbarazzata >

OFF: Esiste esiste :mellow:

< Si siede al tavolo con l'orco. Intanto guarda l'uomo iniziare la sua conversazione con l'elfa. Poi guarda il suo boccale di birra e ne beve una lunga sorsata. La birra fresca e piacevole. Poi si rivolge all'orco >

- Allora, verrsubito al dunque, senza girarci attorno. So che in questa cittla magia oscura proibita... un mio conoscente stato scacciato dall'Accademia per averla solo nominata. Volevo chiedervi: in cittc'qualcuno che la pratica... o la legge cosefficente da eliminare ogni suo praticante? -

< Guarda l'orco con il suo sguardo infuocato dritto negli occhi. >

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

< Rimane calmo, ma il tono della voce diventa minaccioso, e la mano che reggeva il boccale ora a mezz'aria, in posizione da incantesimo, ma al momento pare solo che sia un modo per spaventare la donna. >

- Intendete forse offendermi? -

< Aggrotta le sopracciglia. >

- Indicatemi la strada e non sarete complice di nulla. Rifiutatevi, e ve ne pentirete. Ho intenzione di incontrare quello stregone, e voi non siete certo l'unica persona che puindicarmi come raggiungerlo. -

< Tende i muscoli del polso, ad emulare uno sforzo come se stesse preparando un incantesimo. >

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o effettua il login per commentare

Devi essere un utente registrato per poter lasciare un commento

Registrati

Registra un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Login

Hai già un account? Effettua il login qui.

Effettua il Login

  • Visitatori Recenti   0 utenti

    Nessun utente registrato sta visualizzando questa pagina

×