Jump to content
GTA-Series.com Forums
Shadd

Giocata Ofnir-Razan

Recommended Posts

Si continua da:

I due uomini entrano finalmente nel grosso edificio adibito a farmacia. All'interno li coglie subito un distinto odore di erbe e strani, rari aromi. Il posto è piuttosto silenzioso data la sua dimensione e la penombra dello stanzone, fenduta da lame di luce provenienti dall'esterno, sembra avere un che di verde. Giacigli dall'aria povera ma pulita sono posti regolarmente lungo tutta la stanza, mentre al capo alla destra dei due cacciatori, che è il più vicino a loro, diversi bauli e mobili sono arroccati contro il muro. Poco distante, un uomo con un berretto di tessuto bianco e vestiti chiari è chino sul primo giaciglio della fila, su cui a tutta evidenza è stato adagiato lo sfortunato Landur.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
L'odore molto pungente che permea la struttura disorienta Ofnir per un istante, ma allo stesso tempo sembra rassicurarlo, sottintendendogli in qualche modo l'idea che il posto sia adeguato alle necessità del gruppo. Sperando di non sbagliarsi, il ragazzo si rivolge all' altra persona cosciente nella stanza, oltre lui e Vàrenos: - Buongiorno, siamo appena arrivati nel villaggio e le stiamo già dando grane - dice, sorridendo amichevolmente e avvicinandosi con passo incerto al farmacista - Come sta il nostro uomo? Se la caverà? - Modificato da Manu

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Il farmacista si volge a sincerarsi dell'identità dei visitatori, rivelando un paio di strani baffi ai fianchi delle labbra, ma ben rasati sotto il naso; nel complesso, affatto adeguati ai lineamenti del viso. La veste, chiara sulla schiena, si rivela non sorprendentemente tale anche di fronte, ma la quantità di tasche e sacchetti di pelle ivi appesi rivelano una personalizzazione fuori dal comune.

- Ah! Voi dovete essere i suoi... ehm... amici. Dovrei rimproverarvi per come avete lasciato trattare il vostro compagno, spero proprio che il viaggio ne sia valsa la pena, anche perché non trovete altri come me dopo il viaggio di ritorno, oserei dire. -

Il farmacista si schiarisce la gola, regolando il tono della voce che nel frattempo era diventato come il vero e proprio rimprovero di un vecchio genitore, che l'accoglienza di un professionista.

- Non sta ancora propriamente bene ma dubito che passerà a miglior vita. Spero siate pronti al peggio. -

A queste parole, Várenos si sporge improvvisamente in avanti, preoccupato, ma l'uomo è presto a porre rimedio.

- Ehm! Intendevo che potrebbe essere il caso di cercare accoglienza per passare la notte. Potrebbero volerci giorni, nel caso diventasse preda della febbre. -

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
Inizialmente intimorito dal tono del medico, Ofnir viene tranquillizzato dalle successive parole e terrorizzato dall'ulteriore frase dell'uomo, salvo poi tirare un sospiro di sollievo alla fine del discorso dell'uomo. Sedendosi poi su uno dei giacigli della stanza: - Non è che potrebbe dare un'occhiata anche a me? - gli chiede, indicando la sua coscia destra.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

A real roller coaster.

Dopo aver lanciato un'occhiata all'amico accorgendosi che egli è ancora dormiente, Várenos inizia a curiosare per la stanza, dirigendosi verso i mobili alla destra. Nel frattempo, Ofnir siede sul letto e il farmacista sembra per un attimo volergli saltare addosso con fare omicida, ma si trattiene sentendo le parole del cacciatore. Prima di cambiar capezzale, getta un'occhiata alle bende applicate in generosa quantità sul corpo seminudo di Landur, qui e lì macchiato dal verde di un qualche impiastro di erbe, nonostante gran parte dello sporco sia stato lavato via: Ofnir, dalla sua nuova posizione, può scorgere infatti un piccolo secchio di legno nascosto sotto il letto del compagno di viaggio.

- E sia. Ma mi sembra chiaro che non siete in pericolo di vita, e - aggiunge con una ben udibile punta di rimprovero - certo non posso passare le giornate a lavare lenzuola per nulla... -

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Jesoos, devo rileggere i post prima di scriverli, quello prima di questo ha troppe ripetizioni che lo rendono really ugly. Scs Shaddy :'(

Sempre più sicuro che il proprietario dell' edificio abbia un passato da divoratore di neonati, l'intimorito Ofnir scatta in piedi facendo evidenti segni di scusa, ma stando all' erta pronto a schivare il lancio di qualsivoglia oggetto contundente. Cercando di distrarre il dottore, egli cambia argomento e gli chiede - Ha avuto molti "clienti" di recente, per caso? Ho sentito voci riguardo strani incontri nelle zone limitrofe... -

Modificato da Manu

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Io devo trovare 487953465 sinonimi di "uomo" per non impazzire.

- Incontri? Di che genere, e che c'entro io? -

Chiede sinceramente incuriosito, mentre dietro di lui Várenos si gira ad ascoltare posando una boccetta dalla strana forma trovata sul mobile.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

- Be', diciamo solo che ho sentito dire che c'è qualcosa di grosso che si muove in queste zone e dubito sia amichevole. Pensavo di chiedere un po' in giro e già che ero qui di iniziare a chiederlo a lei. - risponde il giovane, cercando di sottolineare il fatto che se sta chiedendo proprio a lui per primo è perché l'eventualità che qualcuno sia stato ferito dalla "cosa" é tutt'altro che trascurabile.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

- Beh, mi hanno certo parlato di banditi, se è questo che intendete. -

L'uomo tentenna, come colto da un lampo di genio o dubbio improvviso.

- Ma cos'è invece che ha causato tali ferite al vostro compagno? C'entra qualcosa? -

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

- Non esattamente, ma non importa. Il nostro amico ha avuto un brutto incontro, come tutti noi del resto, con degli strani cagnolini dalle ossa sporgenti. Credo si chiamino Kaviraad. Bestioline velenose e non propriamente amichevoli. - risponde Ofnir alla domanda postagli - Io invece son stato colpito da un compagno di viaggio dalla mira non proprio eccellente. - aggiunge il giovane, sospirando.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Con al coda dell'occhio, Ofnir può vedere Várenos accennare ad un sorrisetto divertito alla menzione dell'"incidente" avvenuto per mano di Razan. Il farmacista annuisce intanto alle parole del cacciatore, guardandolo negli occhi in modo strano.

- Capisco, capisco, ne ho letto un po' su alcuni libri regalatimi da un amico di Lun. Ma non mi sono mai avventurato nottetempo così cretinamente da incontrarne uno. -

Aggiunge con una, ancora una volta malnascosta, vena di biasimo.

- Va bene allora, denudatevi. Su, forza. -

Ti aveva colpito alla chiappa, vero?

:frankie:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
Il farmacista fa una smorfia nel vedere la sporcizia ed il sangue raggrumato vicino al sedere di Ofnir, poi gli fa segno di sdraiarsi sul letto faccia in giù. Posizionato il paziente, tira fuori da sotto il letto il secchio d'acqua e ne tira fuori una pezza, che strizza e si accinge ad usare per, molto dolorosamente e vigorosamente, pulire la ferita sulla chiappa di Ofnir e i suoi dintorni. Várenos assiste alla scena divertito, con un silente sorriso.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o effettua il login per commentare

Devi essere un utente registrato per poter lasciare un commento

Registrati

Registra un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Login

Hai già un account? Effettua il login qui.

Effettua il Login

  • Visitatori Recenti   0 utenti

    Nessun utente registrato sta visualizzando questa pagina

×