Jump to content
GTA-Series.com Forums
Shadd

Giocata Ofnir-Razan

Recommended Posts

Note:

Nella giocata degli altri due abbiamo stabilito: spoiler per gli off, corsivo per narrazione, trattini per dialoghi. Importante: se non avete nulla da dire e tocca a voi (ad esempio se Zell ora non vuole aggiungere nulla) fate un post scrivendo solo OK, io proseguo e poi cancello l'ok.

Log pregresso (completo qui):

Dopo qualche altro minuto di camino, il sentiero curva portando i nostri intorno ad un massiccio che aveva loro coperto la vista della cima per tutto il tempo da quando la luce del sole nascente lo avrebbe altrimenti permesso. Il nero della notte ha ormai lasciato il posto ad un azzurro indeciso e ingiallito, che con la sua luce rivela la presenza di una grossa torre in legno in alto, oltre l'ennesima salita ed un paio di altre curve.

Ofnir:

Indicando la torre

- Ci siamo, finalmente ci siamo! -

Razan tira un sospiro di sollievo alla vista della torre.

Ofnir:

Rivolgendosi a Vàrenos

- Come sta il nostro passeggero?-

Razan:

- Maledizione, ho le braccia a pezzi. Se si azzarda a morire scuoio Varenos e lo mando a fargli compagnia -

Várenos:

Várenos rivolge l'ennesima occhiataccia a Razan, anche se, dandogli le spalle, quest'ultimo avrebbe difficoltà a veder molto altro che la testa girarsi brevemente.

- Dorme ancora. -

Il tono è però preoccupato, come se non fosse sicuro se quesa fosse una cosa positiva.

La torre presenta una tettoia sopra quella che sembra l'unica piazzola di guardia alla sua cima. Il bagliore di un fuoco fa ora capolino da essa, annunciando la presenza di qualcuno.

Ofnir:

Tenendo con attenzione la barella con una sola mano, porta l'altra alla bocca ed emette un sonoro fischio.

- Vedete movimento lassù? -

Razan:

- Varenos, correte ad avvisare la vedetta, una mano farebbe molto comoda. -

Várenos:

- Non servirà, - risponde con tono rincuorato: - ci hanno visti. -

Modificato da Shadd

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

"Non ci posso credere, ce l'abbiamo davvero fatta. Questo viaggio è sembrato durare tre mesi."

Urlando poi verso le persone in lontananza:

"Ehi! Abbiamo un ferito qui! Aiutateci!"

Sono richiesti particolari tipi di formattazione qui sul foro? Non rimembro.

Modificato da Manu

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Urla si odono dalla cima della collina, poi tre uomini accorrono dalla torre e, senza perder tempo in presentazioni, due di loro danno il cambio agli sfiniti avventurieri nel trasportare il ferito, intuendo evidentemente la situazione. Il terzo rimane invece a sincerarsi dell'identità dei nostri. È un uomo dall'aria matura, con una artigianale armatura in cuoio e i capelli brizzolati tagliati corti alla maniera militare, la sua barba è altresì ben rasata ed il suo aspetto emana un'aria di forte disciplina, anche se il modo di parlare non appare legnoso come potrebbe credersi.

- Buon giorno a voi. Il vostro amico verrà assistito al più presto, potete rilassarvi. Posso immaginare le cause della sua condizione, ma cosa vi porta a fare un viaggio così pericoloso fin qui, per giunta di notte? -

Mentre parla, l'uomo accenna col braccio verso il villaggio e si incammina egli stesso.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

- Eravamo in cerca di un fabbro, poiché a Lad Theorn non ve n'era traccia. Ma il motivo per cui abbiam dovuto marciare la notte è stata la maggiore probabilità di garantire la sopravvivenza del malcapitato che abbiamo trasportato fin qui - comunica Ofnir, prendendo fiato. Adesso che il suo corpo può rilassarsi, l'adrenalina lascia il posto al dolore per la ferita infertagli inavvertitamente dal suo compagno di viaggio. Nell'iniziare a camminare dietro l'uomo, le fitte lo costringono a zoppicare ad ogni passo effettuato col piede destro.

OFF non ricordo se si fosse specificato in quale delle due cosce fossi stato colpito, se non si fosse stabilito dico adesso che è la dx

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Al massimo sono io che decido che chiappa ho forato. Comunque no, non si era detto quale delle due.

Razan lascia la barella su cui giace il cacciatore agli uomini accorsi in aiuto. Sente le braccia tremare per lo sforzo e fatica a chiudere e riaprire le mani, stanche a causa della lotta e del peso di Landur. Lascia volentieri che sia Ofnir a rispondere a quello che in apparenza sembra un ex soldato, mentre in coda al gruppo si incammina verso il villaggio tenendo lo sguardo fisso sull'uomo.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

- Quantomeno non avrete viaggiato invano allora: di fabbri ne troverete in quantità di certo. Benvenuti a Síde. -

Villaggio di recente instaurazione, Síde orbita notabilmente intorno alle vicine miniere di ferro, recentemente scoperte. Il villaggio è arroccato in cima ad un gruppo di colline pietrose e riceve buon sole in ogni momento della giornata. La febbrilità del luogo è palese: numerose nuove abitazioni sono in costruzione ovunque e la gente è ben più numerosa che nel vicino Lad Theórn; gran parte di essa fa vai e vieni dalla fucina, un grosso edificio oblungo e scuro che sembra ospitare molta manodopera per il genere di lavoro che la fucina di un piccolo agglomerato normalmente impiegherebbe. Non vi sono taverne, come è del resto da aspettarsi da un villaggio privo di traffico commerciale, ma gli abitanti sembrano amichevoli e ospitali.

- Non capita spesso di far affari con viandanti: generalmente riceviamo visite solo da mercanti in cerca di ferro o utensili e per il resto siamo noi ad inviare spedizioni per vendere i nostri prodotti, ma sono sicuro che troverete qualcuno disposto ad aiutarvi al giusto prezzo. -

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

- La notizia mi rincuora, però è una questione a cui ormai penserò più tardi. Dove avete portato il nostro ferito? -

Ofnir si guarda intorno mentre parla e si sorprende delle dimensioni del villaggio. Si sarebbe aspettato qualcosa di molto più piccolo, un paio di case e nulla più.

- Ah, mi perdoni per non essermi presentato. Mi chiamo Ofnir e vengo dal freddo nord. -

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Phatto.

- Io sono Taolus, gestisco la guardia di città e faccio rispettare le regole di Lun nel villaggio. Il vostro amico verrà sistemato a casa del nostro farmacista, non dovrebbero esserci problemi dato che al momento non abbiamo altri feriti. -

L'uomo indica una grossa casa ad un singolo piano che si affaccia nella piazza al centro del conglomerato, poi risponde a Razan.

- Sì, abbiamo un paio di carovane che trasportano settimanalmente merci e materie prime ai villaggi della regione, in cambio di cibo e altre amenità. Come avrete potuto notare, non c'è molto terreno coltivabile da queste parti. -

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

- Pensa che il vostro farmacista potrà dare un'occhiata anche alla mia ferita? - Chiede Ofnir al capo delle guardie, mentre stringe i denti a ogni passo.

Si volta poi verso Varenos: - Sembra incredibile ma ce l'abbiamo finalmente fatta. Sei stato una valida guida. -

Facciamo gestire tanti personaggi a shadd, shall we?

:frankie:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

- Questo dovrete chiederlo a lui, ma in fondo non vedo perché non dovrebbe. -

Qualche istante dopo, Várenos, dall'aria già più rilassata, risponde ad Ofnir.

- Grazie, ma speravo andasse più liscia di così. -

Dice con un tocco di risentimento per l'amico ferito.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

- Buono a sapersi, col vostro permesso allora mi dirigerei lì. - accenna un inchino, per quanto i dolori glielo consentano, e, prima di voltarsi verso la casa del farmacista si rivolge a Vàrenos:

- Vieni anche tu? Così potrai tranquillizzarti. -

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Senza aspettare la decisione di Varenos si accosta a Taolus per sussurrargli qualcosa.

- C'è un posto dove possiamo parlare? Vorrei chiedervi alcune cose, non vi ruberò troppo tempo -

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Yay, splittiamo il party di 4 in due da 2 e poi splittiamo quello di 2 in gruppi da 1. SPLIT ALL THE PARTIES o/

- Sì. Sono ancora preoccupato per Landur. -

Risponde il cacciatore al nordico collega. Nel frattempo Taolus, dopo aver rivolto un cenno di assenso ad Ofnir, si volge ad ascoltare l'assai meno nordico Razan.

- Certamente. -

Il tono estremamente posato non lascia trasparire alcun tono di curiosità, al contrario delle sopracciglia brevemente aggrottate, che invece parlano chiaro. Taolus fa un cenno all'avventuriero iniziando a passeggiare per il villaggio in attesa di udire ciò che egli ha da chiedergli.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
Guest
Questa discussione è chiusa a ulteriori messaggi.

  • Visitatori Recenti   0 utenti

    Nessun utente registrato sta visualizzando questa pagina

×