Jump to content
GTA-Series.com Forums
Marchese Del Grillo

[SERIETA' TIME] STAY HUNGRY, STAY ACCULTURATO

Recommended Posts

Dopo avere raccattato le palle, auto-amputatesi dopo l'attenta lettura dei vari topic sulla grande Madre Russia, ho deciso, mettendo da parte la mia proverbiale serietà, di aprire un topic in cui raccogliere e scambiare opinioni su argomenti che possono spaziare dalla letteratura all'arte, dalla storia alla fisica; che è un'impresa ardua me ne rendo perfettamente conto, dopotutto le cose accadute 200 anni fa non hanno alcuna ripercussione oggi, ma tentar non nuoce, chissà magari qualcuno riuscirà ad aumentare il suo livello di cultura da "scaricatore di porto catanese" ad "avventore d'osteria umbro".

Per dare fuoco alle polveri consiglio a tutti voi, nobili e non, la lettura della commedia di Aristofane ( non Paolo Ruffini ) "I Cavalieri", un'opera che si legge piacevolmente e che da molte informazioni sulla condizione politica di Atene nelle prime fasi della guerra del Peloponneso, stilizzandone comportamenti e tradizioni.

Per quei 2 grecisti del foro consiglio anche la lettura i qualche frammento di Archiloco di Paro, anzi ne riporto qui uno in italiano ( Maremma belva non mi piglia i caratteri greci ) :

8.
Uno dei Sai si fa bello con il mio onoratissimo scudo,
che abbandonai tra i rovi contro la mia volontà.
Ma la pelle l'ho salva. E poi, d'uno scudo, che m'importa?
Al diavolo. Ne rimedierò uno migliore.
Ah quasi dimenticavo, se guardate Colorado girate al largo.



In tanto che ci sono aggiungo pure un'opera d'arte neoclassica : "L'assassinio di Marat" di David.

David+-+La+morte+di+Marat.JPG

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

"Una volta Simo, tesoriere di Dionisio - briccone originario della Frigia - gli mostrò una casa magnifica e pavimentata a mosaico; Aristippo espettorò profondamente e gli sputò in faccia. L'altro protestò, ma Aristippo di rimando: 'Non avevo un posto più adatto...'"

Anche io a volte mi sento edonista.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

"Una volta Simo, tesoriere di Dionisio - briccone originario della Frigia - gli mostrò una casa magnifica e pavimentata a mosaico; Aristippo espettorò profondamente e gli sputò in faccia. L'altro protestò, ma Aristippo di rimando: 'Non avevo un posto più adatto...'"

Anche io a volte mi sento edonista.

E sti c***i?

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Io sono tremendamente affascinato da questo capolavoro di Fussli e lo ricollego ogni volta alla frase, presente in un'acquaforte di Goya: il sonno della ragione genera mostri. Di ragionamenti sull'accoppiamento (che imho è meno scontato di quanto sembri) ne ho fatti a bizzeffe nel tempo e spesso li ho riportati al concetto di Sé e a quanto la personalità razionale tenda a mascherarlo in primis a noi stessi. Il sogno libera in parte quel che siamo, le nostre paure e i nostri desideri. In particolare adoro quando riesci ad affrontare nel sogno quelle situazioni che razionalmente tendi ad evitare. Situazioni che spesso vanno contro alle nostre motivazioni e a quello che vorremmo essere. All'uni inoltre ho partecipato ad un progetto che mischiava lo Yoga all'Arte Terapia e questo quadro è stato una delle mie scelte in fatto a "opere d'arte su cui lavorare". Lo adoro.


Johann_Heinrich_F%C3%BCssli_052.jpg

E l'acquaforte di Goya, per chi volesse vederla:

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/0/0d/El_sue%C3%B1o_de_la_raz%C3%B3n_produce_monstruos.jpg/250px-El_sue%C3%B1o_de_la_raz%C3%B3n_produce_monstruos.jpg

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Io sono uno da poesia popolare.

Carmina Priapea, raccolti da un anonimo:

"Tu che ti accingi a leggere gli sfrontati scherzi di

queste rozze poesie, non aggrottar i sopraccigli come si
converrebbe alla gravità latina."
E infatti:

e9de9bddb6ad8598a69777b88949e3ef.png

7475fac24bad7641ad4d3dfea4e365ee.png
Era una roba di rassicurazione per i poveri contadini che speravano che se il raccolto dovesse essere rubato c'era qualcuno che si scopava i ladri per loro.
Il mio prof di latino li sapeva a memoria e restavamo durante la ricreazione a leggere roba anche molto più spinta di questa. Nonostante fosse un perverso gentleman come me sto str***o m'ha messo 63.


Anche se per quanto mi riguarda il libro maximo che dovrebbero leggere TUTTI è questo qua:

9788845247965.jpg

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

E sti c***i?

Anche.

Io sono tremendamente affascinato da questo capolavoro di Fussli e lo ricollego ogni volta alla frase, presente in un'acquaforte di Goya: il sonno della ragione genera mostri. Di ragionamenti sull'accoppiamento (che imho è meno scontato di quanto sembri) ne ho fatti a bizzeffe nel tempo e spesso li ho riportati al concetto di Sé e a quanto la personalità razionale tenda a mascherarlo in primis a noi stessi. Il sogno libera in parte quel che siamo, le nostre paure e i nostri desideri. In particolare adoro quando riesci ad affrontare nel sogno quelle situazioni che razionalmente tendi ad evitare. Situazioni che spesso vanno contro alle nostre motivazioni e a quello che vorremmo essere.

Hai letto Freud, vero?

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Non ho fatto il classico, quindi le mie conoscenze di greco si limitano alla prof di lettere che era giustamente fissata col dirci l'etimo dei termini, anche se ogni tanto faceva un po' di confusione tra latino e greco, ma pazienza. :ehm:

Di letteratura, corro un grande rischio e dico che uno dei miei autori preferiti è il russo Dostoevskij, a dimostrazione del fatto che i russi quando usano il cervello come Giesoo comanda spaccano metaforicamente il culo, quando non lo usano regrediscono a cavernicoli e si limitano a spaccarlo letteralmente. È stato uno scrittore mediamente prolifico, quindi di cose da leggere ce ne sarebbero in abbondanza, ma se volete qualcosa da iniziare e finire in un pomeriggio assolutamente "Le notti bianche" è un libro spettacolare. Solo, non leggetelo se siete in un periodo un po' giù: a me ha tirato ancora più giù. :asd:

Di arte non posso non pubblicare questa famosissima opera surrealista, "La Trahison des images", di René Magritte:

magritte_pipe.jpg

Boh, magari qualcuno di voi si ricorda che la "citavo" nella mia vecchia firma:

31h1DeO.jpg

Mikikk puzza.

Modificato da fquffio

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o effettua il login per commentare

Devi essere un utente registrato per poter lasciare un commento

Registrati

Registra un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Login

Hai già un account? Effettua il login qui.

Effettua il Login

  • Visitatori Recenti   0 utenti

    Nessun utente registrato sta visualizzando questa pagina

×