AlessioLaker

Topic NBA

188 messaggi in questo topic

Si continua dal --fq

Finali di WCF: sull' 1-0 per gli Spurs (ottima prestazione corale), i 66 punti in pitturato fanno vedere l'importanza di Iblocka per OKC (imho complessivamente inferiore e destinata a soccombere comunque). Brooks dovrà inventarsi aggiustamenti non facili visto il materiale umano (Collison-il declinante Perk- Adams, improbabile il ripescaggio di Thabeet) .

Miami impatta la serie con IND sull'1-1: bella prova di Wade, energici Birdman e Cole, per Indiana West e George imprecisi e controllati a dovere, panca poco produttiva.

Modificato da fquffio

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Il buon Beli rischia seriamente di vincere l'anello, anzi molto più di rischia. E mi chiedo chi sia l'MVP nel caso di vittoria Spurs, con un Leonard così non puoi che darlo a lui, ma sarebbe comunque stranissimo con Manu, Tony e Timy in squadra :asd:

Leonard, comunque, è un mostro.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Ginobili e Leonard da paura,LeBron non è un essere umano e lo sta dimostrando,ma non può giocare da solo contro 5,Miami deve svegliarsi in questo secondo tempo...

Modificato da Gunard

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Della regular season Durant e delle Finals Leonard

Durant lo sapevo. Leonard mi ha sorpreso, mi aspettavo qualcosa tipo Parker o Duncan come MVP (non ho guardato le partite, solo gli Highlight e i risultati).

Devo dire che gli Heat avevano i giocatori sbagliati al momento sbagliato, durante la finale.

Non puoi mettere Lewis praticamente da solo in difesa. Birdman (Chris Andersen) si perdeva sotto canestro (difensivamente parlando).

Miami ha bisogno di un'ala grande fissa, o della possibilità di schierare Bosh nella sua posizione reale (è un'AG, non C) e comunque implementare un centro massiccio come Greg Oden, Marc Gasol o Amar'e Stoudemaire (quest'ultimo utile per avere a disposizione 2 Ali Grandi-Centri).

Inoltre hanno bisogno di un playmaker con maggior controllo di palla e migliore lettura del gioco, Chalmers e Cole meglio tenerli come riserve e Douglas funziona più come guardia tiratrice. Come Ali Piccole serve qualcuno a supplementare LeBron con un gioco veloce ed esplosivo, oppure qualcuno bravo a scaricare sotto e forte nelle triple come Carmelo Anthony, in modo da permette alla guardia di penetrare insieme all'ala piccola e, in caso di necessità, sostituire l'ala grande.

Ho riepilogato la situazione nelle 5 Posizioni di Miami.

Modificato da Half

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Torno a scrivere dopo un po', per mancanza di tempo (purtroppo anche per il GTA manca :dho: ). Innanzitutto contentissimo per la vittoria degli Spurs, squadra che ha puntato sulla coralità del gioco, con una qualità offensiva e difensiva eccellente, movimento continuo, soluzioni al tiro sempre efficaci e rotazione profonda (aspetto per cui ha saputo mettere in difficoltà Miami). Non sorprenda il rendimento alto del supporting cast, durante la RS Pop ha fatto prendere fiducia a tutti, mantenendo il minutaggio dei titolari sotto i 30 minuti di media .In particolar modo, contento per il mio idolo non lacustre Manu Ginobili , che ha cancellato le pessime (tranne g5) Finals dell'anno scorso, dimostrando il suo valore come play aggiunto,soluzione che ha permesso di togliere pressione ad un Parker limitato da qualche acciacco.TD , cavalcato spesso dai Pop nei primi tempi, per poi calare nei secondi (anche per l'età) suggella una carriera straordinaria. Altre preziose armi tattiche :Diaw (che non soprende per versatilità e soprattutto QI),e Kawhi, meritato MVP dopo le prime due gare in sordina. Leonard fenomenale, in un contesto come quello Spurs dove tutto gira alla perfezione.

Su Miami ci tornerò, al momento mi limito a dire che Flash è mancato moltissimo.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

UFFICIALE Lebron di nuovo ai Cavs, queste le parole

"Quando ho lasciato Cleveland avevo una missione, volevo vincere e l'ho fatto 2 volte. Ma Miami conosceva già quella sensazione. La nostra città non sente quella sensazione da troppo troppo tempo. Il mio obiettivo è ancora quello di vincere più titoli possibili, ma la cosa più importante per me è ri-portare il titolo nel Nord-est dell'Ohio."

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

UFFICIALE Lebron di nuovo ai Cavs, queste le parole

"Quando ho lasciato Cleveland avevo una missione, volevo vincere e l'ho fatto 2 volte. Ma Miami conosceva già quella sensazione. La nostra città non sente quella sensazione da troppo troppo tempo. Il mio obiettivo è ancora quello di vincere più titoli possibili, ma la cosa più importante per me è ri-portare il titolo nel Nord-est dell'Ohio."

Finalmente LeBron dimostra di avere dei sentimenti.

Si prospettano scintille con la coppia James - Irving

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Non riesco a capire chi continua a criticare Bron per ogni sua scelta,alla fine quello che fa lo fa per se stesso e la sua famiglia,poi è normale che uno come lui che può ancora vincere molto pensi a vincere . Detto questo il mio tifo resta a Miami ma LeBron rimane il mio giocatore preferito .

Intanto rifirmato Bosh per 5 anni al massimo salariale,se vogliamo ricostruire di certo non abbiamo iniziato bene...

Modificato da Gunard

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o effettua il login per commentare

Devi essere un utente registrato per poter lasciare un commento

Registrati

Registra un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Login

Hai già un account? Effettua il login qui.

Effettua il Login


  • Visitatori Recenti   0 utenti

    Nessun utente registrato sta visualizzando questa pagina