Jump to content
GTA-Series.com Forums
Demon

Il Trono di Spade

Recommended Posts

Quante stagioni faranno di sto robo?

Anche perché non ho intenzione di iniziarlo finché non sarà finito :sese:

Se non sbaglio dissero che non sarebbero andati oltre le 7-8.

Modificato da Raising

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Questa quinta stagione, almeno fino a dove sono arrivato (ep. 7), sembra un po' più povera rispetto alle precedenti. Purtroppo ho letto che tutta quella fedeltà ai romanzi che ha caratterizzato finora la serie, in questa quinta stagione sta andando sfumando perché i produttori vogliono chiudere la serie con 7 stagioni (Martin ha già rivelato loro il finale). Spero non facciano un casino.

Riguardo la povertà della quinta, troppi personaggi sono morti e pochi li hanno sostituiti, inoltre Brandon Stark non comparirà neanche negli episodi finali, la sua storia riprenderà direttamente nella sesta.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

L'ottava però è una puntata epica, per il resto sono d'accordo... non ho capito il discorso della trama diversa dai libri.. Vogliono accorciarla o allungarla?

Da quel che ho capito accorciarla, o comunque semplificarla...

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

La butto lì:

Lady Malysandre è arrivata al Castello Nero, Jon Snow è morente in una pozza di sangue. Imho, la donna rossa salverà Jon Snow. Ci scommetto.

:sisi:

Modificato da Demon

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

È una teoria molto accreditata, anche nel libro non è chiarissimo l'episodio.

Questo è l'estratto del capitolo, IPERMEGASPOILER per chi non ha visto tutta la quinta stagione di GoT.

Jon lasciò la Sala degli Scudi tallonato da Cavallo e Rory.
"Dopo aver visto la regina, è bene che parli con Melisandre.
Se è riuscita a vedere un corvo nelle tempesta, può trovare anche Ramsay Snow per me." Poi udì le urla... e un ruggito così terribile che parve scuotere la Barriera.
«Viene dalla Torre di Hardin, milord» disse Cavallo.
Stava per aggiungere qualcosa, ma un altro grido lo interruppe.
"Val" fu il primo pensiero di Jon Snow. Ma non era una voce di donna. "È un uomo in agonia." Si mise a correre. Cavallo e Rory dietro di lui.
«Sono i non–morti?» chiese Rory.
Se lo chiedeva anche Jon. Che i cadaveri fossero riusciti a liberarsi dalle catene?
Quando arrivarono alla Torre di Hardin le urla erano cessate, ma Wun Weg Wun Dar Wun stava ancora ruggendo. Il gigante faceva ciondolare un cadavere tenendolo per una gamba, nelle stesso modo in cui Arya da piccola faceva ciondolare la sua bambola di pezza oscillandola come una mazza ferrata quando era minacciata dalle piante di Grande inverno. "Solo che Arya non ha mai fatto a brandelli le sue bambole di pezza..." Il braccio della spada del morto era a iarde di distanza, la neve attorno stava diventando rossa.
«Lascialo andare!» gridò Jon. «Wun Wun, lascialo andare!»
Wun Wun non sentiva, o forse non capiva. Anche il gigante perdeva sangue, aveva delle ferite di spada al ventre e al braccio. Sbatté il cadavere del cavaliere contro la pietra grigia della torre, ancora e ancora, finché la testa dell'uomo non fu rossa e sugosa come l'interno di un'anguria. Il mantello del morto schioccava nell'aria fredda. Era di lana bianca, bordato di fili
d'argento e disseminato di stelle azzurre. Sangue e frammenti d'osso volavano da tutte le parti.
Gli uomini accorsero dai manieri e dai torrioni. Uomini del Nord, popolo libero, uomini della regina...
«Formate una linea!» ordinò Jon Snow. «Fateli stare indietro, specialmente gli uomini della regina.»
Il morto era ser Patrek della Montagna del Re. Della sua testa non restava molto, ma le sue insegne lo identificavano al posto della faccia. Jon non voleva rischiare che ser Malegorn o ser Brus, o qualsiasi altro uomo della regina cercasse di vendicarlo.
Wun Weg Wun Dar Wun urlò ancora, fece ruotare l'altro braccio di ser Patrek e tirò. Lo divelse dalla spalla con uno spruzzo di vivido sangue rosso. "Come un bambino che stacca i petali di una margherita..." «Cinghia, parlagli, calmalo. L'antica lingua, lui capisce l'antica lingua. E voi, state indietro. Mettete via l'acciaio, lo stiamo spaventando.»
Non lo vedevano che il gigante era ferito? Jon doveva porre fine a tutto questo o altri uomini sarebbero morti. Non avevano idea della forza di Wun Wun. "Un corno, ho bisogno di un corno." Jon colse il lampeggiare dell'acciaio, si voltò in quella direzione.
«Niente lame!» urlò. «Wick, quel pugnale, mettilo...»... via, avrebbe voluto dire. Wick Whittlestick gli assestò un fendente alla gola, e l'ultima parola si tramutò in un grugnito.
Jon scartò di lato. Quanto bastava per essere preso solo di striscio. "Mi ha attaccato." Portò la mano al collo, il sangue gli ruscello tra le sue dita. «Perché?»
«Per la confraternita!»
Wick fece per colpirlo di nuovo.
Questa volta Jon gli prese il polso e glielo torse fino a costringere Wick a lasciar cadere la lama. Il goffo attendente arretrò, con le mani alzate, quasi a dire: "Non sono stato io, non c'entro".
Gli uomini stavano urlando. Jon strinse l'impugnatura di Lungo artiglio, ma le sue dita erano diventate rigide, impacciate. Per qualche motivo non riuscì a estrarre la spada dal fodero.
E poi davanti a lui venne a ergersi Bowen Marsh, con le guance rigate dalle lacrime. «Per la confraternita!»
Affondò la lama nel ventre di Jon. Quando ritirò la mano, il pugnale restò là dove era stato conficcato.
Jon Snow crollò in ginocchio. Trovò a tastoni il manico de pugnale ed estrasse l'acciaio. Nella gelida aria notturna, la sue ferita fumava.
«Spettro...» sussurrò.
La sofferenza lo inondò. "Colpisci con la parte appuntita." Quando il terzo pugnale penetrò tra le sue scapole, Jon Snow grugnì, e cadde di faccia nella neve.
Non sentì mai la quarta lama. Soltanto il gelo.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Diciamo che nei romanzi sembra abbastanza prevedibile, imho la serie teletrasportando Mel a Castle Black ha dato l'ultima conferma (ma il come e il perché saranno probabilmente diversi... sperando che riescano a rendere il tutto sensato, cosa che non gli è riuscita con la congiura

:stralol:).

Per quanto riguarda questa quinta stagione, io capisco la voglia di togliersi di mezzo il più in fretta possibile AFFC e ADWD, ma secondo me hanno corso troppo ed il risultato è la sensazione che spesso le cose accadano senza un vero perché. Sorvoliamo sulla pila di sterco fumante che è la storyline di Dorne. :doh:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o effettua il login per commentare

Devi essere un utente registrato per poter lasciare un commento

Registrati

Registra un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Login

Hai già un account? Effettua il login qui.

Effettua il Login

  • Visitatori Recenti   0 utenti

    Nessun utente registrato sta visualizzando questa pagina

×