Jump to content
GTA-Series.com Forums
Mr. Koala

Pancia.

Recommended Posts

ca***ta. Io ad esempio faccio muay thai e mi faccio il culo in allenamento, anche allenandomi tutti i giorni. Eppure non riesco a correre molto! E' chiaro che se mi metti a confronto con un corridore, lui resisterà molto di più! E' questione di tecnica anche nella corsa! Eppure prova a mettere un corridore 10 minuti in un ring e vediamo quanto dura. Oppure prova a metterlo mezz'ora sul saccone. Potrà avere tutto il fiato che vuoi ma se non lo sai usare lo finisci subito!

Se il nuotatore non riesce a correre tanto è perchè non ha la tecnica giusta nella corsa o comunque non è abituato a quel tipo di sforzo. Poi non so se avete presente quanto c***o di fiato ti serve per nuotare seriamente, oppure parlate secondo la vostra esperienza al mare di 100 metri di nuotata a dorso? (io ho fatto nuoto per diversi anni)

Non ho capito cosa c'entri il mettere un podista in un ring, cosa vorresti dimostrare? Che ha meno tecnica nel tuo sport? Io sto parlando di capacità aerobica e la corsa non è l'unico sport per misurarla, va bene qualsiasi sport impegni il fisico da questo punto di vista (es. ciclismo). Tralascio il fatto che, farsi il culo, sia un metodo di misura alquanto soggettivo e non possa essere usato per comparare 2 sport. Il dato di fatto è che, se pesi 65 kg, dopo un'ora di corsa a 5 min/km hai consumato intorno alle 700 kcal mentre allenandoti con il tuo sport è già tanto se arrivi a 200-300 kcal. Scientificamente il corpo più stanco è quello del corridore.

Quello che stavo dicendo è che per ridurre la pancetta (se dovuta al grasso) serve attività aerobica e sport statici o semi-statici non possono aiutare a conseguire tale fine nel migliore dei modi.

Ed ecco che io, nuotatore, ho corso la mezza maratona di Napoli (21,5 km). :stralol:

Nuoto e corsa, al contrario di ciò che dici e che si crede, sono ben abbinati tra loro perchè hanno in comune resistenza muscolare e aerobica (entrambi sono elementi presenti nei due sport).

È evidente che tu sei un nuotatore allenato aerobicamente, ma dubito che qualsiasi nuotatore agonista sia capace di fare ciò. Dovresti anche specificare con quale tempo hai chiuso la mezza perché finirla non è chissà cosa. L'ho finita pure io a ottobre tentando una maratona intera (una delle cose più stupide che abbia mai fatto) e ritirandomi, dopo averne corsa metà, zoppicante, con le gambe di granito e le articolazioni delle ginocchia infiammate nei giorni seguenti. :stralol:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Non ho capito cosa c'entri il mettere un podista in un ring, cosa vorresti dimostrare? Che ha meno tecnica nel tuo sport? Io sto parlando di capacità aerobica e la corsa non è l'unico sport per misurarla, va bene qualsiasi sport impegni il fisico da questo punto di vista (es. ciclismo). Tralascio il fatto che, farsi il culo, sia un metodo di misura alquanto soggettivo e non possa essere usato per comparare 2 sport. Il dato di fatto è che, se pesi 65 kg, dopo un'ora di corsa a 5 min/km hai consumato intorno alle 700 kcal mentre allenandoti con il tuo sport è già tanto se arrivi a 200-300 kcal. Scientificamente il corpo più stanco è quello del corridore.

Parlare con dati scientifici così vagamente, senza averne prove ma solo con supposizioni personali, mi sembra tutto fuorchè scientifico. :stralol:

Comunque il confronto fra i vari sport è che è normale che un nuotatore faccia più fatica correndo per strada, come un corridore farà più fatica in acqua rispetto al nuotatore, così come ne farà di più boxando. E' questione di tecnica, bisogna anche saper correre.

bravo nuotatore(p) -> bravo corridore(p) = FALSO ma anche viceversa! Perchè dal discorso che hai fatto te, un corridore ha più fiato del nuotatore solo perchè quest'ultimo non riesce a correre quanto il primo.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Parlare con dati scientifici così vagamente, senza averne prove ma solo con supposizioni personali, mi sembra tutto fuorchè scientifico. :stralol:

Se non ti piace scientificamente, diciamo numericamente, ma il consumo calorico è universale.

Comunque il confronto fra i vari sport è che è normale che un nuotatore faccia più fatica correndo per strada, come un corridore farà più fatica in acqua rispetto al nuotatore, così come ne farà di più boxando. E' questione di tecnica, bisogna anche saper correre.

Per me la quantità totale dello sforzo ammonta alle kcal sprecate. Gli sforzi possono essere differenti per intensità e durata, ma la fatica fisica dipende dal totale. Poi ci sarebbe anche l'affaticamento mentale che ovviamente può essere maggiore in uno sport o un gesto atletico che richiede precisione e concentrazione.

bravo nuotatore(p) -> bravo corridore(p) = FALSO ma anche viceversa! Perchè dal discorso che hai fatto te, un corridore ha più fiato del nuotatore solo perchè quest'ultimo non riesce a correre quanto il primo.

Vorrei precisare il corridore che corre 10 Km in un'ora è difficilmente considerabile un atleta. Per tal motivo c'è quella critica ai nuotatori... non è possibile che un bravo nuotatore (si veda il tizio che ho linkato) non sia capace di superare il cosiddetto test del moribondo perché automaticamente non avrebbe le doti fisiche che essere chiamato sportivo. I test di questo tipo mostrano la differenza tra un corpo da atleta e un corpo da sedentario. Un buon praticante-di-qualsiasi-sport che non sia capace di superare quel tipo di test, è differente da una persona che non pratica nulla quasi solamente per la tecnica.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Non ho capito cosa c'entri il mettere un podista in un ring, cosa vorresti dimostrare? Che ha meno tecnica nel tuo sport? Io sto parlando di capacità aerobica e la corsa non è l'unico sport per misurarla, va bene qualsiasi sport impegni il fisico da questo punto di vista (es. ciclismo). Tralascio il fatto che, farsi il culo, sia un metodo di misura alquanto soggettivo e non possa essere usato per comparare 2 sport. Il dato di fatto è che, se pesi 65 kg, dopo un'ora di corsa a 5 min/km hai consumato intorno alle 700 kcal mentre allenandoti con il tuo sport è già tanto se arrivi a 200-300 kcal. Scientificamente il corpo più stanco è quello del corridore.

Quello che stavo dicendo è che per ridurre la pancetta (se dovuta al grasso) serve attività aerobica e sport statici o semi-statici non possono aiutare a conseguire tale fine nel migliore dei modi.

È evidente che tu sei un nuotatore allenato aerobicamente, ma dubito che qualsiasi nuotatore agonista sia capace di fare ciò. Dovresti anche specificare con quale tempo hai chiuso la mezza perché finirla non è chissà cosa. L'ho finita pure io a ottobre tentando una maratona intera (una delle cose più stupide che abbia mai fatto) e ritirandomi, dopo averne corsa metà, zoppicante, con le gambe di granito e le articolazioni delle ginocchia infiammate nei giorni seguenti. :stralol:

Un' ora e cinquantadue. :stralol: Molto lento ma era la prima volta che tentavo la distanza, visto che in allenamento il massimo che feci fu 18 km. Inoltre, preso dalla foga e dalla pioggia (che, per inciso, mi aveva inzuppato prima ancora di partire) che rinfrescava, ho fatto i primi 10 kilometri in 40 minuti mentre poi la pioggia è cessata ed ha cominciato a fare caldo e le spugne sul percorso erano asciutte perchè attrezzate per la pioggia (ancora!). Inoltre cominciavo ad avere un dolore orribile ai capezzoli poiche l' acqua e quel pò di sudore che avevo dato faceva strusciare la maglia. Alla fine sono costretto a rallentare e arrivo al traguardo non tanto con i muscoli uccisi (avvertivo poco dolore tutto sommato) ma con i capezzoli insanguinati (c******e io che mi ero scordato i cerotti :stralol: ). Alla fine col tempo sono sceso all' ora e 35 con i venti chilometri mentre la massima distanza fatta è stata di 30 kilometri anche perchè volevo fare anche io la maratona l' anno successivo ma, ahimè, ci vuole tempo e pazienza per preparla, non si può sgarrare e quindi non la preparai più.

Comunque è certo che non tutti i nuotatori potranno essere allenati per fare una buona corsa, infatti tra uno che al massimo nuota i 200 metri in vasca ed uno che fa le gare di fondo in vasca e mezzo fondo/fondo in acqua libera, è chiaro che alla fine sarà il nuotatore di mezzofondo/fondo a saper correre meglio di un duecentista (per aerobicità ed anche muscolatura).

Modificato da GTA ever

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

ca***ta. Io ad esempio faccio muay thai e mi faccio il culo in allenamento, anche allenandomi tutti i giorni. Eppure non riesco a correre molto! E' chiaro che se mi metti a confronto con un corridore, lui resisterà molto di più! E' questione di tecnica anche nella corsa! Eppure prova a mettere un corridore 10 minuti in un ring e vediamo quanto dura. Oppure prova a metterlo mezz'ora sul saccone. Potrà avere tutto il fiato che vuoi ma se non lo sai usare lo finisci subito!

Se il nuotatore non riesce a correre tanto è perchè non ha la tecnica giusta nella corsa o comunque non è abituato a quel tipo di sforzo. Poi non so se avete presente quanto c***o di fiato ti serve per nuotare seriamente, oppure parlate secondo la vostra esperienza al mare di 100 metri di nuotata a dorso? (io ho fatto nuoto per diversi anni)

Non è solo questione di tecnica; la corsa è un'attività aerobica, mentre il combattimento come la muay thai è anaerobica, e l'energia viene utilizzata con picchi alti e immediati invece che in modo costante per lunghi periodi. Un nuotatore allenato sarà effettivamente capace di correre più a lungo di una persona non allenata, perché anche non avendo tecnica è abituato all'attività aerobica. Ovviamente un corridore correrà meglio, più rapidamente e più a lungo, ma nessuno dei due resisterebbe quanto un nak muay o un karateka a sforzi anaerobici come il combattimento, e viceversa ovviamente. Motivo per il quale anche praticando sport e arti anaerobiche non si dovrebbe tralasciare mai un lungo periodo di corsa come riscaldamento e allenamento per il fiato, e motivo per il quale preferisco arti e sport da combattimento agli sport aerobici come nuoto o corsa.

La respirazione è gestita in modo totalmente diversa tra attività aerobica e anaerobica, è qui che sta la parte tecnica, perché un corridore sarà abituato a fare respiri regolari e frequenti, mantenendo il ritmo cardiaco regolare, mentre in combattimento un lottatore alterna istanti di sforzo massimo, in cui colpisce o afferra l'avversario, e periodi dove riposa mantenendo le distanze.

Tra l'altro qui la differenza c'è anche tra nuoto e corsa pur essendo entrambi sport aerobici, dato che nel nuoto la testa non è sempre immersa nell'aria, e quando lo è bisogna respirare rapidamente, motivo per il quale il nuotatore non correrà bene quanto il corridore ed esso non nuoterà bene come il nuotatore.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Smettila hai detto una m*****ata :stralol:

Se vieni dal congo sei scusato, sennò sei abbastanza poco intelligente da non capire che l'italiano per "personalmente" indica un'opinione soggettiva, e un'opinione personale (idest soggettiva) non può essere oggettivamente sbagliata. La presunzione mi sta sulle balle, ergo tu mi stai sulle balle.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Se vieni dal congo sei scusato, sennò sei abbastanza poco intelligente da non capire che l'italiano per "personalmente" indica un'opinione soggettiva, e un'opinione personale (idest soggettiva) non può essere oggettivamente sbagliata. La presunzione mi sta sulle balle, ergo tu mi stai sulle balle.

Anche il maestro splinter avrebbe risposto così <3

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Ma mangia quello che vuoi,fai quello che vuoi,non bisogna mangiare solo frutte e verdure(io sono quasi completamente carnivoro,la frutta e le verdure non le mangio mai o quasi(una volta ogni morte di papa :stralol: ) ) e mangio cioccolato,fumo,e faccio altre ca***te ma io sono anche un po pigro,e non ho la corporatura del magro e se non faccio sport o un attività fisica sono grasso.Non sono il tipo da sport di squadra,sono piuttosto solitario e ho scelto di fare palestra.Perchè volevo dimagrire e ci andavo(e ci vado) tre volte a settimana per 1-2 ore a fare un programma a me assegnato. Pesi,e cose del genere. Ma niente affatto molto faticoso,anzi è bello :D io adesso sono palestrato bene e ho solo un filo di grasso ( la palestra è chiusa fino al 8 settembre xD ). Te la consiglio :D

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Nel frattempo è morto di infarto! Se solo fossi arrivato prima! :(

L'utente che ha creato questo topic non è su questo forum da luglio. almeno quella era la sua ultima connessione.forse non si connette oppure ha dimenticato la password. ;)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o effettua il login per commentare

Devi essere un utente registrato per poter lasciare un commento

Registrati

Registra un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Login

Hai già un account? Effettua il login qui.

Effettua il Login

  • Visitatori Recenti   0 utenti

    Nessun utente registrato sta visualizzando questa pagina

×