Jump to content
GTA-Series.com Forums
Ezequiel Vercetti

Superare le proprie fobie

Recommended Posts

Ma mica si mettono a raccogliere ogni tuo granello di cenere dal forno... :stralol:

Ne prendono una manciata e la danno alla famiglia.

Io mi faccio sciogliere nell'acido solforico, di me non deve restare niente se non il ricordo :sisi:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Cioè ma dalle fobie siamo passati a come morire. :stralol:

Oltre alle vertigini,ho paura degli aghi ( :fear: ).

Questo perchè in fondo la paura più grande è la morte. Tutti hanno paura di morire ma non lo dicono direttamente. Es: Perchè hai paura dell'altezza? Perchè se cado schiatto. o Perchè hai paura dei serpenti? Perchè se incoccio quello giusto schiatto. Ecc..

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Non so se esiste come fobia, ma io ho paura dei bambini che corrono. Vi giuro che mi viene una strizza tremenda quando vedo un bambino piccolo che corre. Sarà che ho paura che cadano e si infilino qualcosa in testa... boh... :fear:

Modificato da Aleal

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Non so se esiste come fobia, ma io ho paura dei bambini che corrono. Vi giuro che mi viene una strizza tremenda quando vedo un bambino piccolo che corre. Sarà che ho paura che cadano e si infilino qualcosa in un testa... boh... :fear:

Visto? La morte c'entra sempre :sisi:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Questo perchè in fondo la paura più grande è la morte. Tutti hanno paura di morire ma non lo dicono direttamente. Es: Perchè hai paura dell'altezza? Perchè se cado schiatto. o Perchè hai paura dei serpenti? Perchè se incoccio quello giusto schiatto. Ecc..

Mi sembra una teoria abbastanza campata per aria.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Non so se esiste come fobia, ma io ho paura dei bambini che corrono. Vi giuro che mi viene una strizza tremenda quando vedo un bambino piccolo che corre. Sarà che ho paura che cadano e si infilino qualcosa in un testa... boh... :fear:

Adesso che ci penso io ho un problema simile. Non soffro di vertigni, anzi, mi piacciono le altezze, ma se vedo una persona qualsiasi che si trova in alto, mi viene in mente l'idea che possa cadere. Ti faccio un piccolo esempio. Queste vacanze siamo stati in Spagna. Eravamo all'Alhambra, su una delle torri e vedevo mio fratello che si affacciava. Io avevo i brividi, non potevo guardare. A tal punto che ho deciso di allontanarmi e sono andato in un cortile interno alla fortezza. Non so se questa è una fobia, ma è una paura che mi viene sempre che mi trovo con qualcuno in un luogo alto.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Mi sembra una teoria abbastanza campata per aria.

Be dai non troppo, perchè?

Alla fine una fobia seppure irrazionale fa provare paura all'individuo, così tanta da paralizzarlo o farlo fuggire immediatamente ma senza un preciso punto di salvezza logico, si vogliono solo mettere quanti più Km fra noi e la nostra paura.

E generalmente le fobie creano paura, ansia etc.. Proprio perchè penso pongono l'individuo su un piano immaginario di pericolo dove in primis il soggetto vede seriamente compromessa la propria sicurezza personale e cmq, direttamente o indirettamente ad essa può essere collegata la morte biologica della persona.

Metti, tu sei claustrofobico, correggimi pure perchè ci sei tu ad averla sperimentata, ma se magari ti ritrovi da solo in ascensore immagino possano succederti diverse cose, può mancarti l'aria e sentirti soffocato, ti sembra l'ascensore eccessivamente insicuro perchè traballa e pensi che cada, l'ambiente eccessivamente angusto e uniforme è troppo stretto e mentalmente lo percepisci ancora più stretto e hai ansia di restare bloccato dentro, non so.. Però in primo piano c'è sempre una costante che mina la propria sicurezza personale e mette il soggetto in condizioni di paura estrema, rendendolo anche quasi incapace di agire razionalmente in situazioni del genere.

Edit: Aggiungo, non penso sia una fobia, ma a 15 anni venni aggredito da un tipo sulla trentina che tenne in scacco l'intera mia compagnia (14 persone, e guardacaso becca me, l'unico in piedi) e cominciò a tirarmi un pacco di storie concludendo che voleva portarmi via. Dopo che ho preso un paio di spinte e un pugno sulla spalla si mise la mano in tasca a frugare e immediatamente collegai che stesse per prendere un coltello e mi cagai addosso, paralizzandomi. Solo dopo che tirò fuori il portafoglio sventolandomi la carta dell'Aci e spacciandola per il distintivo di polizia davanti a cotanta irrazionalità reagìì dopo 5 secondi. E quelli che feci non è che lo capottai di botte, collegai solo che avevo la compagnia alle spalle e lo spinsi con forza inaudita e dopo per l'appunto, io e i soci abbiamo messo seriamente qualchè Km fra noi e lui.

Ve lo giuro abbiamo corso così tanto che ad un certo punto ho cominciato a parlare commentando come fosse incredibile che non percepissi minimamente alcuno sforzo fisico.

Dovevo essere pieno di adrenalina fino al culo. :stralol:

Modificato da Sigint

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Be dai non troppo, perchè?

Alla fine una fobia seppure irrazionale fa provare paura all'individuo, così tanta da paralizzarlo o farlo fuggire immediatamente ma senza un preciso punto di salvezza logico, si vogliono solo mettere quanti più Km fra noi e la nostra paura.

E generalmente le fobie creano paura, ansia etc.. Proprio perchè penso pongono l'individuo su un piano immaginario di pericolo dove in primis il soggetto vede seriamente compromessa la propria sicurezza personale e cmq, direttamente o indirettamente ad essa può essere collegata la morte biologica della persona.

Metti, tu sei claustrofobico, correggimi pure perchè ci sei tu ad averla sperimentata, ma se magari ti ritrovi da solo in ascensore immagino possano succederti diverse cose, può mancarti l'aria e sentirti soffocato, ti sembra l'ascensore eccessivamente insicuro perchè traballa e pensi che cada, l'ambiente eccessivamente angusto e uniforme è troppo stretto e mentalmente lo percepisci ancora più stretto e hai ansia di restare bloccato dentro, non so.. Però in primo piano c'è sempre una costante che mina la propria sicurezza personale e mette il soggetto in condizioni di paura estrema, rendendolo anche quasi incapace di agire razionalmente in situazioni del genere.

Edit: Aggiungo, non penso sia una fobia, ma a 15 anni venni aggredito da un tipo sulla trentina che tenne in scacco l'intera mia compagnia (14 persone, e guardacaso becca me, l'unico in piedi) e cominciò a tirarmi un pacco di storie concludendo che voleva portarmi via. Dopo che ho preso un paio di spinte e un pugno sulla spalla si mise la mano in tasca a frugare e immediatamente collegai che stesse per prendere un coltello e mi cagai addosso, paralizzandomi. Solo dopo che tirò fuori il portafoglio sventolandomi la carta dell'Aci e spacciandola per il distintivo di polizia davanti a cotanta irrazionalità reagìì dopo 5 secondi. E quelli che feci non è che lo capottai di botte, collegai solo che avevo la compagnia alle spalle e lo spinsi con forza inaudita e dopo per l'appunto, io e i soci abbiamo messo seriamente qualchè Km fra noi e lui.

Ve lo giuro abbiamo corso così tanto che ad un certo punto ho cominciato a parlare commentando come fosse incredibile che non percepissi minimamente alcuno sforzo fisico.

Dovevo essere pieno di adrenalina fino al culo. :stralol:

Perché non ha basi, ecco perché. Secondo questa logica, una persona che non ha paura della morte non avrebbe paura di nulla. Io ad esempio verso la morte mi reputo curioso, non impaurito, eppure troverei alquanto terrificante essere sepolto vivo o gettato in mare con una pietra alla caviglia. Ma mi farebbe cagare addosso anche un orso se mi spuntasse di fronte ringhiando.

La paura è un meccanismo di difesa insito in noi a livello istintivo, non è un sintomo della paura della morte. E perdere quest'ultima non significa perdere la paura.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Guarda... sottovalutare lo studio di psicologi e studiosi della psiche in generale è così stupido che non perdo nemmeno tempo a risponderti ma mostro solo il mio disappunto. :stralol:

Lo studio no, ma la professione se la sono inventata gli psicologi.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Avevo anche paura dei cani che abbaiavano da piccolo. Ricordo che in vacanza camminavo per strada in punta di piedi per non far sì che i cani mi abbaiassero contro. Io una volta sono scappato da loro (3 in tutto) e riuscì fortunatamente a seminarli. :stralol:

Altrimenti ho una fobia delle autorità,che però si manifesta solo quando hai fatto qualcosa di grave e un poliziotto/carabiniere/adulto/ecc. ti chiede qualcosa.

(Dei miei amici avevano rotto una vetrata alla scuola materna e io ero con loro. Ho sentito solo il crollo della vetrata e poi siamo scappati via. :fear:)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

No frenate, non danno tutte le ceneri del defunto ma solo una parte? Seriamente? Che ragionamento del c***o è?

Brutti figli di p*****a, io mia madre la voglio tutta, mica giusto un braccio e qualche altro arto.

Cioè pd dove c***o vanno a finire il resto delle ceneri? Le lascian lì? Ma va******lo, cane morto

me ne sbatte il c***o se ci mettono 5 minuti o 5 giorni a raccogliere tutte le ceneri, se uno fa cremare un morto lo deve riavere tutto pd

Modificato da Uomo Focaccina

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Mica ci devi fare rituali necromantici o chissà che eh.

Ad ogni modo bisogna esser dei cinici per forza a lavorare in obitori, crematori e agenzie mortuarie o come c***o si chiamano, probabilmente il resto lo butteranno nel primo cassonetto a portata.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

appunto pd, se permetti me ne f***e qualcosa se buttano le ceneri di mia madre in un cassonetto.

Se mi morisse la mamma, non è che mi metto a recuperare minuziosamente il fazzoletto con cui si era pulita il naso prima di morire, e me lo metto in cornice perchè è l'ultimo ricordo "fisico-biologico" di lei.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o effettua il login per commentare

Devi essere un utente registrato per poter lasciare un commento

Registrati

Registra un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Login

Hai già un account? Effettua il login qui.

Effettua il Login

  • Visitatori Recenti   0 utenti

    Nessun utente registrato sta visualizzando questa pagina

×