AC-DC

Members
  • Numero di messaggi

    2315
  • Iscritto

  • Ultima visita

6 Follower

Informazioni su AC-DC

  • Titolo
    Membro del forum
  • Compleanno 08/09/1993

Campi del Profilo

  • Genere
    Uomo
  • Luogo
    Napoli
  • Forum Awards
    3° Posto - Club dell'anno (2007)

Metodi di Contatto

  • URL Sito Web
    http://www.myspace.com/slaverymachine

Ultimi Visitatori del Profilo

700 visualizzazioni del profilo
  1. Ebbene sì. Dopo cinque anni io e 'Nzo ci siamo incontrati. Peccato che la serata è finita con un banalissimo amplesso tra noi due, quando poteva focosamente sfociare in un mènage a trois con anche Pizzaman...
  2. Da quanto tempo ragazzi. :O
  3. Hi everyone! La gamma RECTIFIER prevede questi tre modelli, ma se già facciamo un confronto dei prezzi dei tre ampli (1'500 Single, 2'000/2'200 Dual e Triple) ci accorgiamo di una sostanziale differenza tra la Single e le sue sorelle maggiori. Differenze? Innanzitutto il wattaggio: la Single Rectifier è 50 watt, la Dual 100 e la Tiple 150 (!). Poi la Single ha due canali (Clean e Lead) con rispettivamente due e tre modalità ciascuno (Clean e Pushed per il pulito, Raw, Vintage e Modern per il distorto). Dual e Triple ne hanno tre (il Crunch in più), offrendo le stesse identiche modalità della Single sul lead. Ora. Prima di provare io stesso la Single, la mia principale incertezza riguardava il fatto che offrisse nominalmente solo 50 watt. L'ho poi abbondantemente provata (ho registrato la demo del mio gruppo interamente su di lei!), e al di là del fatto che mi convince davvero tanto per il suono, i suoi 50 watt mi sono sembrati più che sufficienti. Credo che dato come spara la testata, siano più che sufficienti per sala prove, live (nemmeno microfonata in contesti di piccoli locali) e bedroom. E anzi, dopo aver risolto i miei amplessi sulla poca potenza della Single, mi viene da pensare che invece la Dual con i suoi 100 watt sia pure abbondantemente potente e che i 150 offerti dall Triple siano UN'ENORMITA'. Un altro punto che sarebbe a favore della Single, oltre che per i volumi, è per l'equalizzazione. Mi spiego meglio. Le Rectifier hanno la caratteristica che ad ogni potenziometro corrisponde un'equalizzazione a sè stante, è questo può significare sia la possibilità di creare equalizzazioni enormemente versatili sia la difficile gestione oltre che riuscita di un'equalizzazione su di un canale. Ho sentito molta gente lamentarsi dell'ultimo modello della Dual, a tre canali, per le difficoltà trovate nell'equalizzazione e che sostengono appunto che la migliore Dual sia quella del 1994 (l'originale insomma), perchè a due canali come appunto la Single Rectifier! D'altra parte la Single ha lo stesso identico preamp della Dual del '94. Addiritttura in molti consigliano: cercati una Dual penultima versione a due canali, sennò vai preferibilmente di Single. Io sono abbastanza confuso a riguardo di tutto ciò auahauhauha! Voi che ne pensate? Magari avrete sicuramente più esperienza pratica di me in materia e soprattutto spero parteciperà in questo topic proprio qualche possessore degli ampli in questione. Ultima cosa. La single ha lo stadio di rettificazione unicamente a transistor, mentre le sorellone ce l'hanno sia a transistor che con le valvole rettificatrici ed è dunque switchabile in base alla nostra scelta! A voi la palla!
  4. E' perchè non suonate, e, soprattutto, non siete chitarristi.
  5. Ciao ragazzi, ho bisogno del vostro aiuto per una cosa. Citatemi tutte la parole in inglese (anche proprie del gergo americano) che al di là del significato secondo voi suonino bene, abbiano magari un che di impattivo, una pronuncia piacevole o magari siano parole tagliate. Per me ad esempio: redneck. A voi. "Se qualcuno ha capito qualcosa, ho fallito" (Stanley Kubrick)
  6. Ciapper sbaverà non poco.
  7. Non male... Comunque... Scusa, so di essere molto "poco carino" dato che mi stai aiutando liberamente, e ti ringrazio davvero infinitamente per ciò... Però lo sfodno dovrebbe essere più particolare, più lavorato magari, e la scritta qualcosa di più originale o magari stesso questo font però più elaborato e particolareggiato. Grazie ancora, e davvero, scusami.
  8. Cmq secondo me il discorso alla fine è questo: scegliere tra la Peavey 6505 e la Bugera Trirec è come scegliere tra una berlina media tedesca base e tra una berlinona coreana da 4,80 metri superaccessoriata, allo stesso prezzo.
  9. Questo è verissimo, oppure per dirti, con 500 euro in più ti prendi una POWERBALL (cioè la differenza di prezzo è poca alla fine, non so se mi spiego). Però i prezzi hanno un senso: la 333 costa la metà di una Peavey Triple X e la Trirec la metà di una Dual Rectifier.
  10. Semplicemente una copia perfetta di una Mesa Dual Rectifier. Ormai hanno imitato tutto ciò che nel mondo dell'amplificazione vi sia di blasonato. Trovo ora questa interessantissima novità, in quanto uso una Bugera 333 da quasi due anni ed il mio sogno non è nulla più che una Mesa Rectifier. Finale a quattro 6L6 (convertibili in EL34), preamp a cinque 12AX7 e disponibilità di usare le due valvole rettificatrici EU54 o i diodi per la rettificazione (identicamente alla Mesa). Tre canali indipendenti, con swtich (classic, vintage e modern) sui canali 2 e 3 (immagino ci sia la classica costruzione Bugera: clean, crunch e lead). Ogni canale ha il suo controllo di gain, presence e volume (con reverbero e boost attivabili o disattibaili per ogni canale). Controllo generale del Varipower che serve ad ottenere un suono con maggiore distorsione e "grossezza" a volumi bassi. Il tutto è gestibile dalla pedaliera che è anche (udite udite!) midi. Altra similitudine con la Mesa è la possibilità di attivare il loop effetti solo per determinati canali. Che dire, sono ansiosissimo di vedere l'ampli, anche se so che purtroppo ne passerà di tempo (non c'è nemmeno uno straccio di video sul tubo, nessuna review in giro per la rete, strano che l'ampli sia trattato sul sito ufficiale Bugera come già in produzione e vi è addirittura un prezzo consigliato per ogni nazione). Il prezzo consigliato è di appunto 960 euro per l'Italia (consigliato quindi sarà qualcosa di meno sicuramente). Però le Bugera si iniziano ad avvicinare ai 1000 euro tondi... Non so quanto sia poco, nonostante una Mesa Dual Rectifer costi più di duemila euro. Come già detto posseggo una Bugera 333 da quasi due anni. Che dire, è un grande ampli, e per quello che costa è eccezionale... Non vi parlo delle sue caratteristiche e di come suona perchè sarebbe fuori luogo, vi dico solo che nonostante la qualità sonora, il prezzo ottimo, mi ha bruciato tre valvole in tutto questo tempo. Una prima volta dopo quattro giorni che era a casa, dopo di che non ne ha voluto sapere di ripartire ed è dovuto andare in assistenza Behringer in Germania. Me l'ha fatto di nuovo a fine 2009, ma questa volta sostituendo il fusibile bruciato e tutte le valvole con delle Electro Harmonix è ripartito alla grande. Dopo due mesi mi ha bruciato di nuovo la valvola nella stessa posizione, cambiato il fusibile e sostituita la valvola con una Bugera funzionante che avevo da parte è ripartito e funziona. Poi vedremo se avrà voglia di bruciarmene altre... Quindi come vedete non so quanto fidarmi del marchio... La Bugera alla fine risparmia in componenti strutturali (plastiche, saldature...) e sulla lavorazione, per il resto come valvole e come sonorità vi dico che sono ottimi ampli. Ora saliamo pure molto di prezzo con la Trirec, arrivando a quasi mille euro, quindi non saprei se ne valga la pena... Ma sono assai assai tentato.
  11. Ciao ragazzi. Col mio gruppo suono in drop c (abbiamo un solo pezzo in standard d), sulla mia Ltd ho da qualche mese montate le Ghs 0.11-0.50, e devo dire che non mi ci trovo malaccio, solo che vorrei più trazione sui bassi e queste corde sui cantini sono inutilmente spesse (e ne perdo così in comodità sulle parti solistiche). Così ho deciso di provare a cambiare scalatura. Inizialmente avevo preso in considerazione le Dunlop ZW 0.10-0.60, ma avrei una sesta corda secondo me addirittura troppo grande, sarebbe un casino col capotasto e non so quanto mi ci troverei bene. Ho poi deciso di provare le GHS 0.10-0.52 (o magari le Dunlop Top Skinny Heavy, sempre 0.10-0.52, con la sola eccezione della quinta corda che qui è una 0.42 anzichè 0.44 come la Ghs). Solo che questi set sono introvabili in tutta la Campania, e per un set di corde non mi semrba il caso di fare la spedizione... Comunque, consigli?
  12. T. M. Stevens giovedì sera. Un figo pazzesco. Tony Levin con i suoi Stickmen ieri sera. Ero a due metri da lui, epico. Domani sera Litfiba a Napoli!