jackbass

Members
  • Numero di messaggi

    297
  • Iscritto

  • Ultima visita

Informazioni su jackbass

  • Titolo
    Membro del forum
  1. a me le stazioni radio di LCS piacciono un botto.
  2. dipende. Col mouse il movimento è quello col mirino mentre col joypad diventa come per la ps2 con la telecamera controllata dalla levetta dx. Ora non ricordo se sia solo su GTA3 o anche su VC ma la visuale in prima persona funzionava solo da fermo.
  3. RDR è un capolavoro Bully è un signor gioco per l'epoca GTA SA (seppure non il mio preferito) era un gioco con i controca22i. spero che tornino a far giochi così. altro che fine di una saga.
  4. Dopo aver giocato a V non mi spiacerebbe una ambientazione suddivisa alla RDR: America al centro, messico al sud e Canada al nord. A regioni separate in cui se attraversi il confine cade la giurdisdizione della polizia.
  5. Appunto. Tralasciando R* che fa anche dei discreti DLC (ma che comunque è un allungare il brodo), spesso ci si trova a pagare qualche decina di € solo per avere qualche missione. Purtroppo però finché c'è chi li compra hanno ragione a farli.
  6. E questo è un male? Il mondo videoludico non manca certo di posibilità di scelta e, visti i costi di un gioco, meglio puntare alla qualità che alla quantità
  7. Se siamo arrivati ad aspettare i DLC significa che le SH dei giochi ci hanno infinocchiato ben bene.
  8. Senza far fuori nessuno sarebbe bastato fare dei finali in cui uno dei tre fregava gli altri e si teneva il malloppo tutto per se, eventualmente.
  9. Il sistema di guida del IV no per carità. Se durante un inseguimento per sbaglio facevi un incidente niko veniva scaraventato fuori dal parabrezza: divertente la prima volta snervante dalla seconda in poi. Il fatto che non ci sia un sistema di viaggio rapido alla RDR (sopratutto nei posti non urbani) rende effettivamente snervante il gioco.
  10. Infatti. Krypto continui a parlarmi di psicologia dei personaggi. Non sono fatti mali, te l'ho già detto (anche si Nico, ad esempio era decisamente più approfondito da questo aspetto). Infatti io mi riferivo alla sviluppo narrativo (e di motivazioni) della storyline. La storyline gira intorno a michael, pochi ca22i che però sembra non subire un'evoluzione ma essere ciclica: Ero costretto ad una vita che non gli piaceva, evento destabilizzante, torna ad una vita che non gli piaceva accontentandosi. Il tutto senza una precisa volontà nell'evoluzione o un qualsivoglia tema che faccia da filo conduttore.
  11. Non ho mai utilizzato il termine inutile e neppure lamentato della caratterizzazione dei protagonisti (trevor sarà pure divertente ma è una caricatura alla fin fine). La trama non è brutta ma non ha uno sviluppo: una genesi e/o un evoluzione. Nei precedenti GTA si partiva essendo dei signori nessuno in un escalation di potere e violenza. In GTA V non è così. Tutto accade perché deve accadere. Se consideri Michael era stanco della sua vita ma una volta incasinata vorrebbe ritornare al suo status iniziale Franklin vorrebbe uscire dal ghetto (cosa che riesce praticamente a metà storyline) ma non c'è un obiettivo preciso Trevor: ???? Ripeto, si parla di opinioni personali, il gioco è ben fatto e molto ben godibile, certe meccaniche nuove sono davvero interessanti ma, a mio avviso, la storyline, non ha un vero e proprio filo conduttore.
  12. Onestamente neppure a me piace troppo il sistema di azzeramento sospetto. Superate le tre stelle azzerarle diventa troppo lungo... e non particolarmente divertente. Tornando IT i difetti più grandi, parlando di singleplayer che riscontro sono -Città troppo grande e ripetitiva. Dalla generazione IV (ma anche un pò da SA) non c'è verso che riesca a memorizzare tutte le strade. -Big one? Non so che dire, a me RDR dava l'impressione di essere moooolto più vasto. Ci si poteva passare ore a perdersi nei paeseggi così diversi tra loro. in GTA ho l'impressione che sia 1/3 città, 1/3 cittadine del deserto, 1/3 lago e montagna senza particolari attrattive e questo mi porta al punto successivo. -Troppi pochi eventi casuali, sempre paragonando RDR oltre a mancare un sistema di viaggio rapido (esculdendo i taxi che fuori dalle strade non arrivano) non si è incoraggiati a godersi il viaggio. Gli eventi casuali sono troppo pochi, troppo ripetitivi e, in alcuni casi pure troppo lunghi. -Troppe radio e troppo anonime. Le radio della generazione III le conoscevo a memoria e mi facevano "compagnia" queste sono solo un sottofondo anonimo. -Una sensazione di confusione generale nella storyline. Non so come spiegare. Non penso dipenda dal fatto che ci sono tre protagonisti... ma la sensazione che viene giocando è che i protagonisti siano in balia degli eventi e la trama non abbia un fine od un tema preciso (franklynn vuole uscire del ghetto, Michael vuole vivere tranquillo ma anche no e Trevor è soprattutto un elemento destabilizzante quindi non si capisce mai se la trama ha un evolversi o un crescendo. Idem per le missioni secondarie, troppo spesso sembra vengano subite più che decide dai protagonisti di turno. -Troppi comandi, sopratutto alla guida. Dopo un pò ci si abitua ma la configurazione nuova non mi piace. Il fatto che non si possa usare la classica scoccia, sopratutto per la macchina visto che i comandi a piedi sono classici (per intenderci, ho la ps3, a piedi scatto con X, mentre in macchina con lo stesso tasto ho il freno a mano, ottendendo il risultato contrario). -Sarò odiato per questo ma per me ci sono troppe macchine e troppe si assomiglano troppo facendo perdere il gusto della ricerca del veicolo giusto per la missione. Di pregi ce ne sono parecchi e il gioco mi è piaciuto, sono in un topic di difetti solo per condividere pacificamente alcune opinioni.
  13. eh mafia (purtroppo ho giocato solo al 2) sarebbe stata una valida alternativa, così come LA noire se non fosse per il fatto che il free roaming e le missioni secondarie tipiche della saga GTA erano assenti. Comunque non ho mai parlato dell'Italia. L'europa in particolare (magari pensiamo alla germania in pieno riassetto) poteva essere interessante ma capisco che sia un progetto troppo caratteristico. Allora vediamola così, Bully è ambientato in una piccola cittadina non riconducibile a nessuna città importante in un epoca relativamente vaga. A mio avviso l'idea di attualizzare a tutti i costi un gioco rischia di renderlo presto obsoleto.
  14. L'idea non sarebbe quella di intervenire pesantemente negli eventi storici come in assassin's creed. Diciamo che un clima politico instabile e cirritti garantirebbe al gioco una discreta libertà di azione senza per forza intrecciare eventi storici. Abbastanza in linea con i primi gta in 3D Oppure anche nel dopoguerra in piena ricostruzione... Giusto per variare un pò dalle grandi città odierne. Ok che GTA IV aveva trame intrecciate ma alla fin fine la città rimaneva asettica in egual misura sia vista dagli occhi di un immigrato, di un biker e di un buttafuori. ovviamente secondo me.