Jump to content
GTA-Series.com Forums

Teeteto

Members
  • Content count

    831
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Teeteto last won the day on November 14 2015

Teeteto had the most liked content!

2 Followers

About Teeteto

  • Rank
    Member of the forum
  • Birthday 07/05/1991

Profile Fields

  • Gender
    Uomo

Contact Methods

  • Website URL
    http://

Gamer's Profile

  • PlayStation Network ID
    teopropide
  • Games for Windows – LIVE Gamertag
    teopropide

Recent Profile Visitors

639 profile views
  1. Teeteto

    Attentati in Francia

    Il punto è che contro Assad ci sono una serie di formazioni jihadiste che, chi più chi meno, contro l'Occidente ce l'hanno a prescindere (da ben prima che nascesse l'ISIS c'era al-Qaeda, per dire). Ma anche a favore dello stesso, ripeto Hezbollah tutto è tranne che filo-occidentale. Di conseguenza se vai lì e fai piazza pulita dell'ISIS e affini appoggiando Assad poi succede che non appena ti volti dall'altra parte nascono altri gruppi jihadisti che combattono il regime e l'Occidente vedendoli come una cosa unica, di fatto cambierebbero a malapena i nomi sotto cui si fanno conoscere (ma forse manco quelli). L'unica soluzione sarebbe un governo stabile, anche mettendoci a capo un Hitler degli anni Duemila, ma purtroppo né in Siria, né in Iraq e né tanto meno in Libia c'è qualcuno in grado di assicurare stabilità. E sì, l'errore è stato esattamente ficcarsi in quella polveriera e contribuire alla caduta dei vari Gheddafi e Hussein, che per quanto pezzi di m***a potessero essere erano comunque dittatori laici che tenevano a freno l'integralismo e garantivano un minimo di stabilità nella regione. Ora non puoi semplicemente dire "scusate ragazzi, abbiamo sbagliato, ora continuate a scannarvi fra di voi che noi non ne vogliamo più sapere" perché per l'appunto questi possono colpire indistintamente a Parigi come a Londra, Madrid o Roma, è semplicemente impossibile restarne fuori.
  2. Teeteto

    Attentati in Francia

    Ma ripeto, che Assad sia un demone o meno conta meno di zero, se davvero fosse uno affidabile sarebbe sempre e comunque il male minore. Fosse un Saddam Hussein, che bene o male il suo paese ce l'aveva in pugno, sarei d'accordissimo anch'io nel sostenerlo e chissenefrega se è Satana in persona. Il punto è che questo a malapena riesce a tenere in mano la capitale venendo spalleggiato dai russi e da Hezbollah, quindi anche facendo piazza pulita di tutti i suoi oppositori dubito che si risolverebbe granché, ci sarebbe sempre qualcuno disposto a formare l'ennesimo gruppo jihadista e ad imbracciare gli AK-47 con discrete possibilità di successo.
  3. Teeteto

    Attentati in Francia

    Non so dove lo vedi il buonismo, anzi sto ragionando dal nostro esclusivo punto di vista. Personalmente che muoiano di fame m'importa fino ad un certo punto, non sono di quelli che considerano "Imagine" di John Lennon un manifesto politico attuabile. Il discorso è semplicissimo: continueranno ad arrivare a prescindere dai decreti che possono fare UE, Renzi, Merkel, Hollande o Cameron, banalmente perché la prospettiva di essere (mal che vada) presi a randellate da qualche guardia di confine è sempre infinitamente migliore a quello che hanno a casa loro. Quindi o cominci a fucilarli uno ad uno (sempre perché mi piace buttarla sul buonismo) oppure chiudere le frontiere NON è la soluzione, a meno di non volere l'ISIS dall'altra parte dell'Adriatico e trovarsi in prima linea anche sul versante est, non solo quello sud. E' un mero discorso utilitaristico, per nostro esclusivo tornaconto, il loro punto di vista non l'ho nemmeno mai preso in considerazione. Appunto. Non sto facendo un discorso ideologico, né tanto meno buonista, sto dicendo che qualsiasi "linea dura" che contempli qualcosa in meno di bombardare a tappeto tutto il Medio Oriente è inattuabile (oddio, non che fare piazza pulita a suon di bombe all'idrogeno sia molto più attuabile) e/o rischia solo di peggiorare la situazione. Paradossalmente il discorso di Zato alla "prendiamo le armi, proclamiamo la decima crociata e ammazziamoli tutti" è infinitamente più sensato di "chiudiamo le frontiere".
  4. Teeteto

    Attentati in Francia

    Potrei rispondere dicendo che la maggior parte è arrivata in Europa nascendo in qualche casermone di periferia a Parigi, Bruxelles, Milano o Birmingham. Perché se si va a vedere la maggior parte dei terroristi "in loco" è gente di seconda generazione o ancor di più. E tu mi potresti rispondere dicendo "se avessero respinto i loro padri o nonni non saremmo a questo punto, quindi respingiamoli prima che i figli e nipoti di quelli che arrivano ora ci facciano esplodere tutti". E ok, va bene. Il punto è che...una volta che chiudi le frontiere cosa succede? La gente non arriva più? No, continuerà ad arrivare imperterrita, perché che un decreto sull'immigrazione dica X o Y non cambia le cose, i problemi sono a monte. Non è che in una carovana di disperati che sta attraversando il Sahara qualcuno dice "no ragazzi, l'UE ha emanato una direttiva secondo cui non si passa, torniamo indietro ai nostri villaggi a morire di fame, sia mai che infrangiamo una direttiva UE". Andranno sempre e comunque avanti. E se continua ad arrivare imperterrita ma nel cuore dell'Europa non passa cosa succede? Succede che si imbottigliano tutti in Grecia, Macedonia, Serbia, Bosnia e paesi del genere, che non hanno i mezzi per respingerli tutti ma nemmeno li possono accogliere. A quel punto o li stermini tutti o la guerra ce la ritroviamo alle porte di Trieste, altro che Siria. E sono d'accordo, infatti non è un caso se caduti Saddam e Gheddafi abbiamo Iraq e Libia in queste condizioni. Il punto è che i governi legittimi dove ci sono (in Libia non ce n'è uno, per esempio) semplicemente non sono in grado di governare, crimini contro l'umanità o meno. Sono d'accordo anch'io che un dittatore spietato che mantenga un poco d'ordine sia il male minore, ma ad oggi né Assad né gli sciiti in Iraq ti danno quella garanzia. Puoi anche provare ad intervenire militarmente dalla loro parte, ma dopo? Resti lì per sempre? Assolutamente. E' un po' come tagliare la testa ad un'idra, per ogni Saddam Hussein abbattuto al suo posto nasce un'ISIS.
  5. Teeteto

    Attentati in Francia

    Non abbiamo fatto niente? Interessante. Non so, senza voler per forza risalire a cose tipo la creazione arbitraria di Israele dal nulla, la guerra in Iraq (lo stesso Iraq la cui parte settentrionale è guardacaso in mano ai tagliagole) è una leggenda metropolitana, giusto? Quindi fammi capire: la tua soluzione è bloccare le frontiere, in modo da far esplodere i paesi balcanici e ritrovarci la situazione del Medio Oriente tale e quale ma ancor più vicino, nei Balcani. Ed espellere i "già famosi" alle forze dell'ordine. Chiarissimo. Si risolve indubbiamente la crisi, così. "Restituire il territorio del Califfato agli Stati a cui apparteneva prima della sua creazione" è una parola, purtroppo. In linea teorica non fa una piega, ma quali sono questi stati? L'Iraq dopo l'intervento militare americano praticamente non esiste, non a caso la parte settentrionale è caduta in mano all'ISIS non appena i militari occidentali si sono ritirati. Di fatto hai una maggioranza sciita che non è in grado di governare e una minoranza sunnita che invece è abituata a farlo e che non accetta in alcun modo di essere messa in minoranza, tant'è che i sunniti si sono arruolati in massa nell'ISIS. In Siria la situazione è anche peggiore, da un lato hai un dittatore inviso alla stragrande maggioranza della popolazione che controlla la capitale o poco altro, dall'altro un fronte di oppositori composto da tantissimi gruppuscoli jihadisti che un giorno sono alleati e il giorno dopo rivali. Gruppuscoli all'interno del quale è nata l'ISIS, ma che per l'appunto è ben lungi dall'essere l'unica forza che controlla il territorio in barba a ciò che rimane dello stato siriano. Dal canto suo Assad non è che sia precisamente un laico, anzi, Hezbollah è praticamente il suo braccio armato. A chi lo restituiresti dunque il territorio? Per la Libia vale sostanzialmente il discorso della Siria, con la differenza che lì non c'è nemmeno una fazione identificabile come "il governo che c'era prima", perché dopo Gheddafi è stato il caos. E' proprio per questo che non è assolutamente facile sapere dove e chi colpire ed eventualmente chi appoggiare, chi aiutare. Per dire, ad Aleppo son tre anni che c'è una guerra di trincea fra i governativi, gli islamisti che un giorno sono d'accordo e l'altro si uccidono fra di loro e i curdi, praticamente ogni quartiere è in mano ad un manipolo di st***zi diverso. La situazione da quelle parti è complicatissima, difficilmente ci sono vie di mezzo diverse dall'"andiamo là e ammazziamoli tutti, terroristi o meno". Che pure volendo farlo è difficilmente attuabile proprio dal punto di vista pratico. E con il blocco delle frontiere non risolvi niente, anzi come ho detto fai peggio perché significa spostare la polveriera dal Medio Oriente ai Balcani, ancor più vicino a noi. Non credo che sia questo che vogliamo, no? Non è un discorso dei valori, direi che dei valori musulmani, cristiani, ebraici o induisti possiamo tranquillamente sbattercene tutti quanti. E' un discorso sul fatto che come ho detto è tutt'altro che semplice, una volta che sei là, distinguere il "nucleo di criminalità organizzata" dal resto. Perché non ci sono solo i tagliagole vestiti di nero che appena li vedi sai dove sparare, la situazione è un attimo più complicata.
  6. Teeteto

    Attentati in Francia

    Molto bene: come lo debelleresti, esattamente? Facciamo una bella coalizione internazionale cazzuta e andiamo a sradicare l'ISIS sul territorio nel giro di tre giorni tre? Possibile. Il problema non è tanto sconfiggere l'ISIS militarmente, quanto piuttosto cosa fare dall'istante immediatamente successivo: occupare quelle zone in pianta stabile, stabilirci un dominio coloniale e procedere ad una meticolosa pulizia etnica? No, perché qualsiasi altra opzione non farebbe che aggravare il problema, dato che una volta che ritiri le truppe sei punto e a capo, anzi forse peggio dato che dai a quelli che rimangono ulteriori motivi per avercela a morte con l'Occidente. Che poi fosse così facile anche solo capire COME sradicare l'ISIS. Lo stato (perché è un vero e proprio stato a tutti gli effetti) è forse il minore dei problemi, il problema è che questi sono un franchising del terrore presente lì, nel Sinai, in Libia, in Nigeria e, come abbiamo visto ieri, perfino nel cuore dell'Europa. E soprattutto che l'ISIS non è l'unico gruppo che rappresenta "il male", ce ne sono un'enormità, già solo in Siria è un ginepraio inestricabile. Pure volendo caricare i fucili...contro chi li punti, esattamente? Chiudiamo le frontiere e non concediamo più la cittadinanza a nessuno? Ok, ma come la mettiamo con quelli che sono nati e cresciuti nei paesi occidentali? Ritiriamo le cittadinanze su base etnica? Che poi anche "solo" chiudere le frontiere con l'esodo epocale in atto ora come ora vorrebbe dire far esplodere i paesi balcanici, con l'unico effetto di portare la polveriera ancor più vicino a noi di quanto già non lo sia. Se vuoi parlare seriamente, allora parliamo seriamente. Evitiamo le manfrine buoniste? Ok. Debelliamo il male? Ok. Ma come, precisamente?
  7. Teeteto

    .: [GIOCO] Reazione a Catena :.

    Vita Routine Pendolare A... ... ... ... Depressione Miniclassifica Manuale emo v1: C[!]ro 1 Flipper 1
  8. Teeteto

    .: [GIOCO] Reazione a Catena :.

    E stavolta il punto fa i bagagli alla volta di Omegna. Vita Routine Pendolare ... ... ... ... Depressione Miniclassifica Manuale emo v1: C[!]ro 1 Flipper 1
  9. Teeteto

    .: [GIOCO] Reazione a Catena :.

    Non so se congratularmi o rammaricarvi con voi per il fatto che associate "pene" e "penetrazione" alla vostra "routine" Comunque no, non c'ha preso nessuno Vita Routine Pend... ... ... ... ... Depressione Miniclassifica Manuale emo v1: C[!]ro 1
  10. Teeteto

    .: [GIOCO] Reazione a Catena :.

    Ti occupi quotidianamente di peyote? Figo! Sarei tentato di modificare tutta la catena solo per dire che "peyote" è esatto, ma siccome non ho ancora ricevuto alcun incentivo finanziario per farlo...comunico desolato che nessuno di voi ha indovinato. Vita Routine Pen... ... ... ... ... Depressione Miniclassifica Manuale emo v1: C[!]ro 1
  11. Teeteto

    .: [GIOCO] Reazione a Catena :.

    Vita Routine Pe... ... ... ... ... Depressione Miniclassifica Manuale emo v1: C[!]ro 1
  12. Teeteto

    Presidente della Repubblica

    Vabbé ma il comunismo in Italia è morto, ogni sua propaggine è stata soffocata nel 2008 dalla campagna elettorale veltroniana fatta più contro i partiti più a sinistra del PD che contro Silvio stesso. Sostanzialmente ora sono rimasti giusto quattro personaggi folcloristici senza seguito alcuno e che non vuole più nessuno, azzarderei anche dire che Ingroia probabilmente avrebbe preso qualche voto in più senza raccattare i residui bellici postcomunisti con sé. Certo, a suo tempo Napolitano è stato comunista filosovietico, uno che si schierava apertamente a favore della controrivoluzione ungherese...ma si parla dei tempi togliattiani, la preistoria della politica repubblicana italiana. Dare OGGI del "comunista" a Napolitano è semplicemente anacronistico, degno al massimo di Silvio e dei suoi elettori che etichettano come "comunista" qualsiasi cosa esterna al PdL, a sentir loro fra poco anche Forza Nuova è comunista. Detto questo il Napolitano odierno non è certo definibile nemmeno come uno chissà quanto a sinistra, non è un caso per l'appunto che al PdL vada bene un ex comunista come lui e non un ex democristiano come Prodi.
  13. Teeteto

    .: [GIOCO] Reazione a Catena :.

    E invece no, Shadd Lupin per ora è rimandato Vita Routine P... ... ... ... ... Depressione Miniclassifica Manuale emo v1: C[!]ro 1
  14. Teeteto

    .: [GIOCO] Reazione a Catena :.

    Direi che con le prime tre lettere era abbastanza scontato Vita Routine ... ... ... ... ... Depressione Miniclassifica Manuale emo v1: C[!]ro 1
  15. Teeteto

    .: [GIOCO] Reazione a Catena :.

    Come desidera. Niente di fatto, intanto... Vita Rou... ... ... ... ... ... Depressione
×